Calcio: Eccellenza, in campo dopo la Coppa Italia

Calcio: Eccellenza, in campo dopo la Coppa Italia

11 Novembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 226 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Archiviata la parentesi della Coppa Italia, a tornare protagonista è ora il campionato, con l’Eccellenza in campo nel week end, pronta a regalarci nuove grandi emozioni. 

Iniziamo dal girone A, nel quale in settimana si è giocato il recupero del “Bruschini”, con l’Anzio che ha vinto di misura sul Cerveteri, grazie a Regolanti; la formazione di Guida riparte dunque dal terzo posto nel match contro il pericolante Ladispoli di Micheli (quest’ultimo reduce dal covid e che ha seguito da casa il match di Coppa con la Boreale, che ha regalato ai rossoblù il passaggio ai quarti), mentre il Cerveteri di Toscano rimane al penultimo posto e domenica ospiterà il Nettuno di Panicci: verdeblù che dopo un inizio di stagione importante, stanno ora trovando qualche difficoltà in più ma il passaggio del turno in Coppa Italia darà certamente nuova energia a Piro&soci per provare a risalire in classifica. 

Per quanto riguarda le posizioni che conteranno a fine stagione, il Civitavecchia capolista riceverà la Boreale al “Tamagnini” a risultati già acquisiti: di fronte ai nerazzurri di Bifini la possibilità di tenere ancora dietro l’Aurelianticaurelio (di scena a Casal Bruciato, nella sfida ai biancorossi del Quarto Municipio), oppure di mantenere quattro punti di margine sull’Anzio, in caso di successo dei neroniani. L’UniPomezia farà da sparring partner al debutto in panchina con il Fiano Romano, da parte di Fabio Gentili. L’ex Crecas, La Sabina, Rieti e Viterbese (reduce dall’esperienza alla Bf Sport in Promozione), torna così in Eccellenza dopo qualche stagione ed avrà il non facile compito di risollevare una formazione fianese dal poco edificante ultimo posto in classifica. L’impegno di domenica è praticamente impossibile, ma la formazione di Scudieri in stagione ha dimostrato di avere qualche ingranaggio ancora da sistemare e quindi qualche piccola possibilità c’è. Gara delicata sarà anche quella di Acilia, dove la W3 Maccarese in risalita dovrà affrontare un Falaschelavinio che non ha ricevuto il cambio di rotta necessario dall’approdo in panchina di Flavio Catanzani. I tre punti sono, inevitabilmente, l’unico obiettivo per entrambe. 

Scontro diretto per le zone nobili della graduatoria, è anche quello che andrà in scena ad Aprilia, fra il Centro Sportivo Primavera e l’Astrea, entrambe appaiate a quota 15. La vittoria di una delle due consentirebbe di riportarsi a stretto contatto con il secondo posto, utile a fine stagione per provare a centrare la promozione in serie D, attraverso gli spareggi nazionali. Chiuderà il programma della giornata il doppio confronto salvezza fra l’Indomita Pomezia e la Cimini da un lato ed il C. Eur ed il Sezze dall’altra. 

 

Passiamo al girone B, dove il Sora sembra non volersi accontentare del primo posto in classifica: i bianconeri infatti hanno conquistato anche il passaggio del turno in Coppa Italia, dove affronteranno il Formia. Ora dovranno concentrarsi nuovamente sul campionato, dove la capolista riceverà la visita del M. S. Biagio, matricola che bene si sta comportando in questo suo primo campionato nella massima serie regionale. I bianconeri giocheranno in contemporanea con il derby della Via Flacca, fra Terracina e Gaeta: padroni di casa un pò in difficoltà in classifica, mentre i biancorossi stanno tenendo un ruolino di marcia niente male e che potrebbe portare la squadra a giocarsi la serie D, categoria che al “Riciniello” manca da ben dieci anni (d’accordo, non era questa la società, bensì la Polisportiva che ora milita in seconda categoria, ma sempre di una decade si tratta). Proveranno ad accorciare le distanze le due terze Villalba e Colleferro: i tiburtini sono impegnati in trasferta a Ferentino, contro una squadra che si sta pian piano ritrovando e che per questo motivo rappresenta un ostacolo difficile da superare; d’altra parte, i rossoneri di Baiocco ospiteranno l’Anagni al “Caslini”: i biancorossi stanno assimilando gli insegnamenti di Sasà Cangiano e con il tempo, sicuramente, si toglieranno dalle sabbie mobili della classifica. Dovranno sfruttare il fattore campo sia la Luiss che il Certosa, rispettivamente contro Vicovaro e F. Meravigliosa, due realtà a caccia di punti salvezza. A caccia del rilancio in classifica andranno, in questo turno, anche Audace e Tor Sapienza, entrambe in trasferta (A. Torrenova ed Itri le avversarie). Chiude il programma la sfida salvezza fra il Formia e la Vigor Perconti, con i blaugrana che vanno a caccia del secondo successo stagionale.