Calcio: Eccellenza 2017-2018, amich. estiva, M. Cimini-S. Angelo R. 4-0

Calcio: Eccellenza 2017-2018, amich. estiva, M. Cimini-S. Angelo R. 4-0

19 Agosto 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 158912 volte!

Poker giallonero ai tiburtini; tanta la differenza tecnica in campo, ma come sempre, in casi simili, il risultato conta poco

Di Giorgio Zanirato

13718769_1058861760867217_6737784851053012843_nM. CIMINI: Somma (1’st Liotti), Francescangeli (18’st Ciucci), Soccorsi (1’st Brizi), Lazzarini (24’st Fazioli), De Simone (1’st Joao Enamoto), Bricchetti (1’st Balletti), Chirieletti, Giurato (1’st Corrado), Ceccarelli (30’st Melone), Barbetti, Laurato (22’st Ndaw). All. Sergio Oliva

67282S. ANGELO R.: Mascoli (19’st Haimana), Valletta, Santi, Caramanica, Vulpiani, Di Marco, Neroni, V. Marini, Brighi, Cavaliere, Centanni. A disp: Haimana, De Dominicis, Aversa, Savi, Maschietti, Bertollinio, Vivirito, Fieni, L. Marini, Lupi. All. Giancarlo Lucani

MARCATORI: 5’pt, 25’pt Giurato; 11’pt Chirieletti; 10’st Joao Enamoto

NOTE: Spettatori 60 circa. Osservato un minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime dell’attentato a Barcellona. Angoli: 4-0.

VIGNANELLO (VT) – Smaltite o quasi le “tossine ferragostane”, a Vignanello si torna in campo per un’altra gara amichevole di preparazione all’ormai prossimo campionato di Eccellenza, che vedrà ai nastri di partenza la giovane (per età di costituzione societaria) ma agguerritissima Monti Cimini, desiderosa di recitare un ruolo da protagonista nella massima serie regionale 2017-2018. Ospite dei gialloneri viterbesi è questa volta la formazione tiburtina del S. Angelo Romano, anch’essa vogliosa di dire la propria nel prossimo campionato di Promozione. Dopo il toccante minuto di raccoglimento disposto dalla Federcalcio, per onorare le 14 vittime del vile attentato perpetrato dalla cellula dell’Isis in quel di Barcellona, la partita inizia subito con un’occasione per gli ospiti ma l’ex Tor di Quinto e Civitavecchia Somma riesce a sventare la minaccia, coadiuvato dal bravo ex difensore del Ladispoli Soccorsi (3′). E’ questo l’unico lampo della formazione tiburtina;Giurato 1 ma serve comunque a svegliare l’undici di Oliva, che due giri di lancette più tardi mette la freccia: l’ex E. Monterotondo, Salernitana e L’Aquila Chirieletti conquista un preziosissimo pallone al limite dell’area, entra al suo interno e serve al centro per Giurato, che di sinistro supera Mascoli (’98): gran palla sotto la traversa, seppur centrale; nulla da fare per il diciannovenne (o quasi) estremo difensore ospite e Monti Cimini in vantaggio (5′). Il S. Angelo Romano non riesce ad opporre la giusta resistenza, ed allora i padroni di casa trovano lo spazio per il raddoppio sei minuti più tardi, con l’ex Castrovillari e Rieti De Simone che serve magistralmente Laurato sull’out di sinistra; l’ex Fregene e Civitavecchia si rende protagonista di uno stop “a seguire” da applausi e da rivedere più e più volte e, una volta arrivato sul fondo (e quindi a “fine corsa”) prova a sorprendere il giovane estremo difensore avversario con una gran botta mancina. cHIRIELETTILa gioia dell’esterno giallonero è tuttavia interrotta dal palo, che grazia Mascoli. Sulla respinta del legno, il più lesto di tutti ad avventarsi sulla sfera è Chirieletti, che realizza di sinistro la rete del 2-0 (11′). Al 23′ i viterbesi costruiscono già i presupposti per il tris: ancora una volta De Simone e Chirieletti sono i protagonisti dell’azione che conduce al cross di Ceccarelli deviato (non senza patemi) oltre il montante trasversale dalla retroguardia in maglia rossa, anticipando però al contempo prontamente Giurato, ben appostato in area per la girata in rete di testa. E’ questa comunque la prova generale al 3-0 che arriva dopo appena due giri di orologio ulteriori: è il 25′ infatti sul cronometro quando la Monti Cimini costruisce e finalizza un’azione da manuale organizzata dal solito De Simone a beneficio di Chirieletti; l’ex Monterotondo crossa al centro per il perentorio colpo di testa di Giurato, che firma così il tris giallonero e la doppietta personale nel match. Padroni di casa ancora insidiosi al 30′, con il calcio piazzato di Barbetti che esce fuori di poco. E’ poi ancora l’ex Celano a servire elegantemente Laurato, che per la seconda volta aggancia “a seguire” e prova a mettere al centro, ma la difesa ospite libera in corner (32′). Cimini scatenata: passano altri due giri di lancette e sempre l’ex Civitavecchia mette un pallone d’oro questa volta per la testa di Ceccarelli, la cui girata di testa finisce a lato di poco. De Simone e Chirieletti sono senza dubbio due degli uomini chiave di questo match: il terzo è invece Laurato, che al 10′ della ripresa serve un altro assist vincente, questa volta al neo entrato nippo-brasiliano Joao Enamoto, che realizza così la sua prima rete italiana e con la maglia della Monti Cimini (seppur non ancora ufficiale). E’ il poker dei viterbesi, che però non sembrano volersi fermare malgrado i tiburtini abbiano alzato bandiera bianca oramai da tempo: al 13′ infatti Corrado mette al centro un gran pallone per la girata in semirovesciata da parte di Ceccarelli; pallone a lato di poco ma azione da rivedere al rallentatore per apprezzarne la qualità tecnica da applausi. E’ questa l’ultima emozione della partita, con l’arbitro che dichiara concluse le ostilità addirittura con cinque minuti di anticipo rispetto ai 45° canonici, proprio a testimonianza del fatto di non voler forzare ulteriormente la mano su di un S. Angelo Romano in fase di preparazione e che da tempo aveva abbandonato mentalmente il rettangolo di gioco.

