Calcio: C. Italia, Ostia Mare-Muravera 2-0

Calcio: C. Italia, Ostia Mare-Muravera 2-0

25 Agosto 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 103

Questo articolo è già stato letto 199 volte!

Di Giorgio Zanirato

OSTIAMARE (4-3-2-1): Giannini; Facchini (6’st Renzetti), Pieri (45’st De Martino), D’Astolfo, Esposito; Cabella, Vasco, Pompei (47’st Donnarumma); Petrini (11’st Ferrari), Chiurco (6’st Scaccia); Mastropietro. A disp: Balletta, Pedone, Cerroni, Marzi. All. Raffaele Scudieri

MURAVERA (4-3-3): Floris; Spanu, Bruno, Vignati, Coulibaly; Marongiu (29’st Lampis), Bonacquisti (32’st Lepore), Vinci; Nurchi (15’st A. Loi), Nieddu (11’st Cadau), Meloni. A disp: Martorel, Zinzula, Vienna, Gutierrez Martin. All. Francesco Loi

ARBITRO: Luongo di Napoli

ASSISTENTI: Portella di Frattamaggiore e Passaro di Salerno

MARCATORI: 18’st D’Astolfo; 19’st Ferrari

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti: Bonacquisti, Vasco, Pieri, Bruno. Angoli: 8-2. Recupero: 1’pt; 3’st

OSTIA – L’Ostia Mare supera all’inglese l’ostacolo Muravera, staccando così il pass per il tabellone principale della Coppa Italia, accedendo così ai 32mi di finale, nonostante le assenze e sotto gli occhi di due grandi ex come Andrea Belardelli, terzino ex Arzachena (alla pari dei neo acquisti gialloblù Antonio Loi, Davide Moi e Danilo Bonacquisti) ed ora alla ricerca di una nuova sistemazione dalla quale ripartire; ma sulle tribune dell’Anco Marzio era presente anche il grande “magic box” Maurizio Alfonsi, reduce da una stagione vissuta in Promozione al Pian Due Torri, dopo aver trionfato nella stessa categoria con la maglia della Pro Roma. L’ex capitano biancoviola, classe ’80, è uno dei talenti più cristallini del panorama calcistico regionale e meriterebbe sicuramente di chiudere la carriera a livelli importanti, seppur in ambito dilettantistico.

D’altra parte, un ko che certamente non ridimensiona la formazione sarrabese, composta da giocatori di categoria (anche superiore) che potranno aiutare molto la squadra durante la stagione; il Muravera che ha attraversato il Tirreno, giungendo fino ad Ostia e sceso in campo all’Anco Marzio è parso squadra quadrata, dotata di una buonissima impronta di gioco: con queste premesse, raggiungere l’obiettivo prefissato dalla società non sarà certamente un grosso problema.

Partono forte gli ospiti, che al 15′ vanno vicini al vantaggio: sponda di testa di Nurchi per la botta al volo di Nieddu, sulla quale Giannini è bravissimo ad opporsi in corner. La formazione lidense reclama un possibile calcio di rigore, per un presunto fallo di mano di Bruno sulla conclusione in area di Chiurco (21′). La risposta biancoviola, tuttavia, è soltanto rimandata di un paio di giri d’orologio: al 25′, infatti, Floris è protagonista di un duplice intervento “salva risultato”: l’estremo difensore sardo si oppone prima di piede sul tentativo di battuta a rete di Chiurco, ottimamente servito fra le linee da Facchini. Sugli sviluppi del corner susseguente, è Cabella a creare grattacapi al n°1 gialloblù, che ancora una volta risponde da campione, tenendo in partita i suoi. Si va così al riposo sul punteggio di 0-0.

La prima occasione della ripresa è per i padroni di casa, con il calcio di punizione del gioiellino scuola Roma Vasco: palla alta di pochissimo (4′). La risposta del Muravera è pressoché immediata, con il pallone che giunge in area a Vignati, il cui destro termina fuori di poco. Ostia ancora avanti al 15′: Pompei serve al limite dell’area per Mastropietro, la cui conclusione viene respinta di pugno da Floris; sulla ribattuta, Ferrari mette in rete, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I dubbi permangono. Il goal è comunque rimandato di appena tre minuti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Vasco, è il capitano biancoviola ad inserirsi nello spazio in area di rigore ed a realizzare di destro (18′). Passa appena un minuto ed i padroni di casa raddoppiano: assist di Scaccia per Ferrari, il cui tiro da fuori finisce alle spalle di Floris, per la gioia dei tifosi biancoviola. Il Muravera sembra aver accusato il colpo del micidiale uno-due lidense, con l’Ostia Mare che sfiora il tris in appena due giri di orologio: Cabella lavora un ottimo pallone, servendolo poi a Mastropietro che va al tiro, costringendo Floris ad una respinta stilisticamente non proprio perfetta, ma comunque efficace. L’azione prosegue con il team di casa che riconquista il pallone e va nuovamente alla battuta a rete da fuori, questa volta con Vasco. Floris blocca a terra. E’ questa l’ultima emozione dell’incontro: Ostia Mare batte Muravera 2-0, nell’antipasto della sfida di campionato, che si giocherà nel Sarrabus il prossimo 8 Settembre, alla seconda giornata del nuovo girone G della Serie D 2019-2020: l’Ostia Mare di Scudieri giocherà la terza gara consecutiva ufficiale in casa (questa volta con i tre punti in palio) contro il Latina, mentre i gialloblù di Loi saranno ospiti del rinnovato Lanusei di Gardini, in uno dei tre derby dell’isola (gli altri due sono Budoni-Arzachena e Latte Dolce-Torres, curiosamente di fronte anche oggi in Coppa).