Calcio: Eccellenza, E. Monterotondo-Montespaccato 3-1

Calcio: Eccellenza, E. Monterotondo-Montespaccato 3-1

22 Settembre 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 99

Questo articolo è già stato letto 346 volte!

Di Giorgio Zanirato

E. MONTEROTONDO: Alessandri, Palmerini, Pasqui, Bornivelli (28’st Ferrari), Di Paolo, Bellagamba, Filoia (45’st Pileri), Mastrantoni, Federici (48’st Fabrizi), De Marco (24’st Tiscione), Sganga (50’st Tomassetti). A disp: Baldoni, Antinelli, La Rosa, Fioravanti. All. Attilio Gregori

MONTESPACCATO: Tassi, Grimaldi, Pesarin (35’st Vitali), Guiducci, Nanci, Tariuc, Proietti (30’st Belardo), Colasanti (30’st Paruzza), Catese (35’st Tabascio), De Dominicis, Gambale. A disp: Langellotti, Finucci, Ferrari, Stampete, Zambrini. All. Fabrizio Ferazzoli.

ARBITRO: Colelli di Ostia

ASSISTENTI: Orlando e Pellegatta di Roma2

MARCATORI: 4’st, 45’st Federici (Monter); 11’st Gambale (Montes); 13’st Bornivelli (Monter)

NOTE: Spettatori 250 circa. Ammoniti: Tariuc, Proietti, Gambale, Bornivelli, Tiscione. Angoli: 4-2. Recupero: 0’pt; 6’st

MONTEROTONDO (RM) – Federici trascina ancora una volta l’Eretum Monterotondo al successo contro il Montespaccato (ex capolista) che vale il secondo posto alle spalle della nuova prima della classe, ovvero la sorprendente C. Tarquinia.

Dopo l’iniziale fase di studio, sono i padroni di casa a rendersi pericolosi per ben tre volte nell’arco di pochissimi secondi: prima ci prova l’ex Anagni di testa, sugli sviluppi di un cross proveniente dalla destra ad opera di Filoia (11′). Due minuti più tardi, lo stesso ex Civitavecchia decide di mettersi “in proprio”, creando non pochi grattacapi all’ex estremo difensore delle giovanili della Roma, Tassi, che fa sua la sfera in due tempi. Federici reclama a gran voce un calcio di rigore per il possibile tocco di mano da parte dell’ex Scalo Nanci: il pallone, però, carambola sul braccio dopo aver impattato con la gamba del calciatore del Montespaccato. Si va così all’intervallo sul parziale di partenza: 0-0

In avvio di ripresa, arriva il goal che sblocca il punteggio: Sganga propizia l’azione che porta alla conclusione di Filoia nel cuore dell’area, Tassi respinge ma il pallone finisce sui piedi di Federici, che di destro insacca nell’angolo opposto (4′). Sei giri di lancette più tardi, Filoia riceve palla e si accentra prima di calciare; il tiro a giro dell’ex Civitavecchia termina, però, fuori anche se non di molto (10′). Il Montespaccato perviene al pareggio dopo appena un minuto: cross dalla destra di De Dominicis e colpo di testa in avvitamento da parte di Gambale, che anticipa Di Paolo ed insacca alle spalle di Alessandri. Passano però altri due giri di lancette e l’Eretum mette nuovamente la freccia: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Palmerini riceve palla e mette al centro, dove Pasqui mette Bornivelli nelle migliori condizioni per colpire di testa e realizzare il nuovo vantaggio eretino. La formazione di Ferazzoli non ci sta a perdere: al 16′ è clamoroso il legno colpito da Catese ad Alessandri battuto; sulla ribattuta del palo è Colasanti a provarci, ma questa volta il gigante Mastrantoni s’immola per la causa e riesce a respingere la conclusione dell’ex Almas. Eretini ancora avanti nel finale: al 32′ ci prova Sganga da fuori; conclusione potente ma probabilmente troppo centrale per poter impensierire un Tassi che, comunque, non si fida della presa e respinge di pugno. A tempo regolamentare scaduto, arriva anche la doppietta personale di Federici (rete questa volta realizzata di testa) su assist di Sganga (45′).

Termina quindi 3-1 una sfida accesasi nella ripresa e che ha messo in evidenza due buonissime squadre (con uno Sganga davvero importante nelle fila degli eretini) che lotteranno fino alla fine per le primissime posizioni della graduatoria.