Calcio: Eccellenza, terza giornata gir. A 2017-2018, M. Cimini-Ciampino 1-1

Calcio: Eccellenza, terza giornata gir. A 2017-2018, M. Cimini-Ciampino 1-1

17 Settembre 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 164140 volte!

Gialloneri fermati dalla frenesia e dalle decisioni arbitrali in una gara sicuramente equilibrata

Di Giorgio Zanirato

1025927M. CIMINI: Somma, Francescangeli (12’st Lelli), Lazzarini, Soccorsi, Andreoli (30’pt De Souza), Bricchetti, Corrado (32’st Brizi), Chirieletti, Giurato, Barbetti (38’st De Rosa), Laurato. A disp: Liotti, Grottanelli, Salvatori. All. Sergio Oliva

logo citta di ciampinoCIAMPINO: Peri, Angi, Giampietro, Martinelli, Carnevali, Porcacchia, Damiani (24’st Fischetti), Citro, Pacielli (10’st Trani; 32’st Ippoliti), Castellano (36’st Mastrandrea), Pedrocchi. A disp: Cececotto, Frangella, Mazzon. All. Mirko Granieri

ARBITRO: Morello di Tivoli

ASSISTENTI: Salvatori e Rienzi di Tivoli

MARCATORI: 37’st Martinelli (C); 39’st Laurato (M)

NOTE: Spettatori 200 circa. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime dell’alluvione di Livorno. Ammoniti: Citro, Martinelli, Lazzarini, Lelli. Angoli: 6-2. Recupero: 1’pt; 4’st

VIGNANELLO (VT) – La terza giornata di campionato propone (fra le altre) la sfida “diretta” fra due delle reduci dai rinvii per il maltempo della domenica precedente, tanto discussa da parte degli addetti ai lavori e che tante polemiche ha suscitato: a Vignanello si affrontano Monti Cimini e Ciampino. Due squadre ferme a quota 3 in classifica, ma che (come detto) dovranno recuperare una gara rispetto alle altre partecipanti al girone A di Eccellenza.

Primo tempo abulico; per assistere al primo tentativo in porta, occorre infatti attendere fino al 26′: calcio piazzato battuto da Carnevali dal limite, posizione centrale; palla oltre il montante della porta difesa quest’oggi da Somma. La risposta dei padroni di casa è imminente: passano infatti appena due giri di orologio e Andreoli mette al centro un ottimo pallone che Peri riesce a togliere dalla disponibilità di Giurato (pronto a ribadire in rete), ma servendolo involontariamente a Corrado, appostato tutto solo alle loro spalle. corrado-periL’ex Palestrina e Cassino non riesce tuttavia ad imprimere la giusta forza alla sfera, per far sì che la stessa termini in rete, così da favorire l’intervento a terra da parte dello stesso estremo difensore aeroportuale-castellano. Nella circostanza, al momento del cross, Andreoli sente un leggero fastidio muscolare, che lo costringe pochi secondi più tardi a dare forfait, per non rischiare uno stop ancora più lungo. Sfortunato il tecnico Oliva, già alle prese con diverse situazioni più  meno simili, che condizionano non poco le scelte da effettuare per schierare ogni domenica un undici più che competitivo. Al posto dell’ex di Sorianese, Monterosi e Viterbese (scuola Lazio) entra così in campo il nuovo acquisto De Souza, appena prelevato dal Civitavecchia. Il primo tempo si chiude dunque a reti inviolate e con ben poche emozioni. Anche nella ripresa bisogna attendere un pò per la prima occasione: è infatti il 17′ quando il Ciampino costruisce forse l’opportunità più importante dell’intera partita: l’ex Sora, Rieti e Vis Artena (scuola Perconti, con cui ha vinto con merito uno scudetto Juniores nel 2012, ndr) Castellano serve un assist d’oro sulla fascia mancina a Giampietro; Damianiil terzino aeroportuale ’98 evita splendidamente Chirieletti con una finta ed entra in area, servendo un assist al bacio per Damiani, ottimamente appostato nel cuore dell’area piccola; ma il calciatore ciampinese non riesce a girare in porta, calciando incredibilmente a lato da zero metri. Il Monti Cimini risponde con l’occasione che ha fatto tanto discutere e che sicuramente avrebbe meritato l’utilizzo del VAR: al 27′ Chirieletti lancia splendidamente in profondità il brasiliano De Souza che, una volta evitato Martinelli con una finta di corpo, entra in area e a tu per tu con Peri in uscita, scavalca il portiere con un delicato e delizioso tocco sotto con il pallone che sembra destinato a finire oltre la linea bianca. Già, SEMBRA. Perché è qui ora che subentrano le questioni: è goal, non lo è?… La palla entra prima dell’intervento disperato di respinta da parte di Citro?…E ancora: il piede dello stesepisodio dubbio 3so calciatore n°8 del Ciampino è oltre la linea o al momento dell’impatto con la sfera è parallela alla medesima??… Vi lasciamo tre istantanee con le quali potersi fare un’idea e provare a giudicare, sebbene sia molto difficile farlo, almeno dal nostro punto di vista ed analisi.

