Calcio: Juniores Nazionale, 25ma giornata, Roma, L. Roma-Ladispoli 0-3

Calcio: Juniores Nazionale, 25ma giornata, Roma, L. Roma-Ladispoli 0-3

30 Marzo 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 37

Questo articolo è già stato letto 929 volte!

Di Giorgio Zanirato

L. ROMA: Frezzotti, De Angelis, Carlevale (18’st Palombo), Caiafa, De Palo, Negro, Francioni, Liberotti (13’st Trimboli; 29’st Molino), Cleri, N. Gerini, Ferrante (40’st Singh). A disp: Marini, Leone. All. Claudio Gerini

LADISPOLI: Kalbarczyk, Larocca (1’st Maroncelli), Roscioli, Manzari (24’st Squarcia), Di Filippo, Mundo, Cence (17’st Pallozzi Lavorante), Galluzzo, Pranzetti (27’st Camboni), Mastropietro, De Marco. A disp: Loioli, Quinti. All. Michele Micheli

ARBITRO: Ruggiero di Frosinone

ASSISTENTI: Fontana di Latina e Filabozzi di Roma1

MARCATORI: 11’st Cence; 22’st Pallozzi Lavorante; 30’st aut. Cleri

NOTE: Spettatori 50 circa. Gara iniziata con 10′ di ritardo. Ammoniti: Roscioli, Liberotti, Pranzetti. Angoli: 0-2. Recupero: 0’pt; 4’st

ROMA – Il Ladispoli di Micheli espugna il centro sportivo della Vigor Breda, in quel di Roma (zona di Torbellamonaca circa, per intendersi) e chiude nel migliore dei modi l’ultima trasferta stagionale del campionato Juniores 2018-2019 di pertinenza della serie D. Il secondo risultato rotondo consecutivo (senza subire goal) dopo il 3-0 all’Albalonga ottenuto sette giorni fa. E’ la quinta vittoria di fila (includendo anche la gara non disputata con l’Artena) con appena due reti subìte a fronte delle undici realizzate (a cui si dovrebbero aggiungere anche le tre della vittoria a tavolino, ndr).

In un primo tempo a dir poco soporifero, sono da segnalare solo un paio di occasioni per i tirrenici, pur senza troppa fortuna: al 5′ ci prova Pranzetti, ma l’attaccante rossoblù regala letteralmente palla al portiere avversario. Il secondo tentativo è di Mastropietro dal limite al 20′; questa volta l’ex Vigor Perconti Frezzotti ci arriva e devia il pallone con i pugni. Si va così all’intervallo sul parziale di partenza: 0-0 fra la Lupa Roma ed il Ladispoli.

Per assistere alla prima emozione della ripresa, occorre attendere l’11’ quando, da un cross di Roscioli dalla destra, il pallone giunge a Cence, che di destro batte l’estremo difensore di casa e porta in vantaggio il Ladispoli. Lupa frastornata e squadra di Micheli che ne approfitta, trovando il raddoppio undici giri di lancette più tardi: assist ancora una volta di Rosicoli e colpo acrobatico vincente da parte del neo entrato Pallozzi Lavorante, sul quale l’ex n°1 blaugrana non può far nulla. I tirrenici chiudono i conti al 30′ con la girata in area da parte di Camboni su azione d’angolo, che porta alla sfortunata deviazione in porta di Cleri, per il 3-0 dei rossoblù. Padroni di casa che si rendono pericolosi al 42′, sfruttando il clamoroso errore di Kalbarczyk, ma il tiro di Palombo scheggia la parte bassa del palo e finisce la propria corsa a fondo campo. In pieno recupero Pallozzi Lavorante fallisce la ghiotta opportunità della doppietta personale, calciando incredibilmente a lato. Sarebbe forse stata una punizione troppo eccessiva per la formazione di Gerini, che nella prima frazione di gara ha anche fatto intravedere trame di gioco interessanti, nel torpore generale di una frazione “da sbadigli”.

Va così in archivio anche la penultima giornata del campionato nel girone laziale: sabato si chiude con Ladispoli-Trastevere e Anzio-Lupa Roma.