Canottaggio: Piediluco, Azzurri in trionfo al Memorial D’Aloja

Canottaggio: Piediluco, Azzurri in trionfo al Memorial D’Aloja

10 Aprile 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 35

Questo articolo è già stato letto 116 volte!

PIEDILUCO – Oggi a Piediluco, con la disputa della seconda giornata di finali, l’Italia ha vinto la 36^ edizione del Memorial “Paolo d’Aloja”. Un successo per gli azzurri che arriva dopo le 16 medaglie conquistate ieri e le 17 vinte oggi (5 ori, 5 argenti e 7 bronzi), per un totale di 33 allori conquistati (8 ori, 10 argenti, 15 bronzi), che hanno consentito all’Italremo del ditti Cattaneo di aggiudicarsi il Trofeo per Nazioni con 77 punti in classifica, davanti alla Romania con 58 punti e Grecia con 25. Il primo oro di giornata per la squadra azzurra è arrivato nel singolo Pesi Leggeri maschile grazie ad Antonio Vicino che, al termine di una regata combattuta, ha regolato sul traguardo l’Estonia ed il compagno di squadra Martino Goretti, giunti nell’ordine. Si conferma anche oggi al vertice il doppio di Luca Chiumento e Nicolò Carucci che si è imposto, con buon margine, su Belgio e Grecia. Nel quattro di coppia maschile successo per la formazione azzurra di Lorenzo Gaione, Davide Mumolo, Simone Venier, Giacomo Gentili che, con una gara di testa, hanno avuto la meglio sulla Romania e sul secondo equipaggio italiano di Sebastiano Carrettin, Pietro Cangialosi, Matteo Sartori, Andrea Pazzagli.

Ancora en-plein azzurro nei due doppi pesi leggeri, con la coppia Stefano Oppo, Patrick Rocek a primeggiare in campo maschile su Niels Alexander Torre, Pietro Willy Ruta e Matteo Tonelli, Giovanni Borgonovo, e con l’equipaggio di Arianna Noseda e Silvia Crosio a imporsi in quello femminile davanti alla Grecia, argento, ed a Alice Ramella e Sara Borghi, bronzo. Nel doppio femminile, medaglia d’argento per Kiri Tontodonati e Stefania Gobbi, superate solo dalle campionesse olimpiche della Romania, con la Grecia in terza posizione. Argento anche per Linda De Filippis, Elisa Mondelli, Gaia Colasante, Chiara Ondoli nel quattro di coppia femminile vinto dalla Romania, con il secondo armo azzurro di Susanna Pedrola, Giulia Bosio, Alice Gnatta, Vittoria Tonoli che ha concluso al terzo posto. L’Italia conferma la piazza d’onore di ieri in singolo maschile, questa volta grazie a Luca Rambaldi che manca l’oro per 1″84 dalla Romania, ma che per otto decimi conclude davanti al campione olimpico di Tokyo, il greco Stefanos Ntouskos, giunto terzo. L’ultimo argento di giornata per l’Italia giunge dall’ammiraglia maschile, di Salvatore Monfrecola, Alfonso Scalzone, Davide Comini, Matteo Della Valle, Cesare Gabbia, Emanuele Gaetani Liseo, Matteo Castaldo, Vincenzo Abbagnale, tim. Enrico D’Aniello, che si inserisce sul podio tra i due equipaggi della Romania, primi e terzi.

Ancora un bronzo per la campionessa olimpica Federica Cesarini, giunta oggi alle spalle di Romania e Irlanda nel singolo Pesi Leggeri femminile, così come per il quattro senza maschile di Paolo Covini, Giovanni Codato, Davide Verità e Alessandro Bonamoneta che hanno terminato la finale dietro alla Romania vice campionessa olimpica ed alla Lituania, che ha bruciato sul traguardo gli azzurri per soli 12 centesimi. Negli under 19 buona prova dell’Italia che vince 3 ori (due senza maschile e femminile, doppio maschile), 5 argenti (singolo e doppio maschile e femminile, due senza maschile) e 4 bronzi (due senza e doppio maschile e femminile). Prossimo appuntamento internazionale, per il remo azzurro, i Campionati Europei Under 19, in programma sul bacino della Schiranna a Varese dal 21 al 22 maggio prossimi.

 

Ufficio Stampa Federazione Italiana Canottaggio