Calcio: Juniores, Flaminia-A. Fiuggi 1-1

Calcio: Juniores, Flaminia-A. Fiuggi 1-1

16 Novembre 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 94

Questo articolo è già stato letto 309 volte!

Di Giorgio Zanirato

FLAMINIA: Fasanari, Zannetti (35’st Reinkardt), Stuppia, Pasculli (33’st Ulisse), Aloisi, Buffolino, Merloni, Cesetti (17’st Masotti), S. Rizzo (40’st Bote), Stentella, Coracci (31’st Carpenti). A disp: E. Rizzo, Giovannetti, Bravini, Ciambotti. All. Fabio Tocci

A. FIUGGI: Verdecchia, Ferrante, Vaglica, Scifoni, Vio, Guagliano, Fincato, Davi (29’st Ciarniello), Formisano, Gallinari, Larango (21’st Zanin). A disp: Stefanini, Caselli, Muzi, Grosso, D’Andrea, Guerrieri, De Lazzari. All. Mauro Natalini

ARBITRO: Saccà di Messina

ASSISTENTI: Di Giovenale e Romito di Viterbo

MARCATORI: 1’pt Formisano (A. F.); 4’st Coracci (FL)

NOTE: Spettatori 100 circa. Allontanato dalla panchina il Dirigente Acc. Vaglica (A. F.) al 39’st, per proteste. Ammoniti: Aloisi, Vio, Tocci. Angoli: 0-10. Recupero: 0’pt; 4’st

CIVITA CASTELLANA (VT) – Termina in parità il confronto al “Madami”, sotto la pioggia, fra i padroni di casa della Flaminia ed il quotato A. Fiuggi (già Sff Atletico). Match godibile e ricco di emozioni.

Al primo affondo, gli ospiti mettono già la freccia: Coracci scivola e perde il pallone, Larango lancia Gallinari sulla corsia mancina; questi sfrutta a dovere il mancato intervento in scivolata di Aloisi e s’invola verso la porta civitonica; una volta all’interno dell’area, serve un pallone d’oro per Formisano, al quale non resta altro da fare che depositare in rete di piatto sinistro (1′). Non tarda ad arrivare la risposta dei civitonici: è il 6′ sul cronometro quando Zannetti crossa al centro dalla destra; Merloni, seppur vistosamente trattenuto dal diretto marcatore, riesce a rovesciare verso la porta trovando la pronta risposta di Verdecchia, che respinge di pugno. Il pallone resta, tuttavia, nell’area di rigore tirrenico-ciociara e diventa ottimo per S. Rizzo, la cui conclusione termina incredibilmente oltre il montante trasversale.

Ospiti insidiosi al 19′, con la conclusione di Formisano (che chiede ed ottiene l’uno-due da Scifoni) da posizione impossibile, respinta di pugno dall’ottimo Fasanari. Aloisi perfeziona il disimpegno, spazzando via il pallone dalla propria area di rigore. I padroni di casa si riaffacciano davanti al 27′, con S. Rizzo che tarda un pò a servire i propri compagni in area, ma per sua fortuna il pallone giunge a Stentella, il cui destro rasoterra da fuori finisce di poco a lato. Due minuti più tardi, è ancora Flaminia: assist di Stuppia dalla sinistra per Merloni, la cui conclusione (questa volta) termina sul fondo, non lontanissima dal palo della porta ospite (29′).

Trascorrono altri due giri di orologio ed è ora l’A. Fiuggi ad andare vicinissimo alla rete del raddoppio: la conclusione di Gallinari, ancora una volta splendidamente lanciato da Scifoni, si stampa sul palo alla sinistra di un Fasanari graziato nella circostanza. Al 37′ è Larango a cercare la gioia personale dalla distanza; palla sul fondo nonostante il tuffo dell’estremo difensore civitonico. Si chiude dunque 0-1 il primo tempo, comunque ricco di episodi da raccontare e ricordare.

Al rientro dagli spogliatoi, è decisivo Fasanari in uscita sul contropiede ospite, che aveva messo Gallinari nelle condizioni di calciare liberamente in porta. Un’occasione per parte al 14′: prima il colpo di testa tentato da S. Rizzo, sugli sviluppi di un calcio piazzato, con il pallone uscito di pochissimo a lato; poi, sul ribaltamento di fronte, Fincato di destro calcia addosso al portiere di casa, fallendo una ghiottissima opportunità per chiudere i conti. Fasanari, in ogni caso, ancora una volta grande protagonista del match. Il goal è nell’aria ed arriva al 21′: è la rete che riporta in parità la Flaminia, propiziata da Merloni servito ottimamente da Stentella; il tiro del forte esterno italo-americano viene respinto da Verdecchia, ma sulla ribattuta si avventa come un falco Caracci, che di sinistro coglie in controtempo lo stesso n°1 ospite e fa esplodere di gioia la tribuna del Madami. Ospiti ancora insidiosi al 29′, con Gallinari nuovamente lanciato a rete e fermato splendidamente dall’estremo difensore dei civitonici. Il duello fra i due si ripete ancora una volta tre minuti più tardi, con l’A. Fiuggi che beneficia di un altro tiro dalla bandierina. La gara si chiude con il brivido sulla schiena di tesserati e tifosi della Flaminia: al 42′, infatti, Formisano avrebbe sui piedi la palla della doppietta personale, che sarebbe valsa tre punti d’oro per la formazione di Natalini, ma il suo diagonale termina incredibilmente sul fondo.

Non c’è altro tempo, le due squadre non riescono a superarsi nei minuti di recupero (4′) assegnati dal siciliano Saccà (altro fischietto rivedibile), chiudendo il match sul punteggio di parità (1-1) che probabilmente accontenta e scontenta (allo stesso tempo) ambedue le compagini: i civitonici da un lato, per l’ennesima buona prova fornita che è valsa appena un punto, anche se va sottolineato come i ragazzi di Tocci abbiano una idea di gioco ben precisa e una grinta ed un carattere importanti, che consentono rimonte (anche) impossibili. Prima o poi il successo arriverà. Fra i padroni di casa, da segnalare le ottime prove (soprattutto) di Fasanari e del solito Merloni, autori di grandi giocate; l’esterno italo-americano ha messo la propria firma sull’azione che ha portato al goal del pareggio, oltre ad averci provato in prima persona in diverse occasioni. Dall’altra parte, gli ospiti perché (risultati alla mano) avrebbero potuto riprendersi il primo posto in classifica, avendo sprecato occasioni importanti, con un Fasanari che ha letteralmente “chiuso la saracinesca” dinanzi alle avanzate tirrenico-ciociare. Tutto rimandato alla prossima settimana.