Basket: Play-In, Palestrina sconfitto in terra marchigiana

Basket: Play-In, Palestrina sconfitto in terra marchigiana

11 Marzo 2024 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 177 volte!

HALLEY MATELICA: Provvidenza 6, Mutombo ne, Morgillo 20, Carone 2, Mazzotti 16, Ciampaglia ne, Montefiori ne, Mentonelli 5, Riccio 11, Mariani 20, Musci 7. All. Trullo

IOBUS PALESTRINA: Rischia 16, Pucciarelli ne, Veljkovic 10, Rossi 27, Molinari, Colagrossi 6, C.Maiolo, Misolic 2, S.Maiolo, Visentin 10, Baquero 6, Mattarelli 3. All. Cecconi

Vince Matelica, guidando per 40 minuti. Finisce così la seconda giornata di questi Play-In, con un folto gruppo di tifosi al seguito per i prenestini.
Partenza complicata per Palestrina che subisce il 6-0 di Matelica e si complica la vita abusando del tiro da tre dove non ha grosse percentuali. Oltre a questo tanta fatica nella gestione dei possessi, bravi i locali nel pressare e recuperare palloni con conseguenti canestri facili, Mazzotti sugli scudi. Sul 17-7 è tempo di time-out ma per Palestrina la sirena è salvifica per ragionare: primo quarto chiuso sotto 22-9. La tripla senza ritmo di Rischia in apertura di seconda frazione è preludio a un cambiamento di rotta, Mariani non ci sta nonostante una serata finora infruttuosa dall’arco, poi è nuovamente Rischia a confezionare il 26-21 vanificato dal solito Mazzotti dall’angolo e da una prodezza piedi a terra di Riccio: 32-21. Primi punti per Misolic, ma la Halley vola in campo aperto e sembra non lasciare scampo, per gli arancio verdi andamento strettamente legato alla mira dei suoi esterni. Rischia colpisce ancora, quando la difesa riesce finalmente a stringere le maglie ecco arrivare un break che riavvicina gli ospiti. Visentin, Mattarelli e Rossi alzano la produttività di Palestrina proprio sul finire del primo tempo: 41-39.
Il botta e risposta Mazzotti-Baquero apre il secondo, Mattarelli con un 1/2 fa 44-43 e poi ha anche la palla del sorpasso ma improvvisamente Palestrina ripiomba in una confusione letale. Mariani ne approfitta subito, Mentonelli lo segue a ruota e Matelica scappa via, solo una tripla di Rischia estemporanea arresta la fuga: 58-46. Ritorna sotto la doppia cifra la Iobus con Visentin ma non completa la rimonta e dopo un terzo quarto horror si ritrova a -15. Situazione compromessa con un passivo che tocca per la prima volta anche le 18 lunghezze di svantaggio, con orgoglio però Palestrina ci prova ancora. Veljkovic, Rossi e Colagrossi restituiscono pepe alla contesa (67-57), Rossi porta i suoi a -9 con una bomba ma la situazione falli non aiuta. Cinque falli a zero fischiati dopo tre minuti portano in lunetta Matelica che ricostruisce un solco netto tra sè e gli avversari: 76-61. Da annotare il doppio tecnico affibiato a Palestrina che pesa come una mannaia. Una tripla a testa per Baquero e il solito top scorer Rossi sono l’ultimo sussulto, Morgillo e Mariani colpiscono portando in dote quei punti fondamentali per controllare le ultime curve del match. Si gioca anche per diminuire la differenza canestri, Colagrossi, Veljkovic e Rossi segnano 7 punti che quantomeno consentono di uscire dal campo con uno scarto rimediabile: 87-80.

Fabio Ilardi
Area Comunicazione
S.S.D. Pallacanestro Palestrina arl