Pallamano: Serie A, Noci-Gaeta 27-28

Pallamano: Serie A, Noci-Gaeta 27-28

5 Febbraio 2018 0 Di puntoacapo

Hits: 2

Questo articolo è già stato letto 312 volte!

Gaeta – C’era una sola possibilità per non essere condannati dalla matematica. Solo una. Solo una possibilità per continuare a lottare, per quel quarto posto che significherebbe accesso alla Poule promozione: vincere a Noci, uno dei campi più caldi del girone, obiettivo raggiunto fino a quel momento solo da Conversano e Fasano. E la Carburex Gaeta quell’opportunità non ha voluto lasciarsela sfuggire. Perché dopo una gara intensa, combattuta, che ha tenuto tutti col fiato sospeso fino agli ultimi secondi, i biancorossi sono riusciti ad espugnare il “De Luca Resta” e a mettere in cassaforte due punti fondamentali, quando manca una sola giornata al termine della regular season.   

Un successo che permette ai biancorossi di agganciare i pugliesi a quota 16 punti, e di superarli per via degli scontri diretti vinti, posizionandosi al quinto posto in classifica, con una sola lunghezza di ritardo sulla quarta della classe Teamnetwork Albatro, che nel prossimo e ultimo turno affronterà proprio i ragazzi di coach Domenico Iaia.

I giochi, dunque, sono ancora del tutto aperti, naturalmente a patto che i gaetani ipotechino anche gli ultimi due punti in palio al cospetto del Valentino Ferrara.

Una splendida cornice di pubblico ha fatto da scenario ad una sfida in cui le due avversarie non si sono risparmiate, dimostrando di non aver nessuna intenzione di cedere il passo né di mollare il bottino. Ma ad avere quel pizzico di fame di vittoria in più è stato il team di Onelli che, con la forza del gruppo e una difesa ermetica guidata da Ponticella e Antonio, ha saputo stringere i denti nei momenti più delicati, trascinato dalle reti di Martin Amato, miglior realizzatore a quota 9, e di Lucas Morello, autore di 7 sigilli.

LA CRONACA – A rompere il ghiaccio è capitan Ponticella, ma il vantaggio ospite viene subito azzerato dalla coppia Bobicic – Laera che porta i locali sul 4-1. La reazione dei laziali tarda ad arrivare, tanto che il distacco cresce, 8-4 al 15’, 10-6 al 18’. Morello prova a suonare la carica seguito da Gallo, nonostante le inferiorità numeriche e le parate di Di Giandomenico, e lo strappo pian piano si ricuce, fino al 13-11 del 29’ firmato Lombardi. Il primo tempo si chiude con la stessa distanza, 14-12, grazie ad un’invenzione di Amato allo scadere su cui nulla può il portiere di casa.

La vera battaglia, però, inizia nella ripresa. Protagonista è subito Morello, che riapre immediatamente le danze per il 14-13, poi è il rigore realizzato da Amato a ripristinare la parità, 15-15 al 4’. È ancora l’italo-argentino a mettere a segno il sorpasso, Bobicic risponde a tono ma un break di 3-0 porta la compagine del Golfo sul +3, 16-19. Il Noci non si arrende e a salire in cattedra è uno scatenato Bobicic che, aiutato da Marco Recchia, conduce i suoi al 20’ verso il 23-23. Ultimi dieci minuti di fuoco. Inizia il testa a testa, ma a mettere il muso avanti è sempre il Gaeta, grazie a tre reti di Amato e lo zampino di Bono. Al 26’ il tabellone segna 26-27. A tre giri di lancette dalla sirena finale, Morello piazza il +2, 26-28, dopo pochi secondi arriva la replica di Cantore, 27-28. Centoventi secondi di pura tattica, la difesa diventa pressante, entrambe le panchine chiamano i time out ed entrambe le squadre terminano con un uomo in meno in campo, Corcione da una parte, Bono dall’altra. Intanto il tempo scorre. Rimangono quindici secondi da giocare ed è il Noci ad avere la palla del pareggio. L’ultimo tiro è di Bobicic, che stavolta però non inquadra lo specchio della porta protetta da Cienzo. Non c’è più tempo per continuare, a festeggiare è il Gaeta.  

«È stata la partita che ci aspettavamo – ha commentato coach Onelli – Noci in casa ha vinto con tutte, perdendo di misura solo con Conversano e Fasano. Per vincere avevamo bisogno solo di una grande prestazione. L’abbiamo sfoderata a tratti, non siamo partiti nel modo migliore ma con qualche spostamento soprattutto in difesa, riuscendo a tenere un Bobicic in gran forma, Laera e Marco Recchia, siamo stati più decisi anche in attacco. Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi, dal primo all’ultimo. Questa vittoria ci dà la possibilità di lavorare al meglio per la prossima partita col Valentino Ferrara. Il nostro destino adesso è anche nelle mani di altri, ma noi dovremo pensare a noi e poi vedere cosa succederà attendendo il risultato di Albatro-Noci».

Sabato prossimo, 10 febbraio, nell’ultimo appuntamento della prima fase, la Carburex Gaeta ospiterà al Palasport di Fondi (ore 17) la Lombardi Service Alfaromeo Valentino Ferrara, reduce dal derby col Benevento, vinto per 28-21. La formazione cara a patron Antetomaso ha l’obbligo di conquistare i due punti, per poi spostare l’attenzione sul match tra Siracusa e Noci: se a spuntarla dovessero essere i pugliesi, per Ponticella e compagni si aprirebbero le porte della Poule promozione.

 

 

NOCI: Corcione 2, De Finis, Di Giandomenico, Recchia M. 5, Recchia S, Cantore 6, Fasano P., Laera 5, Montalto, De Luca, Fasano M., Giannini, Labate, Bobicic 9. All. Domenico Iaia

CARBUREX GAETA: Amendolagine, Cienzo, Lombardi 4, Ponticella 2, Amato 9, Lodato, Bono 4, Morello 7, Panzarini, Ciccolella A, Gallo 2, Antonio Filipovic, Pantanella. All. Salvatore Onelli

ARBITRI: Castagnino – Manuele

ESPULSO: al 29’ st Bono (CG) per somma di esclusioni

 

Alessandra Aprile

UFFICIO STAMPA GAETA SPORTING CLUB