Calcio: Eccellenza, La Rustica RRDP, senti Nanni

Calcio: Eccellenza, La Rustica RRDP, senti Nanni

5 Aprile 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 35

Questo articolo è già stato letto 211 volte!

Roma – Il La Rustica RRdP continua la sua striscia positiva nel girone B di Eccellenza. La squadra del presidente Tonino D’Auria ha pareggiato 2-2 sul campo del Cantalice terz’ultimo (e dunque in questo momento retrocesso direttamente in Promozione), tenuto a distanza di quattro punti. Ai capitolini, però, è rimasto qualche rammarico visto che nella prima parte di gara erano andati sul doppio vantaggio grazie alla doppietta di uno scatenato Alessio Nanni: “Per come si era messa la partita, potevamo anche ottenere di più – dice l’esterno offensivo o attaccante classe 1995 – Ma il Cantalice non ha mollato e ha segnato prima dell’intervallo una rete che ha riaperto la gara. Magari avessimo chiuso la prima frazione sul 2-0 chissà… Comunque il campo non era bellissimo, la trasferta è stata scomoda e quindi alla fine il pareggio non è da buttare. Ora guardiamo alle ultime tre partite”. Cinque punti di distanza dalla salvezza diretta, quattro di vantaggio sulla terz’ultima posizione: per il La Rustica RRdP non c’è troppo modo di fare calcoli. “Onestamente è complicato raggiungere il settimo posto e la permanenza in categoria senza spareggi. In ogni caso noi dobbiamo provare a fare nove punti e poi vedremo dove saremo arrivati”.

Il ciclo inizia col Riano ultimo della classe e retrocesso da tempo, poi il delicatissimo match di Sant’Angelo e la chiusura in casa col Villalba: “Domenica avremo tutto da perdere. Già ho avvisato i miei compagni di squadra: non sarà una scampagnata, in genere queste squadre hanno amor proprio, dignità e voglia di mettersi in mostra, nessuno entra in campo già sconfitto”. Il La Rustica RRdP ha cambiato passo: “Nel girone di ritorno abbiamo fatto tanti punti: qualche innesto ha aiutato, poi nella prima parte abbiamo avuto diversi infortuni ai pochi giocatori di esperienza che c’erano in rosa. Inoltre è stato evidente il processo di crescita dei giovani del gruppo e chiaramente c’è tanto la mano di mister Nunzio Iardino che ha saputo integrare bene giovani e “grandi”: a livello tattico e motivazionale è un grande tecnico”. Con la doppietta di domenica scorsa Nanni ha raggiunto quota sette reti: “Non sento particolari responsabilità di “dover far gol”. In questa squadra ci sono una serie di validi giocatori offensivi che hanno i “gol nelle gambe”: anche se non c’è un bomber classico, tutti possiamo dare il nostro contributo e questo sta accadendo”.

Area comunicazione