Calcio: Dieci anni d’amore

Calcio: Dieci anni d’amore

20 Gennaio 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 94

Questo articolo è già stato letto 324 volte!

Di Giorgio Zanirato

Ieri è stata la giornata, anzi la serata dedicata al nostro grande Campione, l’indimenticato ed indimenticabile Roberto Ielasi. Nell’oramai consueta cornice del campo sportivo sede del Setteville Caserosse (zona tiburtina), si è svolta la partita del cuore, dedicata al fantasista di La Rustica, ex gloria calcistica regionale che militava nella Tor Tre Teste: per l’occasione (la quarta consecutiva in questa sede, dopo le quattro edizioni del memorial organizzate dalla società di Via Candiani e le gare disputate prima al “Castelli” e poi proprio al campo di via Galatea, sede del La Rustica). E’ stata questa l’edizione che ha raccolto (per la prima volta) tanti ragazzi di quella Tor Tre Teste, divisi fra “prima squadra” e Juniores, nelle quali militava il nostro Roberto: in aggiunta ai “soliti noti” ed ai genitori Enrico e Cristina, infatti, sono scesi in campo Simone Fabio, Damiano Balzani, Nicola Cuozzo, il portierone Alberto Galassi (fra gli altri) che hanno onorato al meglio questo decimo appuntamento con il ricordo del nostro grande campione.

Gara nella quale il “man of the match” è stato sicuramente Simone Zampetti, preso anche goliardicamente di mira dai suoi ex compagni di squadra (ma per la circostanza avversari) per via di un assist involontario in occasione di una delle reti firmate da Federico Volpi. La gara si è poi chiusa con i calci di rigore, che hanno visto grande protagonista Galassi, proprio come ai tempi d’oro della squadra che militava in Eccellenza agli inizi del duemila. La serata è poi proseguita con la cena, alla quale ha preso parte una piccola delegazione di ragazzi: le tante risate e la buona compagnia hanno fatto sì che tutto si svolgesse e concludesse per il verso giusto.

Il modo più giusto per ricordare un grande Campione dentro e fuori dal campo, che continuerà a mancare tantissimo ai suoi cari ed a tutti noi che lo abbiamo conosciuto.