Calcio: Giovanissimi Prov., Trastevere, un gruppo vincente

12 Aprile 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 146717 volte!

Di Giorgio Zanirato

Qualche giorno fa abbiamo dato conto, carissimi amici, della vittoria di Fregene, che è valsa la promozione nei Regionali da parte dei Giovanissimi Provinciali del Trastevere. Ora, a distanza di qualche giorno, vogliamo celebrare definitivamente questo gruppo mitico, artefice di una stagione indimenticabile e di una cavalcata straordinaria, macchiata solo dalla duplice sconfitta contro i rivali al titolo, ma a questo punto poco importa. Intendiamo celebrare questi ragazzi fantastici, poco più che bambini ma sulla via dell’adolescenza, che al primo anno vero di agonistica, hanno centrato un successo importante e con un cammino sostanzialmente netto. IMG-20170412-WA0004Una vittoria che aumenta il prestigio di una società cresciuta molto negli ultimi due-tre anni, in tutta l’agonistica, con una prima squadra che dopo una salvezza brillante al primo anno di Interregionale, quest’anno si è ritrovata incredibilmente ma a questo punto meritatamente in vetta al campionato; la Juniores di categoria, da due anni domina il proprio raggruppamento e accede ai playoff per lo Scudetto. A questi si aggiungono gli Allievi Regionali, che hanno dominato in lungo ed in largo il proprio torneo, conquistando la promozione in Elite. Quella magistralmente diretta dal tecnico Mario Costantini, è stata dunque una macchina praticamente perfetta, capace di infliggere sconfitte anche pesantissime (più simili a risultati previsti nelle sfide a tre tempi a livello di scuola Calcio, piuttosto che in agonistica) alle compagini che ha incontrato, segno evidente di uno strapotere tecnico e qualitativo di una squadra “condannata” a dover disputare la categoria più bassa del torneo Giovanissimi, ma con un organico che di “Provinciale” non ha mai avuto nulla in fin dei conti. L’allenatore ed il proprio staff tecnico vuol dire molto all’interno di una squadra e conta abbastanza nell’economia di un gruppo che è chiamato a gestire, almeno che non si tratti di gruppi eccezionali che viaggiano “da soli” come ad esempio il Real Madrid, visto che è proprio il tecnico che da indicazioni ai protagonisti in campo su come agire, ma alla fine in campo vanno in undici e chi sta in panchina non può fare molto di più, esaurendo o limitando il proprio compito a semplici aggiustamenti in corso d’opera. IMG-20170412-WA0005La qualità tecnica, professionale, umana ed il grado di preparazione di Mario Costantini non lo scopro né io né lo si evince da un campionato vinto, che fa comunque il paio con altre stagioni davvero importanti vissute da questo allenatore nel recente passato. Mal’intenzione di questo articoletto è proprio quella di rendere omaggio al gruppo di ragazzi, artefici di una stagione da incorniciare, piuttosto che omaggiare ed esaltare un mister che, pur avendoci naturalmente e chiaramente messo anche del suo, non ha bisogno di visibilità o spinte da parte di eventuali “giornalai” come il sottoscritto, nè tantomeno necessita di sponsorizzazione o ancora non è un allenatore “con portafoglio” nel senso che porta soldi per guadagnarsi una panchina, come invece accade oramai (soprattutto) in un mondo meschino come quello dilettante.

Bravi ragazzi, complimenti a voi per aver condotto trionfalmente in porto una stagione incredibile. Ora fate tesoro degli insegnamenti del vostro mister e anche (perchè no) dei possibili errori o sbavature commessi, perchè vi saranno utili nel prosieguo della vostra carriera agonistica, con l’augurio e la speranza che possiate un giorno diventare grandi campioni e magari approdare ed affrontare campionati importanti a livello professionistico nazionale!. Ve lo auguro di cuore!

ANCORA COMPLIMENTI VIVISSIMI RAGAZZI! SIETE STATI FORMIDABILI