episodio dubbio

episodio dubbio 2

L’azione comunque prosegue con il pallone che arriva sui piedi di Laurato che, senza pensarci su neanche un secondo, calcia di prima trovando un clamoroso palo da distanza ravvicinata: INCREDIBILE (27′). Passano due giri di lancette ed il Ciampino ci riprova con l’assist di Castellano per Trani, che calcia da fuori con il destro; pallone alto di poco. Il goal è comunque nell’aria e si materializza concretamente al 37′ quando, da un calcio piazzato battuto da Carnevali, Martinelli svetta più in alto di tutti e supera Somma, per il vantaggio aeroportuale. Subìta la rete, Oliva decide di togliere dal campo Barbetti, inserendo De Rosa a centrocampo e spostando Lazzarini nel suo ruolo più naturale di trequartista. E’ questa la chiave di volta del match: passa appena un minuto dal riassetto in campo, che il Monti Cimini perviene al pareggio: assist perfetto dello stesso ex Monterosi per Laurato che entra in area in solitudine e di piatto destro fulmina Peri, per il primo centro stagionale (ed in casa) da parte dell’estroso esterno offensivo viterbese, ex Fregene, Rieti e Civitavecchia. Altro episodio che ha fatto e fa discutere al 43′: Pedrocchi entra in area e viene atterrato da Soccorsi, ma per Morello è tutto regolare. Solo per lui, dal momento che il difensore ex Ladispoli allarga il braccio sinistro per spingere (seppur non platealmente) l’avversario che poi cade per ben due volte, reclamando un rigore che probabilmente poteva anche starci, così come il probabile goal non assegnato ai padroni di casa. E’ questa l’ultima emozione del match, che si chiude dunque sul risultato di parità, che serve a muovere la classifica in attesa dei recuperi e di una definizione più chiara dei contorni della graduatoria, seppur assolutamente parziale viste le sole tre giornate di campionato disputate.

Occasione persa per entrambe, che recriminano per gli episodi che avrebbero potuto girare il match a favore di una o dell’altra. Il Monti Cimini è ancora in rodaggio, non fosse altro per “l’esercito” di giocatori ancora out, fra infortuni, squalifiche e indisponibilità più svariate. Con il passare delle settimane di lavoro e con il recupero dei vari elementi della rosa a disposizione, questa squadra potrà sicuramente recitare un ruolo da protagonista. Il Ciampino, dal canto suo, è squadra ricca di giovani importanti (come ad esempio l’ex ariete Juniores dell’Albalonga Pacielli, ndr) o calciatori che hanno comunque disputato categorie di spessore come la D (Castellano) e Trani (’97 ex Roma), oltre a Fischetti, giocatore classe 1994 che è (a mio modesto parere) un calciatore sprecato per l’Eccellenza o Pedrocchi, il cui talento può sicuramente servire a questa squadra durante la stagione. Probabilmente non sarà un’organico costruito per tentare l’immediata risalita in D, ma quella aeroportuale è comunque una formazione di tutto rispetto che può far bene durante l’anno. La formazione del “Superga” non può cullarsi sugli allori di un pareggio “amaro”: mercoledì infatti è già di nuovo campionato, con il recupero della 2a giornata contro il Tor Sapienza, a punteggio pieno dopo le due vittorie su due gare disputate, contro Boreale e R. Monterotondo Scalo. Proprio gli eretini, invece, saranno i prossimi avversari dei cimini nel successivo turno di campionato di domenica 24 (con la squadra di Vincioni che, alla pari del Ciampino sarà in campo nell’infrasettimanale “di recupero” contro il rinnovato Civitavecchia, guidato da Germano); match che precede il ritorno di Coppa Italia con il C. Barriera (merc. 27, h. 15:30)

7  CRECAS

6  LADISPOLI, VIS ARTENA, E. MONTEROTONDO, TOR SAPIENZA, UNIPOMEZIA, ASTREA

4  TOLFA, CIAMPINO, M. CIMINI

3   CYNTHIA

2   VALLE DEL TEVERE

1    L. MARINO, CIVITAVECCHIA

0   ATL. VESCOVIO, R. MONTEROTONDO S., BOREALE, M. GROTTE CELONI

*UNA GARA IN MENO