Calcio: Eccellenza, 6a giornata gir. A 2017-2018, Tolfa-Civitavecchia 3-1

Calcio: Eccellenza, 6a giornata gir. A 2017-2018, Tolfa-Civitavecchia 3-1

8 Ottobre 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 1

Questo articolo è già stato letto 167654 volte!

Un grande secondo tempo premia la formazione collinare di Paolo Caputo, grande ex della gara. Poco ha a chen vedere con lo sport e con la lealtà sportiva quanto accaduto fuori dal campo a fine partita

Di Giorgio Zanirato

indexTOLFA: D. Boriello, Capoccia (18’st Smacchia), Mojoli, De Santis, Palmisani, F. Boriello, Rossi (34’st Mecucci), Cascianelli, Bonaventura (18’st Grifoni), Chierico (46’st Pacenza), Molfesi. A disp: Sannino, Oliviero, Clemente. All. Paolo Caputo

civitavCIVITAVECCHIA: Nencione, Treccarichi, Iacomelli, Marino, Gimmelli, Di Gioacchino (30’st Di Fiandra), Fatarella, Filangeri, Cerroni, Coco (41’st Fiorini), Tabarini (34’st Sargolini). A disp: Sanfilippo, Gaudenzi, Befani, Vincenzi. All. Antonio Germano

ARBITRO: Forconi di Roma2

ASSISTENTI: D’Ascoli e Potenza di Roma1

MARCATORI: 22’pt rig. Marino (C); 7’st Bonaventura (T); 11’st, 30’st Rossi (T)

NOTE: Spettatori 450 circa. Ammoniti: Cascianelli, Bonaventura, Fatarella, Rossi, De Santis. Angoli: 1-6. Recupero: 1’pt; 4’st

TOLFA (RM) – Quale miglior occasione per il rilancio di un derby del comprensorio?…Allo Scoponi di Tolfa si gioca proprio Tolfa-Civitavecchia, match molto sentito e che quest’anno vale tantissimo in chiave classifica, con le due squadre accumunate dallo stesso obiettivo: la salvezza. I nerazzurri (perlomeno nel massimo torneo regionale) non sono compagine abituata a lottare nei bassifondi della graduatoria, ma almeno in questa prima fase della stagione purtroppo al “Fattori” questa sarà la realtà. Poi a dicembre si valuterà cosa offre il mercato…fallo Cascianelli-Cerroni

E pensare che la prima occasione del match è proprio di marca civitavecchiese, con Treccarichi che di testa manda incredibilmente a lato sugli svidi un calcio d’angolo battuto dalla destra (12′). Il punteggio si sblocca al 22′ quando l’arbitro assegna un penalty alla formazione di Germano, per l’ostruzione di Cascianelli  di Cerroni. Dal dischetto si porta l’ex Urbetevere Marino, che spiazza Boriello e realizza il vantaggio per gli ospiti. Sul versante opposto, al 30′ son invece vibranti le proteste biancorosse per il contrasto fra Rossi e Iacomelli, con l’arbitro Forconi ed i suoi assistenti che lasciano proseguire. Iacomelli-Rossi 2Iacomelli-RossiA nostro modestissimo avviso ci potevano stare gli estremi per il calcio di rigore a vantaggio del Tolfa, ma come sempre lasciamo giudicare voi carissimi lettori, con l’ausilio di due istantanee. Clamorosa occasione sciupata dalla “Vecchia” al 33′: D. Boriello rinvia corto a beneficio di Cascianelli che, forse in maniera anche un pò fallosa si fa rubar palla da Fatarella; il piatto destro del calciatore nerazzurro a tu per tu con il portiere avversario, però termina incredibilmente a lato. Al 38′ è ancora pericolosa la formazione di Germano: Tabarini serve un assist d’oro a Cerroni che aggancia molto bene ma conclude sul fondo. il tempo si chiude con un’altra ghiottissima opportunità per il Civitavecchia: Tabarini si rende protagonista di uno “slalom gigante” fra i “paletti biancorossi” e serve poi Cerroni, il cui destro dal limite viene messo in corner da D. Boriello (42′). Su quest’azione cala il sipario allo Scoponi: il primo tempo finisce dunque 1-0 in favore del Civitavecchia, anche se sull’arbitro Forconi piovono fischi ed insulti da parte del numerosissimo pubblico tolfetano, per quel rigore non concesso alla formazione di Caputo.

