Pallanuoto: Roma Nuoto – Sport Management 6-15

Pallanuoto: Roma Nuoto – Sport Management 6-15

24 Ottobre 2019 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 41

Questo articolo è già stato letto 179 volte!

Uragano Sport Management, Roma Nuoto sconfitta 5-16

La terza giornata del campionato di serie A1 non sorride alla Roma Nuoto, travolta 5-16 in casa da una Sport Management superiore per tutto l’arco della gara. Al Foro Italico non c’è mai partita, i lombardi di coach Baldineti sono sempre avanti nel punteggio e conducono il match senza troppi patemi dall’inizio alla fine.

La reazione dei giallorossi è veemente solo nel secondo tempo, quando con due reti ravvicinate i capitolini si portano sul 3-5 a meno due dalla corazzata BPM. Ma è solo un’illusione: per i ragazzi di Roberto Gatto, fortunatamente, arriva già sabato 26 ottobre la chance di ripartire in casa della neopromossa Telimar Palermo.

La cronaca – Il primo tempo si apre con il gol in superiorità numerica di Lanzoni. Gli ospiti spingono subito sull’acceleratore e impongono un ritmo altissimo al match. L’arbitro Savarese, premiato prima della partita dal nostro capitano Michele Lapenna per il suo arbitraggio numero 300 in A1, fischia un rigore alla Sport Management, che Damonte trasforma per lo 0-2. Bomber Camilleri prova a suonare la sveglia ai suoi con un poderoso alzo e tiro, ma Mirachi è letale in contropiede e realizza l’1-3 con cui si chiude il primo parziale.Nel secondo tempo la Roma Nuoto parte forte, ma sbaglia il terzo uomo in più consecutivo e sul ribaltamento Dolce non perdona De Michelis: 1-4.

In rapida successione arriva anche il quinto timbro dei lombardi a firma di Bruni. De Robertis e Spione riaccendono le speranze in casa Roma con un uno-due micidiale: 3-5 e partita riaperta al Foro. Ma è immediata la reazione della BPM, che va a segno con Ravina e scrive 3-6 sul tabellone all’intervallo lungo.Damonte fa 3-7 su rigore a inizio terzo tempo. Lo imita Camilleri: doppietta personale e ottava rete su otto rigori tirati dal maltese in questo campionato. La splendida rovesciata di Bruni vale il 4-8 e spegne definitivamente ogni velleità di rimonta da parte della Roma Nuoto. I padroni di casa si spengono e concedono alla Sport Management altri tre gol prima della fine del tempo, chiuso sul 4-11 dalle due squadre.

Nel quarto tempo la Roma Nuoto non riesce a invertire il trend che ha preso la partita. Altri quattro gol consecutivi degli ospiti, che aumentano il loro vantaggio fino al 4-15. Unica nota lieta della giornata la prima rete tra i grandi del nostro 2003 Jacopo Graglia, che realizza in superiorità il quinto gol dei giallorossi. Ma è Caponero a scrivere la parola fine su un match senza storia: 5-16. Davvero troppa Sport Management oggi per una Roma Nuoto distratta e scesa in acqua senza la giusta determinazione. Tra tre giorni a Palermo l’occasione giusta per riscattare la sconfitta di oggi.“La BPM è stata migliore di noi in tutto”, le parole a caldo del nostro numero 12 Claudio Innocenzi, che aggiunge – “la cosa peggiore forse è stata la nostra mentalità. Abbiamo totalmente sbagliato approccio alla partita, mollato troppo presto e gestito male alcuni palloni importanti. Loro sono una grande squadra, nonostante tutti i cambi rispetto all’anno scorso. E quando trovi avversari simili davanti a te, gli errori che fai li paghi tutti. Ora andiamo a Palermo, da qui a Natale avremo partite importanti in cui fare punti. Servirà un altro spirito rispetto a oggi”.

Dello stesso avviso anche il nostro allenatore, Roberto Gatto: “Oggi non siamo scesi in acqua, era una partita importante ma non l’abbiamo mai interpretata bene. Meglio che questo calo sia arrivato contro una squadra come la BPM che con una nostra diretta concorrente. Che ci serva da lezione, non possiamo mai rilassarci e giocare sempre al 100%. La Sport Management è una grande squadra, uno dei migliori allenatori d’Italia e ben due giocatori campioni del mondo. Si parla troppo poco di loro, sono la terza o quarta forza di questo campionato. Ora andiamo a Palermo, servirà più concentrazione. I ragazzi devono capire i momenti della stagione in cui si deve spingere di più, anche a livello fisico. Questo è uno di quelli”.

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Graglia 1, Faraglia F., Faraglia P., Tartaro, Camilleri 2 (1 rig), Paskovic, Lapenna, De Robertis 1, Spione 1, Innocenzi, Maiolatesi. TPV: Roberto Gatto.

Banco BPM Sport Management: Nicosia, Dolce 2, Damonte 4 (3 rig), Marchetti, Caponero 1, Ravina 2, Lo Dico 1, Bruni 3, Mirarchi 2, Lanzoni 1, Casasola, Valentino, Franzoni. TPV: Gu Baldineti.Superiorità numeriche: Roma 2/11 + 1/1 rigore, Banco BPM Sport Management 2/8 + 3/3 rigori.Arbitri: Savaresi e Ferrari.

Ufficio stampa Roma Nuoto