Basket: Palestrina, altro ingaggio di spessore

Basket: Palestrina, altro ingaggio di spessore

28 Luglio 2021 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 38

Questo articolo è già stato letto 59 volte!

La Pallacanestro Palestrina comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive dell’atleta Gianluca Tredici per la stagione 2021/22.Tredici è un’ala grande di quasi due metri, avversario di Palestrina due stagioni fa quando vestiva la maglia di Pozzuoli. Già allora aveva destato interesse figurando tra i migliori dei campani, il classe 1992 è un giocatore solido che nelle statistiche riesce ad accumulare costantemente una robusta doppia cifra alla voce realizzazioni. Lungo dinamico che si trova a suo agio anche dai 6.75 dove detiene percentuali eccellenti, con la sua esperienza in Serie B (a Cerignola, Bisceglie e recentemente Luiss) potrà aggiungere peso specifico al roster arancio verde. Proprio una tripla di Tredici allo scadere ha peraltro permesso alla Luiss di vincere gara 5 e qualificarsi alle semifinali di questa stagione. A lui tutto il nostro incoraggiamento e la voglia reciproca di scrivere delle belle pagine!

Di te restano le buone impressioni con Pozzuoli, te cosa hai conservato delle sfide con Palestrina e quanto ci hai messo a dire sì?

E’ stato subito un sì perché ho sentito gran volontà da parte della società, ed inoltre una società con la storia di Palestrina non si può rifiutare, ho sempre pensato che sia un grande ambiente con tantissimi tifosi quindi l’ideale per qualsiasi giocatore. Credo che ci siano ottimi presupposti per fare bene e portare Palestrina dove merita di stare.”

Ricorderai la rimonta di Palestrina da -16 nei minuti finali, per te l’esempio più limpido della voglia di non mollare di questo ambiente?

Quella partita la ricordo bene, noi facemmo una grande gara ma peccammo di esperienza, mentre Palestrina, guidata da un grande stratega che è Ciccio, ci mise in difficoltà recuperando una partita vinta poi al supplementare. Penso che quello sia il vero DNA di Palestrina, una squadra tosta che non molla mai e lotta su qualsiasi pallone fino al quarantesimo minuto.

Farai coppia col conterraneo Serino, impressioni di lui? Ti si addice il ruolo di veterano nonostante la giovane età?

Davide è un grande e già ci conosciamo, credo che con Simone possiamo trascinare i più giovani a crescere e creare qualcosa di buono da subito, questo ruolo già l’ho ricoperto negli anni precedenti ed è un ruolo che mi piace molto, non vedo l’ora di poter essere d’esempio e di conoscere tutti.”

Fabio Ilardi