Tiburtini e cimini riprenderanno ora le rispettive sedute di allenamento e si prepareranno al meglio per le prossime sfide amichevoli, al fine di testare i progressi di condizione in vista della fatidica data del 3 settembre, quando si inizierà a fare tremendamente sul serio. La squadra di Oliva è attesa ora da un test assolutamente probante, contro una formazione di categoria superiore come il Rieti, pronta a dare fastidio a Cassino e Sff Atletico (e forse Monterosi) nel tentativo di conquistare finalmente sul campo quel mondo professionistico che è clamorosamente svanito in questo inizio di agosto e che tutta la città (squadra ovviamente inclusa) avrebbe meritato. Appuntamento a mercoledì ore 16, dunque allo Scopigno per un’amichevole da sogno, esattamente come quello che coltivano (in maniera più o meno esplicita) sia il Rieti che la Monti Cimini per le rispettive stagioni nei campionati di pertinenza.

In sede di commento conclusivo, infine, da sottolineare le ottime prestazioni di Joao Enamoto (il cognome potrebbe portare ad una facile battuta, ma la qualità tecnica di questo giovane ’99 è davvero straordinaria e corre davvero in lungo e largo per tutto il campo), ma in questa circostanza anche e soprattutto di Francescangeli, giovane terzino nato a Narni nel 2000 e che fino allo scorso giugno ha militato nelle giovanili della Ternana.  Davvero complimenti perchè alla sua età non è mai facile riuscire ad emergere e farsi davvero apprezzare in questo sport. Fa infine sempre piacere ritrovare calciatori come Luca Vulpiani, che con la Promozione centrano davvero poco e anche a livello umano restano ben saldi nel cuore di chi ne sa apprezzare le doti e le caratteristiche.