Calcio: U19 (Juniores) Nazionale, 3a giornata gir. H 2018-2019, Ladispoli-Latina 1-4

Calcio: U19 (Juniores) Nazionale, 3a giornata gir. H 2018-2019, Ladispoli-Latina 1-4

29 Settembre 2018 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 37

Questo articolo è già stato letto 945 volte!

Vittoria cinica dei pontini, che s’impongono al “Sale”, passeggiando sugli errori dei rossoblu non in giornata

Di Giorgio Zanirato

LADISPOLI: Miccinilli, La Morgia, Vagnarelli, Mundo, Quinti, Monici (21’st Mastropietro), De Marco (25’st Buonanno), Antonangeli, Pranzetti (36’st Cence), Galluzzo (10’st Pallozzi Lavorante), Manzari (1’st Roscioli). A disp: Narcelli, Larocca, De Martinis, Camboni. All. Michele  Micheli

LATINA: Gallo, Crepaldi, Chiavegato (23’st De Lucia), Begliuti (27’st Di Girolamo), Sapone, Signorello, De Angelis, Beccaceci (11’st Lulli), Choutil (6’st Marcucci), Di Vaio, Formica (17’st Nania). A disp: Germano, Marocco, Malizia, Franzolini. All. Vittorio Ciriello

ARBITRO: Silvestri di Roma1

ASSISTENTI: Passeri e Bianchi di Roma1

MARCATORI: 10’pt, 33’pt Di Vaio (Lt); 29’pt, 26’st De Angelis (Lt); 38’st Buonanno (Lad)

NOTE: Spettatori 20 circa. Angoli: 2-5. Recupero: 0’pt; 4’st

LADISPOLI (RM) – Il Latina maramaldeggia al “Sale” e conquista la prima vittoria stagionale nella terza giornata di campionato del gir. H di una U19 di riferimento per quanto riguarda la serie D, che quest’anno per fortuna non prevede turni di riposo o gare inutili ai fini del risultato finale, non essendoci squadre professionistiche iscritte “fuori classifica”. Una gara disputata fra pochi intimi presenti in tribuna, complice il caldo più mite rispetto alle temperature elevatissime di fine estate, ma il sole ha comunque fatto sentire i suoi effetti. Ma è anche il sabato del derby: sugli spalti del Sale quindi si presentano in venti circa per un match fra due squadre che ancora devono trovare il primo urrà stagionale. 

I pontini mettono la freccia già al 10′, ovvero al primo affondo del match: palla manovrata da Begliuti, che la fa scorrere a beneficio di Formica, il quale di prima intenzione calcia verso la porta; Miccinilli respinge con i pugni ma il pallone resta nel cuore dell’area piccola e diventa ottimo per l’ex Formia Di Vaio, che di piatto realizza una rete facile facile a porta sostanzialmente sguarnita. Nerazzurri ancora insidiosi al 21′, sugli sviluppi di un lancio in profondità di Di Vaio per De Angelis che s’invola sull’out di sinistra; l’esterno pontino arriva in area ma chiude l’azione personale calciando a lato, seppur di pochissimo. Da un pallone velenosissimo perso dai padroni di casa nella trequarti ospite, nasce l’azione che porta allo 0-2 dei ragazzi di Ciriello: De Angelis (autentica spina nel fianco della retroguardia ladispolana) viene lanciato a rete ancora una volta da Di Vaio; per la seconda volta disattento Vagnarelli, che si fa doppiare in velocità dal bravo calciatore n°7 nerazzurro, il quale giunto a tu per tu con Miccinilli apre benissimo il piattone in questa circostanza  e realizza il raddoppio per il Latina (28′). I padroni di casa provano a scuotersi e, quattro giri di lancette più tardi, Pranzetti mette al centro un ottimo pallone per De Marco, la cui conclusione risulta però troppo strozzata e soprattutto centrale, per poter impensierire Gallo.  E’ però un piccolissimo segnale di parziale risveglio da parte del team di Micheli, che prova a tornare in partita. La prima vera occasione dei padroni di casa arriva però pochissimi istanti più tardi, grazie a Manzari, il cui sinistro a giro dal limite termina fuori di pochissimo. Il Latina chiude i conti già al 33′: Silvestri sorvola su un fallo a centrocampo e 
soprattutto per una gamba tesa di Di Vaio, che favorisce un De Angelis in evidente posizione di off-side. L’esterno restituisce il favore della realizzazione allo stesso ex enfant-prodige del Formia, che di piatto destro beffa per la terza volta Miccinilli. Il Ladispoli protesta per l’ostruzione che ha dato poi il via all’azione, ma la terna di Roma1 sembra piuttosto sicura della propria decisione, confermando la segnatura. Il dubbio resta, lo 0-3 pure. La squadra di casa ci prova cinque minuti più tardi, con l’assist di La Morgia per Galluzzo; bellissimo il gesto atletico del n°10 rossoblu, la cui “bicicletta” (o meglio conosciuta come rovesciata) termina a lato per una questione di centimetri; calciatore applaudito da tutti i venti i tifosi presenti allo stadio (38′). La prima frazione si chiude con una conclusione mancina tentata da Di Vaio nel cuore dell’area ladispolana, con il pallone che finisce largo rispetto alla porta difesa da Miccinilli, in seguito ad un’azione insistita portata avanti da Chiavegato (rimasto poi leggermente contuso a terra).   