E’ un Tolfa letteralmente trasformato quello che rientra dagli spogliatoi: al 7′, un ‘azione propiziata da Chierico porta al pareggio siglato dall’ex Perconti e Flaminia C. Bonaventura, che non perdona con il suo destro fulminante dall’interno dell’area. E’ festa grandissima sugli spalti gremiti dello Scoponi, nonchè immensa gioia per un attaccante ancora giovane (’94) che ha realizzato il goal scudetto per la Perconti, nella finale tricolore Juniores a Firenze contro l’Alzano Cene del giugno ’15, prima di approdare (non senza sfortuna) a Civitacastellana in serie D. I padroni di casa ribaltano la situazione dopo appena quattro giri di orologio grazie all’acuto dell’ex Ostia Mare Daniel Rossi, splendidamente assistito proprio dall’ariete di Monte Romano, scattato in velocità sugli sviluppi di un contropiede nato da un corner per il Civitavecchia. La formazione del “Fattori” si fa vedere nuovamente in avanti al 20′: assist di Filangeri per Cerroni, che di petto (spalle alla porta), appoggia al limite dell’area per Marino; la conclusione mancina dell’ex Urbetevere termina fuori davvero di pochissimo, lambendo il palo. Al 30 arriva il definitivo 3-1, che chiude i conti e taglia le gambe ai giocatori nerazzurri: Chierico serve un ottimo pallone fra le linee a Rossi, che entra in area e supera Nencione in uscita con un delizioso tocco sotto. L’ex Fregene si toglie poi la maglia nell’esultare e l’arbitro (come da regolamento) lo ammonisce: ma va bene così, in fondo il ragazzo ’96 ha realizzato una doppietta in un derby molto sentito in zona e dunque gli si può concedere questa leggerezza giovanile. Episodio da condannare nel finale di match, quando nel parcheggio ci sono stati attimi di tensione fra le due opposte fazioni. Scene frutto del nervosismo da derby, ma che non si dovrebbero comunque vedere nemmeno sui campi dilettantistici.

Analizzando invece la partita, nel suo intrinseco senso sportivo, il Tolfa ha sicuramente meritato di vincere nel secondo tempo. Sull’economia della stessa pesanon poco il mancato rigore assegnato nella prima frazione di gara, ma alla fine visto il punteggio finale, l’episodio passa in secondo piano. Tre punti preziosissimi per la truppa del civitavecchiese doc Paolo Caputo, che ora può guardare con rinnovato ottimismo ai prossimi impegni ravvicinati contro il Montespaccato in Coppa Italia (11 Ottobre andata a Roma, il 25 ritorno allo Scoponi) e con il Tor Sapienza domenica prossima in campionato (gialloverdi posizionati appena due punti più in alto in classifica, ndr). C’è felicità anche per l’ottima prestazione di Bonaventura e Rossi, due giocatori seguiti nei rispettivi percorsi giovanili e che ho ritrovato con grande piacere qui a Tolfa. Il Civitavecchia, dal canto suo, non ha demeritato il ko. I nerazzurri hanno giocato bene nella prima frazione di gara, andando più volte vicini al colpo del ko. Nel secondo tempo la condizione fisica probabilmente è calata e la squadra è pian piano uscita dal match. Ma questa squadra ha caratteristiche importanti per stare nella parte medio-alta della graduatoria; probabilmente non per ambire ai primi due posti validi per la serie D, ma non è nemmeno squadra che deve lottare per salvarsi. Mercoledì al Fattori arriva l’Almas e poi domenica si gioca contro l’Astrea in campionato, per provare a ripartire e risollevare una classifica non all’altezza del blasone dei tirrenici.

14   CIAMPINO

13   E. MONTEROTONDO, V. ARTENA

12   CRECAS

10   LADISPOLI, CYNTHIA, TOR SAPIENZA, UNIPOMEZIA

9     V. DEL TEVERE, ASTREA

8     TOLFA

6     M. CIMINI

5     M. GROTTE CELONI, CIVITAVECCHIA

4     BOREALE, A. VESCOVIO

3     R. MONTEROTONDO S.

2     L. MARINO