Calcio: Eccellenza, a Fregene scoppia la fes….Da!!

10 Aprile 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 145813 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Finalmente!… E’ questa la parola che meglio di tutte rappresenta lo stato d’animo di una squadra, di una località e di una tifoseria in senso più ampio. Al triplice fischio finale della gara pre-pasquale giocata ieri al “Superga” di Ciampino, può infatti scatenarsi la “fes…Da” dei tirrenici dell’SFF Atletico, sodalizio nato in estate grazie all’unione d’intenti fra il Fregene dei Ciaccia e lo Sp. Fiumicino di Scudieri. Il match decisivo contro la formazione guidata da Diego Leone, “spostato” da Marino a Ciampino dal CR LAZIO, proprio per permettere ai tifosi tirrenici di festeggiare insieme ai propri ragazzi, aveva bisogno di una conclusione con la “X” in schedina. Così è stato. Una vittoria meritata, forse anche stra-meritata e non solo per quanto fatto in stagione da una squadra decisamente stellare, ottimamente allestita dal Presidente Ciaccia in “comunione” con il tecnico Raffaele Scudieri. Un successo partito da lontano, dalla voglia di provare a conquistare sul campo quella serie D che negli ultimi anni è sempre sfuggita alla compagine aeroportuale fiumicinese, anche per motivi burocratici legati al fattore “ripescaggi”. Un salto di categoria inseguito da qualche stagione, che finalmente ora è diventato realtà. TornatoreIl merito è di tutta la squadra, costituita da nomi altisonanti che hanno fatto anche carriere importanti come ad esempio Morini (dal glorioso passato nei professionisti con le maglie di Vicenza in B, ma anche Lumezzane e Foggia in C, oltre ad alcune formative esperienze all’estero) e Tornatore, bomber campano che dopo alcune esperienze in D ha optato per scegliere di essere decisivo in campionati minori come quelli regionali: indimenticabili (proprio al “Superga”) le sue ultime stagioni con la maglia del C. di Ciampino, sodalizio portato dalla Promozione alla D in appena due stagioni, prima di passare al club di Fregene. Una squadra di campioni e di giovani leve che hanno comunque fatto un ottimo percorso a livello giovanile in società importanti del panorama calcistico regionale, come ad esempio Nota, estremo difensore che bene fece al Futbolclub o ancora Giorgini (terzino ex Ostia Mare, di grande prospettiva) o Mambrini (altro ’97), che dopo l’esperienza genovese con la maglia della Samp, aveva ricominciato da Spoletoprima di tornare a casa e passare all’SFF. Un torneo stravinto, con quattro giornate d’anticipo e con una media punti, un a differenza reti fra “fatte” e “subìte”  incredibile. E’, come sempre, il successo della squadra e dei ragazzi in campo, ma anche quello di un tecnico partito “dal basso”, ovvero dalle giovanili del precedente Fiumicino ed arrivato fino alla guida di una prima squadra che ha empre fatto cose egregie in questi ultimi campionati. E’ la vittoria anche della Proprietà targata Ciaccia, che dopo aver sfiorato la serie B alla guida dell’Atletico Roma (che prese il nome dalla vecchia Cisco, a sua volta sostitutiva della storica Lodigiani), ritrova finalmente una categoria sicuramente più prestigiosa rispetto al campionato di Eccellenza o di Promozione vissuti al “Paglialunga” in questi ultimi anni.

COMPLIMENTI SINCERI E AUGURI PER IL FUTURO CHIAMATO SERIE D