Racing Club calcio (Ecc), Bacchiocchi: «Posso assicurare che non molleremo di un centimetro»

Racing Club calcio (Ecc), Bacchiocchi: «Posso assicurare che non molleremo di un centimetro»

30 Marzo 2017 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 386 volte!

Ardea (Rm) – La sconfitta interna con l’Arce e quella successiva nel “derby” con l’Unipomezia (0-3) hanno di nuovo complicato la classifica dell’Eccellenza del Racing Club. La squadra di mister Ranieri guarda ora alla sfida casalinga contro il San Cesareo, squadra dalla quale la separano quattro punti. Un match al quale capitan Gianluca Bacchiocchi non è sicuro di riuscire a prendere parte: «Sono uscito anzitempo durante il match con l’Unipomezia per un problemino muscolare che mi trascino da un po’, spero di farcela per domenica, ma non è semplice». La sua presenza, anche in termini di leadership, sarebbe importante. Ma il capitano e centrocampista centrale classe 1987 sa “scuotere” i suoi compagni anche fuori dal rettangolo di gioco. «Posso assicurare che il nostro gruppo non mollerà di un centimetro fino alla fine e che tutti suderanno la maglia in ogni gara che ci rimane da giocare in questo campionato». Concetto simile per ciò che riguarda la piena disponibilità nei confronti di mister Ranieri. «Questo gruppo aveva legato molto con mister Selvaggio, ma l’impatto del nuovo tecnico è stato positivo e la squadra è assolutamente con lui». La sfida di domenica avrà un valore specifico notevolissimo. «Il San Cesareo all’andata vinse 2-0 facendo un’ottima partita: è una squadra giovane e pericolosa, ma noi dobbiamo cercare di portare a casa il risultato». Per Bacchiocchi «l’obiettivo salvezza diretta in questo momento è abbastanza complicato, ma siamo in piena corsa per i play out e abbiamo fiducia di poterli conquistare. La società? Ci è sempre stata vicina, basti pensare alla presenza del presidente Pezone nel match di domenica scorsa con l’Unipomezia. E comunque il club non ci ha mai fatto mancare nulla e anche per questo daremo tutto per ripagarli». A proposito della sfida persa con l’Unipomezia, il pensiero del capitano ardeatino è abbastanza chiaro. «Il primo tempo è stato equilibrato e, sul finire della frazione, una gran giocata personale ha “spezzato” il match. Nella ripresa abbiamo provato a spingere, ma il 2-0 ci ha tagliato le gambe e a quel punto l’Unipomezia ha preso il sopravvento».