V. Divino Amore calcio (Giovanissimi reg.), Addati: «L’obiettivo? Almeno il quart’ultimo posto»

V. Divino Amore calcio (Giovanissimi reg.), Addati: «L’obiettivo? Almeno il quart’ultimo posto»

27 Aprile 2017 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 0

Questo articolo è già stato letto 403 volte!

Roma – I Giovanissimi regionali della Virtus Divino Amore amano il brivido. E’ quello che si desume dall’ultimo match disputato dalla squadra capitolina di mister Maurizio Addati che ha vinto per 4-3 sul campo del Borgo Podgora ultimo della classe. Un match dalle due facce, come spiega lo stesso allenatore. «Abbiamo iniziato la partita con la giusta determinazione e concentrazione tanto da arrivare all’intervallo in vantaggio per 4-0 con le reti di Romanelli e Bartoli e con la doppietta di Pedetti. Poi nella ripresa, nonostante avessi avvisato ampiamente i ragazzi di non abbassare la guardia, la squadra ha evidentemente calato la tensione e poi anche le sostituzioni non hanno avuto l’effetto sperato. Il Borgo Podgora ha realizzato il gol del 4-3 a sette minuti dalla fine e quindi nella parte finale abbiamo tremato un po’, conquistando alla fine un successo sicuramente importante». L’allenatore, già “titolare” della panchina dei Pulcini 2007 e subentrato in corsa su quella dei Giovanissimi, ha terminato proprio domenica scorsa il “suo” giro di boa. «La mia prima partita fu proprio quella sul campo della Fortitudo Academy che ospiteremo nel prossimo turno – ricorda Addati – Da allora la squadra è sicuramente cresciuta a livello di collettivo, anche se in generale i ragazzi di questa età sono poco avvezzi al sacrificio e si fa fatica a ottenere la loro attenzione in maniera continuativa. Per quanto riguarda il match del prossimo week-end, sarà sicuramente una partita complicata perché loro sono al quarto posto assieme al Sezze, ma all’andata giocammo una buona gara pur senza riuscire a fare risultato». Tre turni di campionato ancora da giocare e per la Virtus Divino Amore le speranze della salvezza diretta sono ridotte ai minimi termini. «Abbiamo sette punti di distanza dalla Lepanto e realisticamente è difficile pensare ad una rimonta, ma abbiamo comunque il dovere di provare a fare bottino pieno nelle ultime partite e vedere cosa accade. Tra l’altro in questo momento affianchiamo in classifica la Virtus Nettuno e dobbiamo cercare di arrivare davanti a loro anche per rendere più concreto un eventuale ripescaggio».