Calcio: Eccellenza, la decima giornata

Calcio: Eccellenza, la decima giornata

12 Novembre 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 28

Questo articolo è già stato letto 60 volte!

Di Giorgio Zanirato

Iniziamo a dare uno sguardo approfondito a ciò che accade nel massimo campionato regionale “d’oltre mare”, ovvero quello appartenente ai nostri dirimpettai della Sardegna.

Quello della domenica appena trascorsa è stato il decimo turno (sulle 30 giornate previste dal calendario): il Carbonia capolista, guidato da Marongiu, non è andato oltre l’1-1 sul campo del Bosa, compagine che occupa un rispettosissimo 6° posto in graduatoria: non basta la rete messa a segno nel primo tempo da Curreli ai bianconeri degli ex Arzachena Angheleddue e Figos, che vengono raggiunti nel secondo da Ledda. Questo risultato fa sì che il Carbonia venga riavvicinato dal duo inseguitrice formato dalla Ferrini e dal Castiadas, entrambe vittoriose rispettivamente contro il Guspini in casa e l’Arbus in trasferta.

Per quanto concerne la formazione di Pinna, protagonista di grandi successi a livello giovanile negli ultimi anni, segno tangibile di una crescita importante a livello societario, le reti sono arrivate grazie ad Argiolas, al grande bomber di casa ovvero il ’96 Gianluca Podda (sul quale aveva puntato i fari anche la Vigor Perconti, dopo averlo affrontato nelle finali nazionali Juniores, salvo poi rispedirlo al mittente) e l’autogoal di Ezeadi. A nulla è valsa la doppietta di Caddeo (uno su rigore) per gli ospiti. Successo britannico, invece, per la squadra di Cotroneo (con l’ex Sff Atletico e scuola Vigor Perconti e Savio Galantini in porta), che ringrazia Tesfai e Caraccio e liquida per 2-0 l’Arbus di Piras, proseguendo la rincorsa alla vetta. Alle spalle del trio di testa risale la Nuorese di Prastaro, che ha la meglio sul S. Marco di Antinori per 3-0, in virtù delle reti siglate da Ragatzu, Secchi e dall’ex Cynthia e Budoni (fra le altre) Luca Caboni (con un discreto passato anche in Serie C alle spalle di un ragazzo appena oltre i 30 anni, che avrebbe meritato ben altra carriera).

Due le importanti vittorie esterne che servono moltissimo in ottica classifica, sono quelle ottenute da Ghilarza e Ossese, sui campi di Olmedo (contro l’A. Uri) e di Sassari Li Punti, contro i padroni di casa del Li Punti. Importante, per dare un segnale al campionato in chiave salvezza è poi il successo britannico conquistato dal Taloro Gavoi di Romano Marchi, che liquida il La Palma grazie alle reti di Pili e Falchi, tornando così a lottare per togliersi dal fondo della graduatoria. Quello fra il Monastir ed il P. Rotondo è l’unico 0-0 di giornata, che serve probabilmente poco ad entrambe.