Calcio: U19, Finale, Romulea-V. Perconti 1-0

Calcio: U19, Finale, Romulea-V. Perconti 1-0

8 Maggio 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 94

Questo articolo è già stato letto 183 volte!

A Cerveteri, la formazione di Feroce si impone sui più quotati avversari della Perconti, grazie ad un’ottima prova corale

Di Giorgio Zanirato

ROMULEA: Arsene, Grimaldi (10’st Silvestro), Monacu, Torsellini, Piermattei, Vitiello, Menniti, Belardo, Potenza (21’st Settembre), Falanga, Pellegrino. A disp: Mataloni, Cerbara, Rotoloni, Farina, Gnahe, Turchetti, Luccitti. All. Fabrizio Feroce

V. PERCONTI: Alessandrini, Pastorelli, Fasolo, La Posta, Teti, Orsili (2’sts Galardi), Piromalli (12’st Arduini), Camara, Martellacci (28’st De Bellis), Criscuolo (34’st Barba), Finucci (18’st Gambioli). A disp: Marchini, Delle Monache, De Paolis, Tampwo. All. Francesco Bellinati

ARBITRO: Caruso di Viterbo

ASSISTENTI: Tartaglia di Ostia e De Salazar di Roma1

MARCATORE: 10’sts Belardo

NOTE: Spettatori 200 circa. Ammoniti: Teti, Silvestro, Arduini. Angoli: 6-7. Recupero: 1’pt; 3’st; 1’pts; 0’sts

CERVETERI – Un sogno diventato realtà. La Romulea, alla prima finale della sua storia nella Juniores Elite (così come il suo tecnico Fabrizio Feroce), conquista il titolo Regionale ed ora rappresenterà il Lazio nelle fasi nazionali che portano alla finale Tricolore del “Gino Bozzi” di Firenze, in programma per il prossimo 15 giugno.

Fin dalle battute iniziali, si capisce come sia proprio la formazione giallorossa a giocare un calcio migliore, al cospetto di una grande di questa categoria, che vanta trionfi memorabili ottenuti negli ultimi anni: prima il colpo di testa di Torsellini (2′) su azione d’angolo e poi la clamorosa occasione sciupata da Menniti (17′), mettono subito pressione alla Vigor, che non riesce ad opporre le giuste contromisure. La timida risposta blaugrana si materializza al 22′ nel calcio piazzato dal limite ad opera dell’ex Atletico 2000 Piromalli; Arsene è però attento e bravo nel deviare oltre la traversa. Su quest’azione cala il sipario all’Enrico Galli di Cerveteri: il primo tempo della finalissima regionale si chiude dunque in parità: 0-0.

In avvio di ripresa è ancora la Romulea a rendersi insidiosa sull’asse Pellegrino-Belardo: il primo va via a Teti sull’out di destra, arriva a fondo campo e serve al compagno un assist d’oro; la conclusione del centrocampista giallorosso sfiora l’incrocio dei pali ed esce. Occasionissima per il vantaggio da parte dei ragazzi di Feroce (7′). La girandola dei campi porta sul rettangolo verde altri protagonisti con la categoria Allievi, nel recente Torneo delle Regioni: Galardi e De Bellis da una parte, Silvestro dall’altra. In campo anche Arduini, protagonista insieme a Menniti della finale scudetto di Frosinone contro il CR Puglia.

E’ però al 38′ che la Perconti dà un segnale importante di vita: Orsili chiede ed ottiene l’uno-due a Gambioli, che gli restituisce palla nel cuore dell’area. Il n°6 in maglia bianca prova a calciare verso la porta, nonostante i tre avversari addosso e, per poco, non inganna Arsene. Bravo il portiere a tenere il pallone con la punta dei guantoni ed a salvare i suoi da una rete forse già scritta. Sul punteggio di partenza si chiude anche il secondo tempo. Per decidere la squadra che trionferà in questa finale, succedendo al Tor di Quinto nell’albo d’oro della manifestazione, saranno dunque necessari due tempi supplementari.

E’ la terza volta consecutiva che la Vigor Perconti arriva ai 120′ (nelle altre due finali poi l’epilogo giunse ai tiri di rigore, con due vittorie del team di Massimo Testa); in questa stagione, i ragazzi di Bellinati hanno giocato la semifinale contro i Campioni Regionali in carica ed hanno ottenuto il pass per quest’ultimo atto, proprio nei supplementari. Nulla da segnalare nei primi 15′ suppletivi; è invece al 4′ della ripresa che la Romulea si rende pericolosa con la conclusione di Menniti da posizione impossibile, con Alessandrini che si rende protagonista di una parata importante, stilisticamente forse più adatta ad uno scatto fotografico, ma comunque cruciale ai fini del risultato. Il goal partita arriva al 10′: assist di Settembre per Belardo, che dal limite beffa il n°1 blaugrana: è il vantaggio dei giallorossi, una rete che risulterà poi cruciale ai fini del trionfo del team di S. Giovanni.

Al triplice fischio finale scatta l’apoteosi giallorossa, con le lacrime di gioia del tecnico che è sicuramente incredulo per quanto fatto. E’ la vittoria dei ragazzi, il successo di una squadra che gioca bene a calcio, ma è anche e soprattutto la vittoria della famiglia del tecnico, ripagata nel modo migliore per i tanti sacrifici di tutti questi anni: papà Franco e figlio Manuel potranno essere così una volta di più orgogliosi del proprio Campione, finalmente entrato nel “gotha” dei tecnici che hanno beneficiato della conquista di un alloro regionale. Adesso la Romulea attenderà di scoprire come andrà a finire la gara fra il Foligno ed il Fucecchio: mercoledì infatti, la squadra di Feroce affronterà la perdente di tale confronto e poi si giocherà la qualificazione ai quarti del 25 Maggio, nell’ultima gara del triangolare.

D’altra parte, ancora una finale amara per Bellinati ed i suoi ragazzi, la terza di fila, dopo i due ko ai calci di rigore contro il Tor di Quinto. Dalla stagione 2011-2012, però, i blaugrana non hanno mai mancato l’appuntamento con la finalissima e questo è certamente un record condiviso proprio con la formazione di Roma Nord. La compagine di Colli Aniene ora si concentrerà sulla permanenza in Eccellenza ed il prossimo anno ripartirà di nuovo per provare a centrare la nona qualificazione di fila all’ultimo atto di un campionato che, da quel meraviglioso titolo regionale (poi meritatamente bissato con il Tricolore a Firenze) conquistato da una squadra formidabile con giocatori come Nasti, Borgia, De Luca, Cardella, Castellano, Francesco Di Bari, Santori (solo per citarne alcuni), li ha sempre visti protagonisti negli ultimi otto anni. Le generazioni cambiano: probabilmente la Vigor non ha più potuto contare su un organico così forte come quello del campionato 2011-2012, ma il sodalizio caro al Presidente Perconti parte sempre in prima linea in quella che è per denominazione la categoria regina del Settore Giovanile Regionale.