Calcio: Juniores Nazionale, gir. G, Albalonga ed Anzio in finale

29 Aprile 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 2

Questo articolo è già stato letto 770 volte!

Non riesce il miracolo a Monterosi ed Ostia Mare: a giocarsi il posto nella successiva fase tricolore sarà sfida Di Nunno-Pollastrini

Di Giorgio Zanirato

Si sono da poco concluse le gare di semifinale nella Juniores Nazionale, ovvero l’U19 di competenza della Serie D o Interregionale. In campo dalle 16 Albalonga ed Ostia Mare da una parte/Anzio e Monterosi dall’altra. La formula rodata e applicata anche alle fasi finali regionali dilettantistiche (Elite, ndr) davano come unica speranza alle formazioni ospiti di Coscia e Maida (anche se poi al Bruschini in panchina è andato un altro tecnico, Corradini, ndr) quella della vittoria, per poter ambire a giocarsi la finalina del raggruppamento. coscosciaA Pavona, la sfida è terminata sul punteggio di 3-1 in favore dell’ex allenatore della T. T. Teste che dunque per la prima volta in un anno e mezzo (da tecnico castellano) raggiunge una finale (lo scorso anno, fu eliminato proprio dai biancoviola di Franci, in semifinale all’Anco Marzio, ndr) : Lazzeri illude gli ostiensi, rimontati dalle segnature di Proietti e dalla doppietta di Follo. La formazione di Coscia viene pertanto costretta ad abbandonare i sogni tricolori ed ora presumibilmente l’ex allenatore del S. Cesareo concederà loro un pò di riposo, prima degli ultimi allenamenti stagionali (e magari di qualche apparizione in qualche torneo di fine stagione) che porteranno dritti al “rompete le righe” conclusivo di un’annata sicuramente difficile, ma chiusa comunque con l’orgoglio di aver centrato l’obiettivo finali in un campionato che di per sè è assolutamente affascinante, perchè i ragazzi delle varie squadre si trovano a confrontarsi con realtà di prestigio in trasferte sicuramente anche lunghe ma dove si respira calcio. Onore al tecnico ed ai suoi ragazzi.

18198533_1028991350567161_8431894871660970076_nNell’altra gara di semifinale, invece sono serviti i tempi supplementari per decretare la finalista ed avversaria dell’Albalonga. A spuntarla sono stati i ragazzi di Pollastrini, che in virtù dello 0-0 maturato al 120° passano il turno a danno del Monterosi, per via del miglior piazzamento in graduatoria alla fine della stagione regolare. Un altro grande risultato per il tecnico dei portodanzesi, che lo scorso anno conquistò la promozione nella massima categoria regionale (Elite) al termine di uno spareggio da cardiopalma contro il Frascati, battuto 4-3 ai tempi supplementari. Si potrebbe dunque dire che Pollastrini è un tecnico vincente al 120°. Battuta a parte, è sicuramente un altro traguardo di prestigio per una società che vuol continuare a sognare e che, al suo ritorno in Serie D è davvero ad un passo dalla riconferma anche per la prossima stagione. A livello Juniores, invece, il sogno continua: ora bisognerà andare a Pavona a vincere per accompagnare il Trastevere nell’avventura della seconda fase tricolore.

La Lnd, a nostro parere, dovrebbe tuttavia rivedere un pò la formula di tale U19, alla quale le società di Serie D devono NECESSARIAMENTE iscriversi, con il rischio di fare figuracce come quelle dello scorso anno come vittima l’Isola Liri (che giocava con appena 11 giocatori in rosa, e già grazie che riusciva a mettere in campo una formazione regolare); con l’aggiunta di società professionistiche che si iscrivono pur sapendo di essere fuori classifica (come accade nei tornei di Scuola Calcio) e con ragazzi ai quali non fa differenza a livello di graduatoria l’ottenere un successo, un pareggio o una sconfitta. E’ davvero poco gratificante tutto ciò.