Calcio: Allievi Elite, Ottavia-Css Tivoli 2-2

Calcio: Allievi Elite, Ottavia-Css Tivoli 2-2

26 Gennaio 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 51

Questo articolo è già stato letto 180 volte!

Di Giorgio Zanirato

OTTAVIA: Campisi, Balducci, Mari (13’st Chinche Gomez), Di Gioia, Baldini, Giammarioni, Grenga (25’st Marroni), Carollo, Carella, Colaiacomo (35’st Rovecchio), Berardi (33’st Laureti). A disp: Montemarani, Piacente, Catalli, Mesiti, Marchetti. All. Fabio Palmucci (squal., in panchina Francesco Fulvimario)

CSS TIVOLI: Bertoldini, Vitiello, Campoli, Restante, Amici, Oliva, Ciancarella (18’st Konneh), Dariozzi, Tani, Poggi (33’st Capuano), Paparelli. A disp: Contardo, Pulcini, Giuli, Giosi. All. Mauro Picconi

ARBITRO: Fraj di Viterbo

MARCATORI: 13’pt rig. Carella (O); 23’pt rig. Oliva (T); 38’pt Paparelli (T); 3’st Carollo (O)

NOTE: Spettatori 150 circa. Ospiti a referto con soli diciassette giocatori. Ammoniti: Colaiacomo, Carella, Oliva, Berardi, Paparelli. Angoli: 6-3. Recupero: 1’pt; 3’st

ROMA – Bella gara, godibile e avvincente, quella andata in scena all’ “Ivo di Marco”, nella terza giornata di ritorno del campionato Allievi Elite. Termina in parità lo scontro salvezza fra i padroni di casa dell’Ottavia (al primo pareggio stagionale) ed i tiburtini della Css Tivoli, da qualche settimana “controllata” dalla società che sta facendo molto bene in Eccellenza con la prima squadra, malgrado i tre cambi di allenatore stagionali.

La prima emozione è offerta dai padroni di casa, con il calcio di punizione di Mari che viene deviato in corner da Bertoldini (9′). Al 13′ l’arbitro di Viterbo assegna il penalty all’Ottavia, per l’ostruzione di Poggi ai danni di Grenga. Un episodio, questo, controverso e decisamente contestato dagli ospiti; L’azione non è chiara e perciò non ci assumiamo la responsabilità di sbilanciarci a proposito. Dal dischetto si porta Carella, che spiazza il portiere e torna così a segnare dopo un lungo digiuno, proprio nel giorno del suo 17mo compleanno (14′). La risposta dei tiburtini è pressoché immediata; sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Poggi, infatti, Amici gira di testa in assoluta libertà; palla sul palo a portiere superato e Tivoli vicinissima al pareggio (15′).

La rete ospite non tarda comunque ad arrivare. Nove giri di orologio più tardi, l’arbitro cimino assegna il secondo rigore di giornata, questa volta per un presunto fallo di mano in area da parte di Berardi. Anche in questo caso lasciamo a voi il giudizio finale. Dagli undici metri, Oliva supera elegantemente Campisi, riportando i suoi sul punteggio di parità (24′). Passano cinque minuti ed i padroni di casa costruiscono una palla goal importante, con Carollo che si accentra dalla sinistra e calcia; pallone deviato dai giocatori ospiti, ma non secondo l’arbitro, che assegna invece la semplice rimessa dal fondo.

Ottavia ancora pericolosa al 38′, ancora in combinazione Carella-Carollo, con il tiro di quest’ultimo che viene deviato in corner dal portiere avversario. La prima frazione di gioco si chiude con il Tivoli che va al riposo in vantaggio: sugli sviluppi di una rimessa laterale, la retroguardia di casa si fa infilare da Paparelli che passa dietro a Mari e supera Campisi, per la rete che vale il 2-1 ai tiburtini.

La ripresa si apre subito con il pareggio dell’Ottavia: cross dalla sinistra di un ottimo Di Gioia pennellato per la testa di Carollo, che realizza il 2-2, in un giorno speciale; così come Carella, anche per lui si tratta del compleanno n°17, festeggiato nel migliore dei modi a livello personale (3′). Ottavia che soffre un pò il ritorno della Css Tivoli nella parte centrale del tempo, ma al 34′ ha una ghiottissima opportunità per operare il controsorpasso quando, sul cross di Laureti, Di Gioia colpisce di testa mandando fuori di un soffio. Ospiti che reclamano un contatto da rigore al 39′ sul contrasto Marroni-Konneh. A voi le immagini.

Il match si chiude sul punteggio di parità (2-2) che serve a smuovere parzialmente la classifica di entrambe: l’Ottavia conquista il primo punto dopo sei ko (seppur con onore e testa altissima) di fila, contro Trastevere, Atletico 2000, Savio, Tor Tre Teste e Lodigiani (tutte formazioni di medio-alta classifica) mentre brucia sicuramente la sconfitta patita in casa contro l’Accademia Roma, diretta rivale all’obiettivo salvezza. Domenica altro scontro verità contro l’altro fanalino di coda, ovvero un Monterosi galvanizzato dalla cura Gagliardi.

D’altra parte, i tiburtini tornano a far punti dopo un poker di sconfitte consecutive e restano agganciati ad una speranza di conquistare i playout, anche se domenica al “Ripoli” arriva un Trastevere in piena lotta playoff e non sarà sfida facilissima.