Calcio: U19 (Juniores) Nazionale, 8a giornata gir. H 2018-2019, Anzio-Ladispoli 2-2

Calcio: U19 (Juniores) Nazionale, 8a giornata gir. H 2018-2019, Anzio-Ladispoli 2-2

3 Novembre 2018 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 37

Questo articolo è già stato letto 550 volte!

Occasione persa per i rossoblu di Micheli, ai quali non basta neanche la classe e la qualità tecnica dei “discesi dal piano di sopra”; c’è ancora da fare tanto lavoro. Portodanzesi risollevati dall’innesto del forte attaccante ’94 della prima squadra

Di Giorgio Zanirato

ANZIO: Raponi, Andreoli, Intriago, Faitanini, Nunnari, La Monaca (50’st Duvanov), Alberici (9’st Floris), Arena (48’st Dello Iacono), Abukheit (21’st Ronci), Vitale, Barbacci (48’st Feliciangeli). A disp: Statello, Meslob, Catena. All. Anacleto Cesarini

LADISPOLI: Miccinilli, Maroncelli, Roscioli (34’st Buonanno), Monici, Quinti, Mignanti, Vagnarelli (25’st Di Filippo), Manzari (23’st De Marco), Pallozzi Lavorante, Zucchi (38’st Camboni), Antonangeli (48’st Galluzzo). A disp: Kalbarczyk, Larocca, Mastropietro, Cence. All. Michele Micheli

ARBITRO: Angiolosanto di Ostia

ASSISTENTI: Fontana e De Giovanni di Latina

MARCATORI: 5’pt Zucchi (L); 14’pt Pallozzi Lavorante (L); 32’pt La Monaca (A); 2’st Abukheit (A)

NOTE: Spettatori 100 circa. Zucchi (L) al 29’st manda un calcio di rigore sul palo. Ammoniti: Abukheit, Nunnari. Angoli: 5-6. Recupero: ‘0pt; 5’st

ANZIO (RM) – Nell’ottava delle tredici giornate del girone H dell’U19 di riferimento alla Serie D, il Ladispoli rigenerato dalla “cura Zucchi” fa visita ad un Anzio in crisi di risultati, esattamente come la formazione di Micheli. Al “Bruschini B” (antistadio) si affrontano dunque due squadre che puntano al rilancio in un campionato dalle poche motivazioni. 

La prima emozione la regalano gli ospiti: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Antonangeli gira verso la porta in acrobazia; Raponi si allunga e devia in corner, il secondo consecutivo per i rossoblu. Il goal è comunque nell’aria, ed arriva puntuale al 5′ grazie all’intuizione vincente di Zucchi, il cui pressing costringe all’errore l’estremo difensore portodanzese, che così regala in maniera fin troppo semplice il pallone del vantaggio ospite; a nulla serve il tentativo di deviazione da parte di Intriago, che non riesce ad evitare la realizzazione. Al 9′ ci prova ancora una volta Antonangeli, dopo un’azione personale davvero da campione consumato di Zucchi, con il pallone respinto in qualche modo dalla retroguardia di casa; palla larga. Quattro minuti più tardi, Antonangeli prova ad imbeccare Pallozzi Lavorante che però non colpisce un pallone ghiottissimo; Raponi si salva. Ma la “giornata no” dello sfortunato estremo difensore di casa prosegue comunque e si materializza ancora una volta con un erroraccio nel disimpegno della sfera, che permette allo stesso attaccante rossoblu ’01 di realizzare il raddoppio al 14′. Tre giri più tardi, ancora una volta Antonangeli ci prova da fuori con un pallonetto che, tuttavia, non si abbassa abbastanza per mettere in difficoltà il portiere portodanzese. L’Anzio della prima frazione di gara è tutto concentrato nel solo tentativo di testa di Alberici, su azione di rimessa laterale; palla alta oltre il montante trasversale di un Miccinilli assolutamente “spettatore non pagante”. La formazione guidata in panchina dall’ex tecnico della Juniores Elite del Falasche trova però il goal della bandiera con caparbietà al 32′, quando su azione di calcio d’angolo, il più lesto di tutti a piazzare il colpo vincente in mischia è il capitano La Monaca: Anzio-Ladispoli va dunque al riposo sul parziale di 1-2 in favore della squadra ospite. 

Il Ladispoli torna però in campo decisamente con un atteggiamento diverso rispetto ai primi 45′ di gara; l’esperto attaccante ’94 Abukheit, “in prestito” dalla prima squadra per mettere di nuovo benzina nelle gambe, sfrutta un’indecisione difensiva degli ospiti e sigla il 2-2 per l’Anzio. Un risultato sicuramente incredibile per quanto si era visto nella prima frazione di gioco. I due allenatori provano a cambiare l’inerzia della sfida, dando fondo alle rispettive energie presenti in panchina, ma il risultato non cambia. L’episodio che potrebbe spostare gli equilibri del match arriva soltanto al 28′: da una rimessa laterale nella metà campo del Ladispoli, La Monaca (in evidente vantaggio) si fa beffare da Zucchi che, vistosamente trattenuto per la maglia, riesce comunque ad entrare in area dove viene atterrato dallo stesso capitano della squadra U19 cara al Presidente Rizzaro (presente dietro la porta portodanzese e artefice di un simpatico siparietto con lo stesso Zucchi). Dal dischetto, il pur bravo fantasista ospite angola benissimo, Raponi intuisce ma la sfera si stampa sul palo (29′). E’ questa l’ultima emozione della sfida, che dunque termina sul punteggio di 2-2 al “Bruschini”. 

Un risultato che serve solo a muovere un pò la classifica, ma che serve poco ad entrambe in chiave classifica: per fortuna di Ladispoli ed Anzio, il campionato non prevede retrocessioni, altrimenti per queste due squadre si farebbe davvero dura. Un tempo a testa, fondamentalmente, quindi il risultato di parità ci sta. Abukheit ha senza dubbio fatto la differenza, ma non sarebbe potuto essere altrimenti, visto che si tratta di un calciatore del ’94 che ha dalla sua l’esperienza maturata con la prima squadra. Entrambe le formazioni dovranno lavorare ancora molto per poter dimostrare una crescita che, al momento, non si è manifestata in nessuno dei due casi. In casa Ladispoli, Zucchi se gioca inevitabilmente fa la differenza, sposta gli equilibri e può fare tranquillamente il suo anche in serie D, ma questo ragazzo ha bisogno di giocare per acquistare sempre maggior fiducia; dicembre si avvicina e nel mercato di riparazione potrebbe accadere davvero di tutto. 

Sabato si torna in campo così: Albalonga-Anzio (derby a Pavona) e Artena-Ladispoli (salvo sorprese si dovrebbe giocare al Comunale di Valmontone, come da richiesta iniziale del club rossoverde); entrambe con inizio gara fissato alle 14:30. Una nuova giornata, un altro turno di passione calcistica e di lavoro per chi trasforma una passione in un lavoro. 

 

20  APRILIA

17   FLAMINIA, TRASTEVERE

15   SFF ATLETICO, CASSINO, LATINA

10   OSTIA M., MONTEROSI

9     ALBALONGA, ANAGNI

7     ARTENA

6     LADISPOLI

5     ANZIO

1      L. ROMA