Calcio: Eccellenza Femminile, Romulea-Sp. Latina 4-1

Calcio: Eccellenza Femminile, Romulea-Sp. Latina 4-1

6 Novembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 217 volte!

Di Giorgio Zanirato

ROMULEA: Bettelheim, B. Carminucci, Ascantini (43’st Civello), Cafiero, Arconi, A. Carminucci, Valoppi (40’st Cocozza), Auricchio, Marinucci (27’st Di Zitti), Guidi (21’st Corso), Felici (23’st Paoloni). A disp: Baldoni, Iommi, Albanese, Focacci. All. Andrea Massi

SP. LATINA: Scarpellino, Brozzi, Mazzelli, Ferrante Carrante, A. Di Guglielmo, Bullari, Isopi, Berardi, Placidi (23’st Di Francesco), Luzi, Petrilli (1’st Franzin). A disp: Tozzi, Egidi, Pascucci, Ruberto, S. Di Guglielmo. All. Andrea Isopi

ARBITRO: Francario di Roma1

MARCATORI: 8’pt, 33’st Cafiero (R); 11’pt Valoppi (R); 46’st Berardi (L); 52’st Arconi (R)

NOTE: Spettatori 100 circa. Allontanato dalla panchina il Dirigente Accompagnatore Nappo (L) al 12’st per proteste. Ammoniti: Marinucci, A. Isopi, Bullari, Rencricca, Brozzi. Angoli: 6-8. Recupero: 1’pt; 7’st

 

La Romulea vince la seconda gara consecutiva nel campionato di Eccellenza Femminile, infliggendo un poker allo Sporting Latina, in una sfida decisamente a senso unico, per quanto si è visto in campo. Parte subito molto forte la formazione padrona di casa, che al 4′ va già vicinissima al vantaggio con la conclusione di Marinucci, deviata in corner da Scarpellino. Il goal arriva comunque quattro giri di lancette più tardi, grazie a Cafiero, abile nel ribadire in rete un pallone vagante in area, sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Felici e dopo che lo stesso aveva colpito prima la traversa e successivamente il palo. Il raddoppio della Romulea arriva quasi subito: è l’11’ sul cronometro quando Valoppi deposita in rete una palla facile facile nel cuore dell’area. Sul doppio vantaggio per le padrone di casa si va al riposo. 

 

Nella ripresa, il Latina pecca di eccessivo nervosismo, dettato probabilmente anche da una direzione di gara certamente rivedibile da parte dell’arbitro. Ma è comunque la formazione di Massi a rendersi ancora pericolosa ed a colpire l’ennesimo legno del match, ancora una volta con Cafiero su azione d’angolo. La giocatrice si riscatta al 33′, realizzando il punto del 3-0 per la Romulea, nonché la doppietta personale; nel maxi recupero conclusivo c’è ancora spazio per il goal della bandiera messo a segno dalla pontine, con il tiro cross di Berardi: la palla rimbalza davanti a Bettelheim e finisce alle sue spalle. Al settimo giro di lancette di recupero arriva però l’incornata vincente di Arconi, ancora una volta su calcio piazzato, che vale il definitivo 4-1 per le romane. 

 

 

 

Il servizio: