Basket: Serie B, Formia-Palestrina 65-78

Basket: Serie B, Formia-Palestrina 65-78

7 Ottobre 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 51

Questo articolo è già stato letto 105 volte!

META FORMIA: Cimminella 7, De Meo 2, Tibs 4, Coronini 4, Papa 3, Mannarelli, Porfido 11, Massaro ne, Botteghi 11, Longobardi 18, Polidori ne, Gentili 5. All. Lico


CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Egwoh ne, Rischia 24, Rossi 12, Barsanti 1, Mennella 7, Mastroianni ne, Moretti ne, Thiam 16, Agbogan 10, Bartolozzi 7, Cacace 1, Cecconi. All. Ponticiello

Una vittoria per sbloccarsi, da ambo le parti. Palestrina ci prova subito partendo con un 9-0 devastante: Bartolozzi in appoggio, Rischia in soluzione personale e la griffe di Mennella sia da sotto che dall’arco. Altra storia in lunetta, Rossi si presenta con un 4/4 e la difesa fa il resto (3-13). Gira a meraviglia Palestrina segnando con regolarità, Rischia tiene i suoi sopra la doppia cifra. Formia rallenta la fuga con la zona, solo un canestro di Thiam consente ai locali di riemergere con grossa determinazione: 18-21. Partenza lanciata, pronta risposta di Formia ma primo quarto in vantaggio comunque 20-25. Forze fresche con gli inserimenti positivi di Mennella e Agobgan, si sblocca anche Cacace che fa voce grossa a rimbalzo: 20-28. Sospinta dai tifosi al seguito Palestrina ritrova il +11 sulla bomba di Agbogan, timeout Lico. Ci prende gusto il numero18 e Ponticiello ha di che applaudire nonostante una situazione falli poco incoraggiante. Con Formia mai doma occorre tornare ad attaccare il ferro, la rimonta del primo quarto si ripete nel secondo. Ad un minuto dall’intervallo Gentili scrive il -1 e in lunetta Longobardi impatta clamorosamente. Agbogan trova tuttavia un jumper allo scadere per regalare il +2 di metà gara, dopo che la lunetta era tornata a farsi nemica dei tiratori prenestini. Si riparte con nuovi problemi di falli per gli ospiti, vantaggio risicato e quintetto sempre più basso per necessità. 


Calano e di molto le percentuali, adesso è sfida colpo su colpo, Palestrina scongiura il ricongiungimento e ottiene un sostegno importante dalle triple di Rischia e Rossi (per lui la prima stagionale). Formia si risolleva in lunetta (49-54) ma Rischia inventa per Thiam che apre nel migliore dei modi l’ultimo giro di lancette del terzo quarto. Il 51-58 può essere salutato con moderato ottimismo, se aggiunto all’inchiodata con cui Thiam sfrutterà un bel suggerimento di Barsanti. Tiro supplementare concretizzato per il +10 esterno, porta il suo mattoncino pure Cecconi e si resta a distanza di sicurezza. Responsabilità sulle spalle di Rischia e Rossi che confezionano da trascinatori l’allungo decisivo al momento giusto, in poco tempo Palestrina vola sul 54-70 lasciando a secco Formia. Il capitano in trance agonistica scrive 24 personali e aggiorna il massimo vantaggio a +17, fanno meno paura i 5 falli raggiunti da Bartolozzi anche perché stessa sorte capiterà ai leader dei pontini Coronini e Longobardi. Sale in doppia cifra Rossi, dopo Rischia e Thiam, a tre minuti dal termine è 57-75. Lo segue a ruota Agbogan, a cronometro fermo, risultato non più in discussione. Formia accorcia ma abdica 65-78.

Fabio Ilardi
Area Comunicazione 
S.S.D. Pallacanestro Palestrina arl