Volley: Uisp LSE incontra le società

Volley: Uisp LSE incontra le società

4 Maggio 2020 0 Di Giammarco Graziano

Hits: 916

Questo articolo è già stato letto 1412 volte!

Lo scorso 30 aprile il Settore di Attività Pallavolo di UISP LSE ha incontrato in videoconferenza le società che partecipano ai propri campionati

UISP LAZIO SUD EST, CONFRONTO CON LE SOCIETÀ DI PALLAVOLO: “MOMENTO DIFFICILE, MA NE USCIREMO”

Ottima la partecipazione, soddisfazione delle parti per un incontro, che ha rafforzato “uno spirito di collaborazione ed amicizia acquisito nel tempo”

Di Giammarco Graziano

Il Settore di Attività (SDA) Pallavolo di UISP Lazio Sud Est (Castelli, Frosinone, Litorale) e le società di pallavolo del territorio si sono incontrate in video conferenza, per la prima volta dall’avvio del periodo di emergenza COVID-19, per avviare un proficuo confronto, volto a contrastare le problematiche che stanno emergendo in questo difficile momento.

Ad inizio assemblea il presidente del Comitato Territoriale, Giovannetti, che per impegni assunti in precedenza non è potuto intervenire, ha fatto pervenire il suo saluto “alle società del Settore pallavolo, che da sempre rappresentano un fiore all’occhiello per il Comitato UISP Lazio Sud Est».  

Il responsabile di SDA Pallavolo Mariano Priori, nell’aprire l’assemblea, ha espresso la propria soddisfazione “per la partecipazione e il coinvolgimento di presidenti, dirigenti e allenatori”, e ha sottolineato “l’importanza dell’incontro, utile a rafforzare il legame umano e lo spirito di collaborazione che da sempre rappresentano una fondamentale prerogativa nel rapporto tra le componenti del movimento pallavolistico del nostro Comitato. Oltre a ciò”, ha proseguito Priori, “l’assemblea ha rappresentato un indispensabile momento di confronto nell’ottica della ripresa dell’attività, che ci auguriamo possa essere più imminente di quanto l’attuale situazione lasci presagire”. Il responsabile di SDA Pallavolo ha concluso comunicando di avere avviato un proficuo confronto col le strutture sovra territoriali “per agevolare il più possibile un ritorno all’attività sereno dal punto di vista organizzativo, tecnico ed economico per tutte le società”.

Il responsabile della Commissione Gare, Giammarco Graziano, ha illustrato le linee guida di SDA Pallavolo in ottica della ripresa dell’attività, sottolineando con forza che “la stagione 2019/2020 non può andare perduta, per una forma di doveroso rispetto per il lavoro svolto da dirigenti, tecnici e atleti nei mesi precedenti la chiusura”. Il dirigente ha poi ribadito l’importanza che “la riapertura avvenga in totale, assoluta sicurezza” ed ha spiegato che “la formula che porterà al completamento della stagione 2019 – 20 sarà snella, ma impegnerà la totalità delle squadre impegnate nei nostri campionati”.  Anche Graziano, come gli altri dirigenti di SDA Pallavolo, ha inteso porre in evidenza come “si sia consapevoli della gravità del danno, anche economico, che questo stop ha causato e causerà alle società di base”, e che da parte di UISP LSE “saranno attivate e poste in essere tutte le misure possibili per agevolare le ASD del territorio”.

Il settore formazione, nonostante il lockdown, ha proseguito in alcune delle sue attività, come ha spiegato il responsabile del settore tecnico arbitrale, Enio Scopetta, che ha rivelato che il corso dedicato ai nuovi arbitri è in via di conclusione “con la formula a distanza”. Lo stesso Scopetta ha evidenziato come “anche gli arbitri del nostro Comitato sono a disposizione e disponibili a fare dei sacrifici, al fine di avviare una solidarietà che sia comune a tutti i nostri associati”. 

Filippo Pellegrini, responsabile per il regolamento, oltre che Giudice Sportivo, nel salutare la nutrita platea ha ricordato che la “Coppa Fair Play”, di cui è garante “è ancora in corso di validità e verrà regolarmente assegnata al termine delle finali territoriali”.

Anche Pellegrini ha inteso rilevare quanto sarà importante “la solidarietà e l’impegno di tutti per tornare a quei livelli organizzativi e tecnici che sono stati e dovranno tornare ad essere una prerogativa essenziale della nostra struttura”.

Per quanto riguarda le società, molti interventi hanno riguardato le criticità che si avranno per la ripresa degli allenamenti, in considerazione del fatto che le società stesse nella quasi totalità operano presso le palestre scolastiche, che si presume restino chiuse almeno fino alla metà di settembre, stima che tra l’altro ai più è parsa ottimistica.

Altri problemi esposti hanno riguardato il fattore economico, come abbiamo avuto modo di scrivere più sopra ampiamente trattato dai responsabili di SDA Pallavolo Lazio Sud Est. Soddisfazione pressochè unanime è stata espressa per la definizione delle fasi finali dei campionati 2019 – 20, altrettanto unanime preoccupazione per il rischio che possa esservi un calo, che ci si augura ridotto, di iscrizioni e tesseramenti per la prossima stagione. In ogni caso i dirigenti di Lazio Sud Est, come detto, si sono messi a disposizione per definire con le società le misure più adatte a contrastare le criticità.

L’incontro, della durata di quasi due ore, si è concluso con l’impegno di tutti a rivedersi con cadenza mensile, in maniera tale da fare sì che si abbia sempre un quadro il più possibile aderente alla situazione.