Calcio: Promozione, 19ma giornata gir. C 2016-2017, La Rustica-B. Podgora 1-1

Calcio: Promozione, 19ma giornata gir. C 2016-2017, La Rustica-B. Podgora 1-1

22 Gennaio 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 138045 volte!

Pareggio raggiunto proprio al fotofinish dai borghigiani pontini, ma sono soprattutto i romani a recriminare per due punti fondamentali buttati via

Di Giorgio Zanirato

la rustica calcioLA RUSTICA: Apruzzese, Bisogno, Verdolini, Giglioni, Anselmi, Urbani, Gubinelli (15’st Petrungaro), Alfonsi, Massella, Spinetti (42’st Bacchi), Aquino. A disp: Tanturri, Cesaretti, Zini, Marku, Nardocci. All. Antonello Ciancamerla

podgoraB. PODGORA: Viscusi, Costantini, Incocciati, Porcelli, Mastrogiovanni, Iosca (1’st Palmigiani), Tammaro, Martelli (38’st Di Rubbo), Mazzella (1’st D. Schiavon), Fratangeli, M. Schiavon. A disp: Roma, Basilico, Caucci, Ferrarese. All. Maurizio Pinti

ARBITRO: Celli di Roma1

ASSISTENTI: De Salazar e Cecchi di Roma1

MARCATORI: 31’pt Aquino (L); 48’st Mastrogiovanni (B)

NOTE: Spettatori 50 circa. Espulso: Aquino (L) al 47’st per somma di ammonizioni. Ammoniti: Urbani, Porcelli. Angoli: 1-3. Recupero: 0’pt; 4’st

ROMA – Occasione gettata alle ortiche per il “nuovo” La Rustica di Ciancamerla, tecnico chiamato a sostituire il dimissionario Bonanni, che negli ultimi due campionati aveva fatto da “allenatore-giocatore” dei biancorossi, senza tuttavia ottenere grossi risultati a fine stagione. La partita contro i pontini del B. Podgora termina infatti con un amaro 1-1, che allontana sempre di più i romani dal terzo posto che varrebbe i playoff-promozione, obiettivo distante ora ben 15 lunghezze. Il La Rustica dovrebbe dunque recuperare quindici punti nelle restanti quindici giornate che lo separano dalla fine del campionato, per poi provare a raggiungere l’obiettivo Eccellenza dalla porta secondaria. Una squadra biancorossa cambiata molto in queste ultime settimane: sono andati via o comunque attualmente non ci sono in rosa giocatori di qualità come Giacomo Quadrini e Sandulli, oltre a calciatori dall’esperienza ineguagliabile di D. Quadrini e Polani, Maxim o Festa. Ma ne sono arrivati altri di categoria sicuramente superiore come Aquino e soprattutto Fabio Gubinelli. Si tratta di elementi che possono dare un contributo importante ad una società che cerca di risollevare una stagione nata sotto i migliori auspici e che via via ha assunto invece i connotati dell’anonimato. Assente, inoltre, per squalifica Giacomo Delle Monache, altro elemento di assoluto ed indiscusso valore tecnico ed umano. Grande entusiasmo infine nel rivedere in campo da titolare anche Federico Urbani, reduce dal brutto infortunio al crociato risalente praticamente ad un anno fa, ed ora di nuovo protagonista fra centrocampo e linea difensiva. Negli ospiti, invece, in campo addirittura un 2000 in attacco, per via dei problemi legati agli infortuni che hanno privato i borghigiani del loro punto di riferimento titolare in avanti.

