Calcio: Serie D, il Ds Musa riparte da una piazza importante ed esigente come Avellino

Calcio: Serie D, il Ds Musa riparte da una piazza importante ed esigente come Avellino

19 Agosto 2018 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 9

Questo articolo è già stato letto 676 volte!

L’ex dirigente di Aranova e L. Roma scelto per il progetto tecnico irpino

Di Giorgio Zanirato

 

Una scelta non facile, ma sicuramente attraente: riportare Avellino e la passione irpina per il club biancoverde nel calcio che conta. Questo il compito affidato al Presidente De Cesare dal sindaco della città campana Ciampi, nel tentativo di far appassionare nuovamente  a questi colori i tanti sostenitori delusi da un’estate torrida, che li ha visti privati del calcio professionistico dopo nove anni. Il neo Presidente (già patron della Sidigas, società che sponsorizza la formazione cittadina che milita nel torneo di A1 di basket, ndr) si è subito messo al lavoro per ideare un progetto a lunga scadenza, che possa tuttavia riportare al “Partenio” quella serie B sfuggita solo poche settimane fa. Lo staff è in via di composizione, così come il roaster di calciatori che dovranno affrontare la nuova stagione nei Dilettanti; un paio di nomi dirigenziali sono già stati svelati: il Dg o General Manager (come chiamato da tutti i giornalisti della zona) è Nicola Alberani, uomo di fiducia del Presidente De Cesare, mentre per il ruolo di Direttore Sportivo è stato scelto Carlo Musa, giovane dirigente (ed ex calciatore, dal momento che a dispetto della sua giovane età, vanta un passato come portiere) che abbiamo imparato a conoscere subito appena “appesi i guantoni al chiodo”, giacché divenuto ds dell’Aranova (Promozione) e poi del nuovo assetto societario della Lupa Roma, in seguito alla retrocessione dalla Serie C e dunque nel post Cerrai. Un’avventura stimolante, come lui stesso l’ha definita in sede di presentazione ufficiale a stampa e tifosi irpini; un direttore sportivo giovane ma già di esperienza in una categoria non nuova all’ambiente dei “lupi biancoverdi”, ma che lo sarà per la nuova proprietà (abituata ad un altro sport, con ritmi differenti). Per Musa ora, in sinergia con Alberani e De Cesare (ma anche con il nuovo tecnico Archimede Graziani (ex Lanusei e Mantova) inizia la fase più difficile e delicata, ovvero quella legata alla formazione della squadra che avrà l’obbligo di ben figurare in Interregionale, puntando magari alla promozione nei professionisti già alla fine della stagione oramai alle porte. 

IN BOCCA AL LUPO CARLO E FORZA AVELLINO!