Dinamo Labico calcio (II cat.), mister Nuzzi pensa al Rocca di Papa: «Una gara complicata»

Dinamo Labico calcio (II cat.), mister Nuzzi pensa al Rocca di Papa: «Una gara complicata»

9 Marzo 2018 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 2

Questo articolo è già stato letto 259 volte!

Labico (Rm) – Tre settimane di sosta (con quella “extra” arrivata domenica scorsa causa maltempo), ma ora è veramente tempo di ripartire per la Dinamo Labico. La squadra di mister Alfio Nuzzi è attesa dalla delicata trasferta con la Nuova Canarini Rocca di Papa, compagine che già all’andata inflisse un amaro k.o. interno a Milana e compagni. «Quella fu una partita stranissima, anche se nel calcio ha sempre ragione chi vince e gli alibi non hanno alcun peso. E’ vero, ci sarà una Dinamo Labico completamente diversa da quella partita anche perché da allora abbiamo subito solo un’altra sconfitta (contro l’Acds, ndr), ma sono convinto che anche loro sono cambiati parecchio» rimarca Nuzzi che conosce bene le insidie di questa partita. «Avremo di fronte una squadra organizzata, guidata da un tecnico di valore. Su quel campo, inoltre, non è mai facile fare risultato, anche se il discorso vale per tutte le trasferte di questa categoria. Noi, però, le due migliori prestazioni stagionali le abbiamo fatte proprio fuori casa contro Acds e Sporting San Cesareo e quindi cercheremo di fare un bel calcio e conquistare l’intera posta in palio». Una pausa di quasi un mese, tra l’altro arrivata dopo quella natalizia, rende tutto più complicato. «La scorsa settimana ci siamo potuti allenare praticamente solo in palestra e comunque dopo un mese di assenza da gare ufficiali la condizione del gruppo è sicuramente un’incognita». L’allenatore dà uno sguardo alla classifica e fa un’analisi abbastanza chiara. «L’Acds potrebbe aver preso un vantaggio decisivo, mentre per il secondo e terzo posto credo che siano in corsa almeno cinque squadre e tra queste includo anche la Nuova Canarini Rocca di Papa. Noi siamo terzi assieme al Pro Appio e quindi non abbiamo più possibilità di sbagliare. Comunque mancano ancora tante gare ed è inutile fare calcoli o tabelle a questo punto del campionato: dobbiamo continuare a ragionare partita dopo partita e a dare il massimo come fatto negli ultimi mesi, poi tireremo le somme» conclude Nuzzi.