Lirfl (rugby a 13), L’Aquila vince largo con Sulmona. E il presidente Gentile lancia un appello

Lirfl (rugby a 13), L’Aquila vince largo con Sulmona. E il presidente Gentile lancia un appello

21 Giugno 2017 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 439 volte!

Roma – Nessuno sconto. L’Aquila Neroverde ha iniziato il campionato con una larga vittoria (80-0) contro il Sulmona, una delle formazioni debuttanti nel torneo organizzato dalla Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl). Una vittoria che non lascia spazio a molte interpretazioni e che sottolinea la voglia con cui il team abruzzese si candida ad essere protagonista assoluto nel percorso che porterà verso l’assegnazione dello scudetto 2017.
Un campionato che continua quindi con grande entusiasmo come sottolineato dal presidente della Lirfl Pierluigi Gentile: «Il torneo è appena partito, le squadre che hanno l’ambizione e le potenzialità per vincere il titolo già stanno dimostrando le loro qualità. Sono convinto che sarà un bellissimo campionato». Il presidente, che sta seguendo lo sviluppo del campionato 2017, rimane concentrato anche sui grandi obiettivi del movimento di rugby league italiano: «La nostra Lega Italiana Rugby Football League continua a fare passi da gigante. Siamo parte di una federazione internazionale, il World Rugby League, che è costituita da enti nazionali riconosciuti dai governi locali». Nel commentare tali progressi il presidente tiene a sottolineare un aspetto: «C’è tutta la nostra disponibilità nel far sì che il mondo del rugby a 13 italiano si riunisca nell’interesse di questo sport. Invitiamo quindi tutti ad unirsi, nell’interesse della sicurezza dei giocatori e della legalità, sotto l’egida democratica del Coni e della Fir, organismi che garantiscano la democraticità della governance come avviene sempre nelle varie federazioni e negli sport di alto livello. Tutto ciò per formare una nazionale formata da giocatori italiani o oriundi che militino nel nostro campionato e sia così espressione reale e sincera del nostro movimento». A tale riferimento il presidente parla di tutti gli oriundi (australiani, argentini e altro) che sono per la Lirfl tutti i benvenuti. Infatti l’unica cosa che la Lega ha sempre chiesto per poter essere convocati è di partecipare alle attività dimostrando la propria bravura, soprattutto grazie ad un apporto concreto al movimento. Chiusura con passaggio d’obbligo sul rapporto con la Fir su cui Gentile si dice soddisfatto. «Con la Fir c’è massima collaborazione e rispetto. Siamo contenti di come stanno procedendo le cose».