Pallanuoto: la Roma Nuoto alle Finali Scudetto, è già storico così

Pallanuoto: la Roma Nuoto alle Finali Scudetto, è già storico così

22 Maggio 2019 0 Di Ufficio Stampa Sport Plus

Hits: 38

Questo articolo è già stato letto 531 volte!

Prende il via a Trieste la Final Six che assegnerà, domenica 26 maggio, lo scudetto della centesima edizione del campionato di Serie A1 Maschile. La Roma Nuoto sarà la prima a scendere in acqua e sfiderà giovedì alle ore 18.00 la Banco BPM Sport Management, nel match valevole per il primo quarto di finale.

Si affrontano la terza forza del campionato contro la sesta. Da una parte la squadra di Busto Arsizio, una corazzata del campionato italiano, dall’altra la Roma Nuoto, squadra giovane e vera rivelazione della stagione. Il secondo quarto di finale lo disputeranno CN Posillipo e CC Ortigia, relativamente quarta e quinta classificata della regular season. Ad attendere la vincente del primo quarto, in semifinale, c’è la Pro Recco, la vincente del secondo quarto di finale se la dovrà vedere invece con la capolista AN Brescia.

Gli avversari dei giallorossi hanno vissuto un anno esaltante, soprattutto in Europa, hanno infatti conquistato inaspettatamente ma meritatamente, a suon di grandi prestazioni, un posto in Final8 di Len Champions League. Sono una squadra esperta e completa in ogni reparto. Hanno due stranieri di valore: il portiere della nazionale montenegrina Dejan Lazovic e il difensore della nazionale serba Radomir Drasovic. Gli italiani, molti sono nel giro del 7bello come Andrea Fondelli e Edoardo Di Somma. L’attaccante principale è Stefano Luongo che ha conquistato il titolo di capocannoniere del campionato con 80 reti, inoltre tra le fila della squadra bustocca ci sono due atleti romani, di grande qualità, come Cristiano Mirarchi e Giacomo Casasola.

In casa Roma Nuoto. La formazione giallorossa sabato a Casoria, vincendo contro il Posillipo, ha scritto un’altra pagina della sua storia. Da neopromossa, arriva a giocarsi le Final Six Scudetto, piazzandosi tra le migliori 6 formazioni d’Italia. Scherzi del destino, i capitolini affronteranno nella kermesse a Trieste la stessa squadra che li tenne a battesimo all’esordio nella massima serie. Al Foro Italico, nella gara di andata, la Sport Management vinse agevolmente 15-5, mentre nella gara di ritorno Africano e compagni sfiorarono quell’impresa, che invece dovranno provare a realizzare giovedì, perché persero 9-8, tornando a casa con più di un rammarico. Risultati che sono la testimonianza tangibile della crescita avuta in stagione dai ragazzi di Roberto Gatto, che hanno attraversato momenti difficili ma ne sono sempre usciti alla grande.

I ragazzi che partiranno per Trieste nel primo pomeriggio di mercoledì, dopo aver svolto in mattinata la seduta di allenamento, hanno il morale alto e sono pronti a dare il massimo. La fase difensiva dovrà funzionare alla perfezione, con sacrificio e molta attenzione da parte di tutti. In attacco bisognerà avere gestione del gioco, essere precisi e sbagliare pochissimo.

Proprio il Mister romano, che recupera rispetto a sabato scorso capitan Africano, che ha scontato il turno di squalifica, ci parla del match: “Giochiamo contro la terza forza del campionato. Sono un’ottima formazione, ben allenata e completa in ogni reparto. Hanno ambizioni completamente diverse dalle nostre ma noi affronteremo la gara come abbiamo sempre fatto, giocando la nostra pallanuoto. Con attenzione massima in difesa e gestione del gioco e del pallone in attacco. Dovremo commettere pochissimi errori, rimanendo concentrati per tutto l’arco della partita per evitare a loro gol in ripartenza, che sono una delle loro armi migliori. Alla fine del match vedremo cosa abbiamo conquistato, tenendo bene a mente che siamo andati oltre ogni aspettativa e quello che abbiamo fatto è tantissimo. Esserci è un grandissimo orgoglio per tutti noi”.

Ufficio Stampa Roma Nuoto