Pallanuoto: F&D, parola a Sara Carosi

Pallanuoto: F&D, parola a Sara Carosi

12 Febbraio 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 72

Questo articolo è già stato letto 145 volte!

Vittoria sofferta ma meritata nell’ultimo turno di campionato per l’F&D Waterpolis, che ha battuto un’ottima Vis Nova nella Piscina di casa. Il terzo successo in altrettante gare ha regalato la vetta alle castellane, in condominio con il Tolentino. E il calendario ora mette di fronte proprio le marchigiane e le ragazze di Di Zazzo per una sfida d’alta quota che può già dire molto sulle ambizioni di entrambe. Ne abbiamo parlato con Sara Carosi, che ha analizzato così il momento della squadra.

Sara Carosi, partiamo dalla gara di domenica: la Roma Vis Nova vi ha fatto soffrire e non poco, meriti loro o demeriti vostri?

Sicuramente loro hanno fatto il più possibile per limitarci e noi, specialmente nei primi due tempi, siamo state al loro gioco invece di impostare il nostro e sfruttare ogni occasione”.

Il campionato sta dimostrando un elevato tasso di difficoltà, anche se alla fine le tre gare finora disputate sono coincise con tre vittorie. Era il tipo di contesto che vi aspettavate di affrontare?

Non ci aspettavamo di certo un campionato facile, ma credo che tre giornate non bastino per capirne la difficoltà. Continueremo a prescindere ad allenarci con intensità e concentrazione”.

Domenica prossima è già scontro al vertice contro il Tolentino: le uniche due squadre a punteggio pieno si affrontano ed è legittimo ipotizzare che una delle due finirà primatista solitaria. Che sensazioni hai per il match?

Personalmente non vedo l’ora, ho delle compagne di squadra di cui mi fido e sono sicura che daremo il massimo l’una per altra al fine di portare a casa il risultato. Non sarà una partita facile anche perché giocheremo fuori casa, ma confido in noi”.

Personalmente sei soddisfatta del gioco espresso dalla squadra e delle tue prestazioni individuali fino a questo momento?

“Sono contenta perché abbiamo rotto bene il ghiaccio e siamo molto affiatate sia fuori che dentro l’acqua anche se dobbiamo migliorare su alcune cose, ma la volontà non è certo una cosa che manca nella squadra. Singolarmente mi ritengo abbastanza soddisfatta, ho ancora tante cose da imparare e spero di migliorare il più possibile.

Un’altra notizia importante è la tua convocazione nella collegiale azzurra: un traguardo meritato e che ti dà nuovi stimoli, come stai vivendo questo riconoscimento?

Sono emozionata all’idea e per questo cerco di allenarmi al meglio. Non vedo l’ora di andare in collegiale e far vedere chi sono.

Rocco Della Corte


Ufficio Stampa
F&D H2O – Settore Comunicazione