Atletico 2000 (calcio), il saluto del ds Martinelli: «Felice per l’accordo con l’Atletico Torrenova»

Atletico 2000 (calcio), il saluto del ds Martinelli: «Felice per l’accordo con l’Atletico Torrenova»

30 Maggio 2018 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 219 volte!

Roma – Massimiliano Martinelli è il nuovo responsabile del settore giovanile agonistico dell’Atletico Torrenova. L’ex direttore sportivo della prima squadra dell’Atletico 2000 ha detto sì alla proposta del presidente Alessio De Santis e si è già tuffato nella nuova avventura.

Direttore, prima di tutto vuoi rivolgere un saluto alla vecchia società?
«Assolutamente sì. Sono stato tre anni all’Atletico 2000 e sicuramente è stato un periodo importante in cui sono riuscito a togliermi diverse soddisfazioni. La vittoria di due campionati consecutivi tra Seconda e Prima categoria, ma anche il secondo posto con la Juniores regionale di quest’anno che quasi sicuramente porterà il salto nella categoria d’Elite, la Coppa Disciplina ai tempi della Seconda categoria e quest’anno, con la Promozione, abbiamo fatto registrare il primo posto nella speciale classifica stilata dal comitato per l’impiego dei ragazzi nati dal 2000 in avanti: i nostri hanno collezionato la bellezza di 3037 minuti giocati…»

Senti di fare dei ringraziamenti?
«Al presidente Di Curzio, a mister Migani, al “prof” Barani, al preparatore dei portieri Belardinelli e a tutto lo staff della prima squadra, in particolare a Giuliano Cappoli con cui abbiamo iniziato il percorso dalla Seconda categoria».

Ora l’avventura con l’Atletico Torrenova: com’è nata l’idea?
«Da una telefonata ricevuta direttamente dal presidente De Santis. Ci siamo conosciuti in maniera più approfondita e qui al centro sportivo “Tre Torri” ho trovato un ambiente sano, una struttura notevole e tante persone con grande passione e competenza calcistica. Felice di poter tuffarmi in questa nuova esperienza».

Quali sono gli obiettivi per questa tua nuova avventura?
«Ci sono margini importanti e ripartiremo da una base notevole di quattro categorie regionali e una Elite. Spero di portare il mio bagaglio di esperienza e di contribuire alla crescita di questa società che è sicuramente ambiziosa».