Basket: Palestrina-Cassino 77-60

Basket: Palestrina-Cassino 77-60

30 Gennaio 2020 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 491

Questo articolo è già stato letto 678 volte!

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Egwoh , Rischia 14, Rossi 9, Barsanti 2, Mennella 10, Mastroianni 15, Moretti , Thiam 10, Agbogan 9, Bartolozzi 4, Cacace 4, Cecconi . All. Ponticiello


BPC VIRTUS TSB CASSINO: Puccioni 3, Fioravanti 4, Svoboda, Grilli 12, Callara 5, Zhgenti 7, Cecchetti 18, Gaetano 6, Montagner ne, Magini ne, Lauria 5. All. Fantozzi

Un’interminabile gara durata due ore, ma che alla fine regala il diciassettesimo successo stagionale a Palestrina. Brividi subito con uno struggente minuto di raccoglimento per Kobe Bryant, poi la gara si accende e con l’impressione che gli arbitri vogliano sanzionare ogni contatto. Ne scaturisce un confronto spezzettato e in cui le panchine devono subito far fronte al problema falli (Fioravanti e Bartolozzi). Cassino bene all’inizio ma sul 4-8 qualcosa si inceppa e Palestrina fa circolare bene la palla arrivando sempre a colpire da sotto. Sull’11-8 tuttavia Cassino conferma di essere in serata e ritrova per due volte il vantaggio con Cecchetti, Zhgenti e Grilli. La schiacciata di Thiam sul finire del quarto è il simbolo del ritrovato smalto del lungo senegalese: 16-14. Palestrina che mette nuovamente due possessi di distanza ma ben presto consuma il bonus falli e si innervosisce, come testimonia il tecnico per proteste ad Agbogan.

Cassino approfitta e in pratica realizza sei punti in fila (20-22). Poco dopo è Gaetano a prendere un banale tecnico ma per il sorpasso arancio verde bisogna attendere. Protagonista Rischia con sette punti e un assist per la tripla di Mennella , al minuto 16 Cassino è però sempre a vista (31-28). Altra esecuzione del capitano prenestino poi si segna soltanto a cronometro fermo, fino alla seconda schiacciata di pura energia di Thiam che rompe gli equilibri. Primo tempo che potrebbe finire meglio per Palestrina, ma l’ultimo possesso è da dimenticare e Cecchetti riesce ad aprire per Zhgenti che in modo incredibile insacca la preghiera finale: 40-33. Al rientro botta e risposta con quattro punti per parte, la partita sembra non avere strappi, squadre molto deficitarie da tre e con continui problemi di falli.

Sono proprio due viaggi in lunetta a permettere a Mastroianni e Bartolozzi di scrivere il +12, ribadito dal primo e unico canestro di Barsanti. Il più positivo per i rossoblu resta Cecchetti, che servito bene nel pitturato insacca altri due punti, gli ultimi del quarto: 56-46. Ma Mastroianni ha intenzione di chiuderla e con due triple scrive il 62-46. Fantozzi richiama in panchina i suoi, Palestrina tocca anche il +18 ma pecca di superficialità concedendo troppo facilmente i tiri che rimettono parzialmente in corsa Cassino. Citysightseeing all’asciutto fino al 35°, Callara e Gaetano portano una mai doma Virtus sul 64-53. Ponticiello chiede pazienza in attacco e su una veloce combinazione palla ad Agbogan sul gomito che da tre spara e segna.

Partita chiusa da Mennella che corre in campo aperto segnando e subendo fallo antisportivo di Gaetano (per lui arriva l’espulsione), ci pensa infine Mastroianni a bucare ancora la retina da tre e scrivere il massimo vantaggio proprio agli ultimi tornanti: 77-56. Lauria e Cecchetti aggiungono quattro punti mentre Palestrina sta già festeggiando permettendo la passerella ai migliori: successo numero 17 e marcia senza fine: 77-60

Fabio Ilardi
Area Comunicazione 
S.S.D. Pallacanestro Palestrina arl