Calcio: Eccellenza, ottava giornata gir. A 2017-2018, Ladispoli-Cynthia 2-1

Calcio: Eccellenza, ottava giornata gir. A 2017-2018, Ladispoli-Cynthia 2-1

22 Ottobre 2017 0 Di puntoacapo

Hits: 1

Questo articolo è già stato letto 389 volte!

La premiata ditta Cardella-Sganga si ripete: dopo la Cimini, vittima del duo ladispolano è anche la formazione di Genzano

Di Giorgio Zanirato

20638217_1980144478940555_4502102787820553611_nLADISPOLI: Travaglini, Salvato, Mastrodonato, De Fato (22’st Bertino), Gallitano, Leone (19’st Lupo), Marvelli (43’st M. Sganga), A. Sganga, Cardella, La Rosa (34’st Rocchi), Pagliuca (18’st Tollardo). A disp: Agostini, Zucchi. All. Pietro Bosco

CYNTHIACYNTHIA: Scarsella, Paletta, Dell’Aquila, Massimiani (42’st Rapone), Scardola, Paloni (46’st Lisari), Mortaroli, Trippa, Di Mario, Morra (41’pt Di Meo; 34’st Izzi), Martena (1’st Provaroni). A disp: Orlandi, Masotina. All. Gianluigi Staffa

ARBITRO: Scotto D’Antuono di Roma1

ASSISTENTI: Boccafurni e Cecchi di Roma1

MARCATORI: 32’pt rig. Cardella (L); 38’pt A. Sganga (L); 32’st Di Mario (C)

NOTE: Spettatori 350 circa. Ammoniti: Trippa, Marvelli, Cardella, Lupo, Di Mario. Angoli: 8-7. Recupero: 2’pt; 5’st

LADISPOLI (RM) – L’ottava giornata del girone A nel massimo torneo regionale, propone (fra le altre gare in programma) lo scontro di medio-alta classifica, fra il Ladispoli e la Cynthia. Una sorta di primo esame di maturità per queste due compagini che aspirano a tornare grandi.

La prima occasione del match è targata Cynthia: lancio in profondità di Scardola per Mortaroli che arrivato al vertice destro dell’area, tenta un lob di destro con il pallone che esce a fondo campo (4′). Tre minuti più tardi, ancora genzanesi insidiosi in avanti: cross da destra ad opera dell’ex Ostia Mare e Lupa Roma per il colpo di testa di Di Mario; pallone a lato. La risposta tirrenica è affidata al destro di Cardella dal limite; palla deviata e dunque calcio d’angolo per il Ladispoli (13′). La gara si sblocca attorno alla mezz’ora di gioco, quando Scarsella commette fallo ai danni di Cardella e per l’arbitro è calcio di rigore (fra le proteste veementi del ds genzanese Mutalipassi borbottante per tutta la gara in tribuna). Dal dischetto l’ex Castiglione (C2) non sbaglia; Ladispoli in vantaggio. Il goal subìto mette un pò alle corde la squadra di Staffa (ex capitano dei tirrenici nei suoi trascorsi da calciatore, ndr); la formazione castellana è incapace di reagire e al 38′ patisce anche il raddoppio rossoblu, firmato Andrea Sganga, di testa su cross dalla sinistra ad opera di Marvelli. A. sGANGAPiove sul bagnato (in tutti i sensi visto anche le condizioni meteo di questa umida domenica di fine ottobre sul litorale e non solo, ndr) in casa Cynthia al 40′: Staffa è costretto a rinunciare al proprio faro del centrocampo Simone Morra a causa di noi muscolari; al suo posto Di Meo. La prima frazione si chiude con un altro tentativo da fuori di Cardella; palla a fondo campo. Il Ladispoli legittima dunque il doppio vantaggio al riposo, con una prestazione convincente ed in crescendo, dopo un inizio di gara più favorevole ai biancoblu ospiti.

Entrata a martelloChe l’arbitro Scotto D’Antuono lasci fin troppo proseguire lo si evince da quest’entrataccia di Mortaroli ai danni di Salvato: il difensore si è già liberato del pallone quando l’esterno genzanese entra ai suoi danni con il piede a martello. Probabilmente questo sarebbe stato un fallo sanzionabile quantomeno con il giallo (anche se quasi arancione) ma il fischietto scelto per l’occasione ha lasciato proseguire e dalla tribuna la società genzanese non ha proferito parola in merito…Il Ladispoli, forte del duplice vantaggio arretra un pò il suo baricentro, consentendo alla Cynthia di costruire gioco, pur senza impensierire più di tanto Travaglini. La squadra di Staffa ha però un sussulto al 33′, quando Mortaroli s’incarica della battuta di un piazzato dal limite; palla respinta di pugno in corner da parte dell’ex estremo difensore di G. Monteverde ed Ostia Mare. Sugli sviluppi del susseguente tiro dalla bandierina, il pallone arriva a Di Mario che in mischia, riesce a mettere alle spalle dello stesso Travaglini, firmando così il goal della bandierina (e della speranza biancoblu, ndr). Ma proprio in pieno recupero, è il Ladispoli ad avere l’occasione ghiotta per chiudere i conti: Travaglini rilancia e pesca ottimamente Bertino che, entrato in area,  mette al centro un pallone d’oro per il neo entrato Rocchi; ma il destro dell’ex Trastevere non è letale, anzi viene respinto a mano aperta da Scarsella, prima che Paletta intervenga a mettere definitivamente in calcio d’angolo per evitare guai (49′). E’ questa l’ultima emozione della sfida, che si chiude quindi con il successo del Ladispoli, utile a  dare continuità di risultati e che lascia la squadra di Bosco a stretto contatto con il vertice (attualmente lontano solo un punto).

Il Ladispoli vola. La coabitazione al secondo posto con il Crecas e la V. Artena testimonia la qualità tecnica di questo gruppo. Sta ora al tecnico mantenere alta la concentrazione anche in vista dell’inverno, perchè troppe volte negli ultimi campionati il sodalizio caro al mitico Presidente Umberto Paris ha vanificato in corso d’opera una partenza sprint. Questa città e questa società meritano di approdare in palcoscenici più importanti dell’Eccellenza (con il dovuto rispetto, s’intende). Cardella è uno dei trascinatori ed i suoi goal farebbero comodo a molte squadre, anche al piano di sopra. Sganga è uno dei centrocampisti più completi di questa regione e questo solo per dar merito a chi oggi ha segnato i gol vittoria, ma l’intera squadra è davvero di qualità. La Cynthia, dal canto suo, è un gruppo ricco di giovani di belle speranze (fra cui merita menzione Morra) coadiuvato da giocatori di maggior esperienza (ma che poi tanto più vecchi non sono) come Di Mario (’91), Trippa (’93), Scardola (’92), Mortaroli (’96) e Provaroni (’91): il gruppo di Staffa può sicuramente chiudere al meglio questa che è la prima stagione di “ritorno” in Eccellenza dopo una decade trascorsa in Interregionale. Il prossimo anno poi magari si penserà a cercare di primeggiare, provando a centrare il ritorno in D.

 

17  E. MONTEROTONDO, CIAMPINO

16  LADISPOLI, CRECAS, V. ARTENA

13  UNIPOMEZIA, ASTREA, CYNTHIA

12  V. DEL TEVERE, TOLFA

11  TOR SAPIENZA

9    R. MONTEROTONDO S., CIVITAVECCHIA

6    M. GROTTE CELONI, M. CIMINI

4    BOREALE, A. VESCOVIO

3    L. MARINO