Per quanto riguarda la seconda metà di gara, bisogna attendere fino al 17′ per osservare la prima conclusione verso la porta: Chiavegato riesce a mettere al centro per Begliuti, il cui mancino è però strozzato e la conclusione finisce larga. E’ però al 26′ che la formazione di Ciriello mette il punto esclamativo sul match, contribuendo a far scendere il sipario sulla partita: con un passaggio calibrato con il contagiri, il neo entrato Lulli trova  uno scatenato De Angelis che, messo letteralmente a sedere Roscioli, batte per la seconda volta Miccinilli, portando così il punteggio sul 4-0 in favore del Latina e rispondendo alla doppietta messa a segno da Di Vaio nella prima frazione. Il Ladispoli, che già in avvio di ripresa aveva tentato una timidissima reazione, riesce a trovare almeno la rete della bandiera al 38′, con un tiro decisamente fortunato messo a segno dal subentrato Buonanno, il cui destro dal limite viene deviato  quanto basta (probabilmente in maniera decisiva) da Signorello; la palla sbatte sul terreno davanti a Gallo, che non riesce in alcun modo a deviarne la traiettoria, destinata così a finire in fondo alla rete. 

Tutt’altro che positiva la seconda gara interna della stagione per il Ladispoli, cui non riesce mantenere inviolato il proprio campo dopo il buon pari in rimonta raccolto all’esordio contro il Monterosi. Arriva invece la seconda sconfitta consecutiva, fra il match a Cassino di sabato scorso e la sfida odierna contro il Latina. Una prestazione sulla quale certamente bisognerà lavorare in vista del prosieguo in un campionato certamente dal fascino particolare per il fatto di misurarsi con compagini “pari età” di realtà che per anni hanno militato in categorie superiori, oltre al dettaglio non trascurabile di poter giocare con la terna arbitrale (cosa che rappresenta una novità per ragazzi abituati fino alla scorsa stagione a disputare gare con un arbitro singolo), ma al contempo dallo scarso appeal a livello di motivazioni, visto che solo le prime cinque si giocano le possibili chances di andare alla fase playoff-scudetto. Sabato la truppa di Micheli dirigerà su Ostia, per sfidare una squadra che ancora stenta a carburare (sono infatti ancora zero i punti in cascina dei biancoviola in tre gare giocate): un match al quale bisognerà dedicare la giusta concentrazione, per evitare di fare brutte figure come quella di oggi. Il Latina, dal canto suo, stenta un pò a livello di prima squadra mentre per quanto riguarda la sua U19, oggi si è vista una coppia goal davvero affiatata come quella composta da De Angelis e Di Vaio e più ad ampio raggio un organico che può tranquillamente dire la propria in questo torneo, magari lanciando in prima squadra giocatori davvero interessanti come quelli appena citati (ai quali va aggiunto senza dubbio Begliuti. 

 

 

6   CASSINO, ALBALONGA, TRASTEVERE, ANAGNI

5   LATINA, FLAMINIA, APRILIA, SFF ATLETICO

4   ANZIO, ARTENA

3  MONTEROSI

1   LADISPOLI

0  L. ROMA, OSTIA M.