Match dai ritmi blandi e soporiferi: per vedere la prima occasione da rete occorre attendere fino al 23′, ovvero fino al calcio piazzato battuto dall’ex Guidonia, Lepanto e Vivace (fra le altre) Aquino; destro a giro che termina sul fondo seppur non lontano dal palo alla destra di Viscusi. GubyPassano appena due minuti ed è un altro ex Grottaferrata a cercare la gioia personale dalla distanza; il gran destro di Gubinelli viene respinto con i pugni dall’ex estremo difensore della Juniores pontina, dimostratosi davvero attento nella circostanza (25′). La partita si sblocca soltanto al 31′, quando da un assist d’oro del capitano Spinetti nasce l’azione che porta all’acrobazia incredibile da parte di Aquino, che sorprende tutti Viscusi compreso, con tanto di palla nell’angolino opposto (31′). I padroni di casa hanno la ghiottissima opportunità di portarsi sul doppio vantaggio appena trenta secondi più tardi, grazie ad un assist con il contagiri dello stesso bomber ’86 per Gubinelli, che prova a girare in porta di prima intenzione, ma per sua sfortuna la palla finisce addirittura in fallo laterale. Buona comunque l’intenzione dell’ex calciatore professionista ai tempi della serie C a Giulianova ed I. Liri, che torna in campo dal primo minuto dopo il pauroso infortunio d’inizio campionato, quando militava con la Vivace Grottaferrata. Il La Rustica prova a chiudere i conti al 35′ con un altro tentativo dell’esterno offensivo ’89 ex T. T. Teste ai tempi d’oro del trio d’Eccellenza formato con Piro e Toscano, ma il pallone finisce a lato. E’ comunque importante notare come Gubinelli sia già su buoni livelli in fatto di condizione atletica e questo lascia senza dubbio sperare per un finale di stagione ad altissimi livelli per questo ottimo giocatore. E’ questa l’ultima emozione della prima frazione di gara, che si chiude dunque con il La Rustica avanti per 1 a 0, in virtù del goal messo a segno da Aquino alla mezzora di gioco.

Inizia la ripresa ed al 6′ i romani ci provano subito con Aquino, il cui destro finisce a lato di poco. La Rustica nuovamente insidioso sei giri di lancette più tardi: Gubinelli ed Aquino si intendono a meraviglia; assist d’oro del primo e lob dall’interno dell’area da parte del secondo, che manca incredibilmente la doppietta da ottima posizione (12′). La gara non offre più grossi spunti di cronaca, anche per via del fatto che entrambe le squadre giocano prevalentemente a centrocampo. Si arriva così all’episodio che decide l’incontro: è il 47′ sul cronometro (perciò si è nel secondo dei tre giri di lancette di extra-time, ndr) quando Alfonsi commette fallo ai danni di Di Rubbo nella propria tre quarti e l’arbitro assegna un calcio piazzato importante alla formazione pontina. Nelle fasi immediatamente successive, Aquino commette l’ingenuità di protestare ancora una volta, ma in questo caso Celli non tollera e sanziona l’attaccante con il secondo giallo, che significa conseguente rosso e dunque squalifica aritmetica per il prossimo turno a Nettuno. Fratangeli s’incarica della battuta del calcio piazzato, pescando in area il liberissimo Mastrogiovanni, che di testa mette esattamente nello stesso angolo in cui finì il pallone di Aquino nel primo tempo, fissando il punteggio sull’oramai definitivo 1-1 fra La Rustica e B. Podgora (48′).

Un pareggio che sa di beffa per il La Rustica dunque, ma la squadra di Ciancamerla paga una situazione non facile a livello mentale e deve sicuramente ritrovare l’entusiasmo che fa gruppo e la compattezza d’organico che porta inevitabilmente a risultati importanti. La situazione di classifica è ancora quella di un limbo e di un anonimato che certamente non corrispondono al blasone di una società come quella situata a due passi dal raccordo anulare. C’è ancora tempo, modo e spazio per cercare di risalire la china e provare a chiudere al meglio questo campionato. Quanto al B. Podgora, quello di oggi pomeriggio è il secondo pareggio stagionale, ma è un punto che vale oro visto che le castellane Morena e Frascati hanno entrambe perso i rispettivi scontri con Genzano e Semprevisa e dunque la “quota salvezza” è distante ora solo tre lunghezze. Ma è un punto che fa anche morale, visto come hanno giocato ed interpretato la gara i ragazzi di Pinti. COMPLIMENTI RAGAZZI E CONTINUATE A LOTTARE!

RISULTATI E CLASSIFICA

F. MERAVIGLIOSA-N. FLORIDA           1-1

CAVESE-A. LARIANO                                3-0

SERMONETA M. L.-NETTUNO               2-1

FALASCHE-PRO ROMA                            2-2

FRASCATI-SEMPREVISA                         0-2

SP. GENZANO-A. MORENA                     3-0

LA RUSTICA-B. PODGORA                       1-1

I. POMEZIA-V. GROTTAFERRATA         5-1

AGORA’-A. TORRENOVA                          0-1

CLASSIFICA

47    N. FLORIDA, CAVESE

46    SERMONETA

36    PRO ROMA

35    SEMPREVISA

34    S. GENZANO

32    F. MERAVIGLIOSA

31     LA RUSTICA

24    FALASCHE, A. LARIANO

21     V. GROTTAFERRATA (-2)

20     FRASCATI

18      A. MORENA

17      B. PODGORA

15      A. TORRENOVA

11      NETTUNO

8       AGORA’

7       I. POMEZIA