Pallanuoto: Linda Minopoli a 360°

Pallanuoto: Linda Minopoli a 360°

29 Gennaio 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 1361

Questo articolo è già stato letto 1371 volte!

Pronti e via, l’F&D Waterpolis ha subito conquistato i primi tre punti con un rotondo 20-6 ai danni dei Castelli Romani. Il capitano e portiere Linda Minopoli si è resa protagonista di tanti begli interventi, e nella sua intervista settimanale guarda alla partita trascorsa e a quella prossima contro il Flegreo suonando la carica per un cammino iniziato bene ma ancora lunghissimo.

Linda Minopoli, è arrivato il tanto agognato esordio con la vittoria ai danni dei Castelli Romani. Come hai visto la tua squadra al primo appuntamento ufficiale?

Pronta e decisa a scendere in vasca e portare a tutti i costi un buon risultato a casa. Essendo la prima dovevamo rompere il ghiaccio e fortunatamente ci siamo riuscite nel migliore dei modi.

Si apre un’altra avventura, un’altra stagione, un’altra era: dopo la retrocessione quanto è stato difficile ripartire e con quale spirito state affrontando la realtà della Serie A2?

L’anno scorso al termine dell’A1 non ero per nulla soddisfatta, è stato un anno lungo e pieno di sacrifici, non arrivare nemmeno ai playout è stato un duro colpo, non solo fisicamente per via della stagione molto intensa, ma anche mentalmente. Ricominciare dopo un anno del genere non è mai facile, infatti abbiamo avuto la necessità di confrontarci più volte tra noi “vecchiette” e siamo arrivate alla conclusione che per far bene quest’anno dovevamo trovare la tranquillità e la serenità che ci avevano fatto raggiungere negli passati molti traguardi. Soltanto se continueremo ad essere compatte, sostenendoci l’una con l’altra, riusciremo ad ottenere buoni risultati e devo dire che l’entusiasmo delle ragazze più giovani è stata una marcia in più per ricominciare al meglio la stagione.

Domenica si va subito su un campo ‘caldo’: il Flegreo è una delle avversarie più ostiche sia per fattori ambientali che qualità di squadra. Che partita sarà?

Sicuramente non sarà una partita semplice, ma quest’anno nessuna partita lo sarà, per questo ogni giorno lavoriamo affinché si renda al massimo la domenica in partita qualunque sia l’avversario. Dobbiamo pensare a noi stesse e ai nostri mezzi per raggiungere i risultati, non dobbiamo pensare a chi abbiamo davanti, perché come noi, anche loro hanno voglia di vincere, quindi dobbiamo rimanere concentrate e dare il meglio partita dopo partita.

Come giudichi, da capitano, il gruppo che si sta formando e che quest’anno è composto da tante giovani e da veterane esperte per un giusto mix che dovrà puntare al massimo in stagione?

Il gruppo è molto unito, insieme stiamo bene e ci divertiamo, il risultato che verrà raggiunto a fine anno è il frutto di un lavoro di una squadra giovane che si è sempre impegnata al massimo, ogni settimana, ogni giorno e in ogni allenamento e insieme ai nostri allenatori, che credono in noi, ci spronano sempre a dare e fare quel qualcosa in più e non accontentarsi mai.

Personalmente, quali sono le cose che ti sono piaciute di più della prima partita e quali invece quelle su cui state lavorando e che ti hanno lasciata insoddisfatta?

Innanzitutto l’atteggiamento, ho visto le ragazze molto grintose e con la voglia di dare il massimo, per quanto riguarda il commento della partita lo lascio ai tecnici. Ognuna di noi ha commesso dei piccoli errori, ovviamente in settimana continuiamo a lavorare sia su quello che è andato bene che su quello che dobbiamo ancora migliorare.

Il capitano deve lanciare un messaggio alla squadra: cosa vuoi dire alle tue ragazze in questa prima intervista stagionale, in vista del cammino che avete già intrapreso col piede giusto?

Al di là di come andrà quest’anno, l’unica cosa che le ragazze devono sapere è che sono fiera di ognuna di loro e non potevo chiedere compagne migliori al mio fianco, sono ragazze che ogni giorno mi dimostrano tutta la loro voglia di lavorare e crescere insieme nonostante gli impegni giornalieri, con loro anche la giornata peggiore finisce sempre con un sorriso. Sono sicura che se continueremo a lavorare insieme qualche piccola soddisfazione arriverà.

Rocco Della Corte