Calcio: Serie D, il punto della situazione

Calcio: Serie D, il punto della situazione

14 Novembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 206 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Analizziamo, come ogni lunedì, quanto accaduto nei tre gironi di Serie D nei quali sono impegnate le nostre formazioni laziali. 

 

Partiamo dal girone E, che registra un cambio al vertice della classifica: l’Arezzo viene fermato sul pari dal Montespaccato (reti di Attili per i romani e dell’ex Padova Castiglia per gli amaranto) e viene scavalcato dalla Pianese, vittoriosa per 3-1 a Città di Castello. Per quanto riguarda le nostre compagini, il Flaminia impatta a reti bianche con il fanalino di coda Orvietana (gli umbri sembrano aver una marcia in più da quando hanno cambiato allenatore), restando comunque in piena zona playoff; scivola invece l’Ostia Mare al “Picchi” di Livorno (stadio che ha vissuto il palcoscenico della serie A, ndr): i labronici vincono per 3-1, con le reti di Bruzzo, dell’ex Crotone Torromino e del figlio d’arte Lucarelli. A poco è servito il centro dell’ex Carpi e Mantova De Cenco nei gabbiani, che restano invischiati nella lotta per non retrocedere. Nelle altre gare, tre punti davvero importanti li ha conquistati il Poggibonsi, sul campo del Seravezza Pozzi, mentre sono finite in parità le sfide Ghiviborgo-Trestina, Ponsacco-Altopascio e T. Traiana-Gavorrano. Crolla, infine, in casa il Grosseto contro la Sangiovannese e la strada verso la salvezza resta complicata, soprattutto alla luce di quanto espresso dai calciatori che non percepiscono stipendi da due mesi. 

 

Passiamo al girone F, che in questo turno ha registrato una vittoria, un pareggio e due sconfitte per le nostre realtà calcistiche regionali. I tre punti li ha raccolti il Trastevere di Cioci, che continua ad inseguire il Pineto capolista (3-0 al N. Florida, che ha causato l’allontanamento di Del Grosso, sostituito da Boccolini; è il terzo allenatore degli ardeatini in un anno post-Bussone): la formazione di Monteverde batte di misura il Chieti e continua il testa a testa con gli abruzzesi. Pareggia il CynthiAlbalonga di D’Antoni, al “Riviera delle Palme”, contro il P. D’Ascoli: a Spagna per i marchigiani risponde Ferri Marini. Prima negativa al Riano Athletic Center (ex Nicola Urbani) per la Roma City di Statuto, che cede di misura al Montegiorgio nella sfida salvezza e resta ultima da sola in fondo alla classifica, visto che il Termoli ha pareggiato a reti inviolate contro il Senigallia. Per quanto riguarda le altre, Fano e Vastogirardi non si fanno del male, terminando la gara sull’1-1 che non accontenta nessuno; perde la terza gara stagionale Scorsini sulla panchina dell’Avezzano, nel match del “Dei Marsi”, contro il Matese di Urbano, formazione in evidente risalita e con un’identità precisa rispetto ad inizio stagione. Tre punti di vitale importante, in ottica salvezza, sono quelli ottenuti da Vastese e Notaresco, rispettivamente contro Samb e Tolentino. 

 

Chiudiamo con il girone G, nel quale troviamo il maggior numero di formazioni laziali impegnate in serie D. Dietro alla capolista Sorrento, che batte di misura anche l’Artena, troviamo L. Frascati e Cassino, entrambe vittoriose in trasferta contro Palmese ed Aprilia (duro lo sfogo del tecnico Mariotti a fine gara, ndr). Oltre alla formazione rossoverde arteniese, in piena bagarre salvezza troviamo anche il Pomezia (2-2 in Sardegna contro l’A. Uri) ed il Tivoli (sconfitto dall’Angri). Ma in Campania c’è fortunatamente anche chi sorride (alla pari dei castellani di Chiappara, come abbiamo detto) ed è lo Scalo, capace di violare per 3-2 il difficile campo del Portici. Chiudono il programma i pareggi di Caserta (0-0 fra i padroni di casa e l’Arzachena), di Nola (2-2 con la Paganese) e quello sardo fra l’Ilvamaddalena ed il C. O. S.