Calcio: Arzachena, primo chiaro scuro della stagione

Calcio: Arzachena, primo chiaro scuro della stagione

23 Ottobre 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 157 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Altra giornata di campionato da consegnare agli archivi. L’Arzachena, questa volta, è scesa in campo con la prima squadra alla domenica e la Juniores nel posticipo serale del lunedì. Per la prima volta in stagione, il turno di campionato si è concluso in chiaro-scuro, con una vittoria ed un ko: è chiaro che prima o poi sarebbe dovuto succedere, non si poteva immaginare di vincere tutte le partite da qui a maggio, mica giochiamo alla Playstation. 

Al “Biagio Pirina”, i ragazzi di mister Acciaro hanno liquidato l’ostico Castelsardo (in un match dagli antichi sapori di Serie D), visto che entrambe le formazioni vi hanno militato nel recente passato, con gli ospiti di questa sfida che hanno giocato in Interregionale negli anni ’90 e poi dal 2006 al 2010, con un secondo posto alle spalle dell’Isola Liri nel 2007-2008 ed una finale playoff persa contro l’Alghero, che poi fu promosso in serie C; in quell’anno la doppia sfida fra Arzachena e Castelsardo si risolse a favore dei secondi (1-1 e 0-1 i finali). A decidere la sfida di questa domenica in Prima Categoria è stato un guizzo del solito Gargiulo nella ripresa. Con questi tre, preziosissimi punti, la formazione biancoverde resta saldamente in vetta al campionato e risponde al successo del Monte Alma. 

Naturalmente, l’Arzachena punta ad essere solo di passaggio in questa categoria e ci auguriamo che possa raggiungere quanto prima gli obiettivi prefissati, per vederla tornare a competere a livelli alti nel panorama del calcio Dilettantistico. 

 

Per quanto riguarda invece la Juniores, la squadra di Pische rimedia il primo stop stagionale nella sfida de La Maddalena, contro i padroni di casa dell’Ilva, la cui prima squadra (tornata quest’anno in Eccellenza ed affidata al tecnico romano Carlo Cotroneo) sta primeggiando nel torneo di pertinenza. Il posticipo si chiude sul 3-2, con le reti smeraldine di Muzzu e Ragnedda, che però non bastano a portare a casa punti; i padroni di casa vanno a segno con Manca, Sias ed uno sfortunato autogol, conquistano tre punti preziosissimi ed agganciano proprio l’Arzachena al secondo posto, a -3 dal S. Teodoro. Nessun dramma, il torneo è ancora lungo e, malgrado il turno di riposo che arriverà nella settima giornata (4 Novembre), la squadra potrà riscattarsi già dalla prossima gara e puntare con determinazione al raggiungimento dell’obiettivo che, in questo caso, si chiama titolo regionale e quindi partecipazione alla fase nazionale, per dare la caccia allo Scudetto che attualmente è sulle maglie dei piemontesi del Volpiano Pianese. 

 

Forza Arzachena!