Virtus Divino Amore (calcio, I cat.), Simone Lattanzio: «La classifica? Non sono preoccupato»

Virtus Divino Amore (calcio, I cat.), Simone Lattanzio: «La classifica? Non sono preoccupato»

17 Ottobre 2018 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 2

Questo articolo è già stato letto 292 volte!

Roma – La Prima categoria della Virtus Divino Amore si è arresa alla Virtus Ardea nel match andato in scena al “Millevoi” domenica scorsa. Due partite consecutive in casa e un solo punto per i ragazzi di mister Paolo Lattanzio che nell’ultima sfida hanno ceduto per 3-2 ai tirrenici. «Abbiamo giocato contro una signora squadra, una delle papabili protagoniste del girone – dice l’esterno difensivo classe 1992 Simone Lattanzio, autore del gol del momentaneo 1-1 su calcio di punizione – Loro sono passati inizialmente in vantaggio e poco dopo sono rimasti in inferiorità numerica, poi ho segnato la rete del pari, ma immediatamente siamo tornati avanti. Un rigore di Matarazzo ci ha riportato sul 2-2 e infine una rete rocambolesca, in seguito a una traiettoria che era più un cross che un tiro, ci ha condannato alla sconfitta. Vanno fatti i complimenti agli avversari per la gestione dell’inferiorità numerica, noi avremmo potuto sfruttare meglio la situazione e alla fine se avessimo pareggiato sarebbe stato anche meritato. Ma è andata così». Lattanzio junior, che tra l’altro ha anche il fratello Cristian tra i compagni di squadra, parla del rapporto col papà allenatore. «Per lui, quando siamo in campo, il rapporto è da allenatore ad atleta e per me vale lo stesso. Vede me e mio fratello esattamente come gli altri compagni di squadra». Sulla situazione di classifica della squadra, non sembra troppo preoccupato. «Sapevamo che ci sarebbero state delle difficoltà all’inizio visto che questo è un gruppo formato in extremis e quindi abbiamo bisogno di un po’ di tempo. Le qualità per risollevarci ci sono, non sono particolarmente preoccupato di aver collezionato solo un punto nelle prime tre partite». Nel prossimo turno la Virtus Divino Amore sarà ospite del Real Velletri, una delle attuali tre inseguitrici della capolista Indomita. «Sarà un’altra gara tosta, tra l’altro da affrontare ancora senza lo squalificato Fazio che è un giocatore importante per noi. Comunque lavoreremo in settimana per cercare di arrivare pronti a questo appuntamento, vendendo cara la pelle» conclude Simone Lattanzio.