Calcio: Serie D, Aprilia, N. Pezone a 360°

Calcio: Serie D, Aprilia, N. Pezone a 360°

30 Aprile 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 429

Questo articolo è già stato letto 582 volte!

L’Aprilia domenica 3 maggio avrebbe disputato l’ultima giornata di campionato in casa contro il Latina al “Quinto Ricci”, dopo la trasferta in casa della Torres. Tutto però è fermo dal lontano 1 marzo, data in cui la formazione di mister Fratena uscì con un pareggio dalla gara interna contro il Lanusei. Abbiamo sentito le impressioni di Nicolas Pezone, attaccante classe 2000.

Buongiorno Nicolas, come stai? Come stai vivendo questa fase di stop forzato vista la quarantena? Quanto ti manca il calcio giocato?

“Sono a casa come tutti d’altronde con la mia fidanzata ed occupo il tempo facendo qualche lavoretto. Il calcio mi manca e tanto aggiungerei, senza è difficile stare”.

Quali sono i 3 momenti della tua carriera che ricordi con maggior piacere e che resteranno per sempre nel tuo cuore?

“In primis metterei il primo gol tra i grandi quest’anno, mi aspettavo che sarebbe arrivato ma non pensavo in quel modo e in un momento così delicato (Ladispoli – Aprilia 1-2, rete decisiva firmata al minuto 81, ndr). Per secondo metterei  il sogno delle finali scudetto con la Berretti del Fondi: l’andata dei quarti di finali contro il Lecce in casa 4-0 contro i favoriti al titolo finale e per terzo metterei l’esordio in serie C sempre con i rossoblù in casa dei salentini, contro la capolista in cui in campo c’era gente come Mancosu che ora gioca in serie A”.

Come state vivendo a livello di squadra questa lunga sosta? Vi continuate a sentire tenendovi in contatto? Fate allenamenti a distanza con il prof?

“Ci teniamo in costante aggiornamento con il Prof. Siragusa anche tramite videochiamate ed allenamenti online”.

Quali sono secondo te i giovani più interessanti nel panorama mondiale che hanno possibilità di diventare campionati nel breve e medio termine?

“Tra tutti nomino da romanista Zaniolo e Kluivert, poi dico su tutti Jude Bellingham, centrocampista del Birmingham classe 2003 di 16 anni”.

Hai un sogno nel cassetto che vorresti realizzare nel mondo del calcio o nella tua vita in generale?

“Ho due sogni che voglio coltivare: uno é calcistico ed è diventare direttore sportivo ed extra calcistico vorrei aprire un ristorante”.

Ufficio stampa Fc Aprilia