Calcio: Serie D, 18ma giornata gir. G 2018-2019, Ladispoli-Anzio 2-0

Calcio: Serie D, 18ma giornata gir. G 2018-2019, Ladispoli-Anzio 2-0

16 Dicembre 2018 0 Di puntoacapo

Hits: 41

Questo articolo è già stato letto 694 volte!

LADISPOLI (4-4-2): A. Salvato; G. Salvato, Gallitano, Leone, Lisari (33’st Casavecchia); Pagliuca (18’st Manoni), Tollardo (41’st Manzari), Sganga (43’st Pallozzi Lavorante), Mastrodonato; De Fato, Zucchi (22’st Del Signore). A disp: Travaglini, Maroncelli, Bertino,  Antonangeli. All. Carlo Cotroneo

ANZIO (4-4-2): Rizzaro; Florio, Fiacco (27’st Minunzio), Labate, Di Palma; Pirazzi (42’st F. Di Magno), Sterpone (37’st Anello), Voltasio, Faiello; Prandelli, Ludovisi. A disp: Trombetta, Arena, M. Di Magno, Papa, Santarelli, Floris. All. Guglielmo Bacci

ARBITRO: Catallo di Frosinone

ASSISTENTI: De Gregorio di Isernia e Quici di Campobasso

MARCATORI: 16’pt Gallitano; 38’st Sganga

NOTE: Spettatori 200 circa. Espulso: Prandelli (A) al 10’st, per somma di ammonizioni. Ammoniti: Pagliuca, Tollardo, Sterpone, Sganga, Fiacco, Manoni, Minunzio. Angoli: 6-4. Recupero: 1’pt; 5’st

LADISPOLI (RM) – Tanta sofferenza e qualche errore di troppo. Ma il Ladispoli riesce comunque a superare l’ostacolo Anzio, con un risultato all’inglese e questo alla fine è ciò che conta.  

La prima occasione da rete è per i padroni di casa: al 7′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da De Fato e prolungato da Sganga, Lisari vistosamente trattenuto riesce comunque ad indirizzare di testa verso la porta; Rizzaro evita problemi toccando in calcio d’angolo. La risposta della formazione ospite non tarda ad arrivare e si concretizza nel calcio da fermo di Sterpone, sul quale Salvato risponde con grande scelta di tempo. Successivamente Fiacco commette fallo, nel tentativo di sradicare la sfera dalle mani dello stesso portiere ladispolano e l’azione si esaurisce con un calcio piazzato per i padroni di casa (11′). La rete è comunque nell’aria, ed arriva puntuale tre minuti più tardi: cross dalla sinistra di De Fato e colpo di testa vincente di Gallitano nel cuore dell’area piccola. La gara si fa scorbutica e spigolosa, con Catallo che fatica non poco a tenere calmi gli animi in campo. La prima frazione di gara si chiude con il tentativo di Sterpone su calcio piazzato; palla a lato di poco (44′). 

Il secondo tempo si apre con un’azione manovrata dei ragazzi di Cotroneo, chiusa dal destro da dimenticare di Tollardo dal limite. La squadra di casa costruisce un paio di occasioni nitidissime per il raddoppio attorno al 20′, dopo un periodo di black out dovuto al possesso palla portodanzese, rivelatosi comunque sterile in fase d’attacco. Prima Manoni e poi soprattutto De Fato non riescono a portare il Ladispoli sul doppio vantaggio per una questione di centimetri. Lisari al 25′ spedisce sul fondo un calcio piazzato, mentre tre minuti più tardi è De Fato a calciare alle stelle da ottima posizione. La formazione di Bacci sfiora il clamoroso pareggio in dieci contro undici al 36′: Pirazzi si fa però neutralizzare la conclusione da Salvato e il Ladispoli si salva. La rete della vittoria ladispolana arriva comunque dopo un minuto: Manoni serve De Fato che, invece di calciare in porta serve all’indietro per Sganga, il cui piatto destro in corsa non perdona: 2-0 Ladispoli e partita in ghiaccio. Nel finale di match c’è gloria per due ragazzi giovani, che fanno il loro esordio assoluto in prima squadra: Patrizio Manzari e Lorenzo Pallozzi Lavorante, ovvero un 2000 ed un 2001 passati per la Juniores e da qualche tempo aggregati ai più grandi, ma che mai fino ad ora avevano avuto occasione di giocare qualche scampolo di partita. Giusto Manzari è subentrato nella vittoriosa spedizione di Sassari, contro la Torres ma per pochi minuti. Al 46′ ci prova Del Signore, ma il suo tiro a giro termina a fondo campo. 

Finisce quindi 2-0 per un Ladispoli che ritrova confidenza con la vittoria, raggiunge quota 20 punti e si prepara al meglio per la trasferta di Colleferro di settimana prossima, con la quale saluterà un 2018 trionfale per i colori rossoblù, dando altresì l’appuntamento ad un 2019 che si spera ricco di soddisfazioni. D’altro canto, il neo tecnico Bacci non ha ancora potuto fare nulla con questi ragazzi, essendo giunto ad Anzio nelle ore dell’immediata vigilia della trasferta ladispolana. Da martedì, l’ex allenatore di Torres e Terracina, si metterà realmente al lavoro per provare a compiere il miracolo salvezza con i neroniani. In bocca al lupo!