Calcio: Seconda Categoria, penultima giornata gir. D, Mar.Na-Tor Sapienza 4-1

Calcio: Seconda Categoria, penultima giornata gir. D, Mar.Na-Tor Sapienza 4-1

4 Giugno 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 378 volte!

Di Giorgio Zanirato

MAR.NA: Andreozzi, M. Capostagno, Feliciello, Vitaletti (39’st Fiammenghi), Stella, Di Gaspero, Cristofari, Napoleoni, Garufi (45’st Luzzi), Tumatis, Ferrante (20’st Rossi). A disp: Diamanti. All. Daniele Coppotelli

TOR SAPIENZA: Rinaldi, Finocchi (16’st Albanesi), Mariani Topino (19’st Paradiso), Fioravanti, Masciotta, Tauro, Mari, Brignardelli (1’st Caterino), Ciardullo (4’st Boccardini), Attini (8’st Imperi), Margiotti. All. Marco Buonafine

ARBITRO: Tardioli di Viterbo

MARCATORI: 23’pt Finocchi (T); 33’pt Napoleoni (M); 13’st Garufi (M); 15’st Cristofari (M); 48’st Luzzi (M)

NOTE: Spettatori 50 circa. Ammoniti: M. Capostagno, Brignardelli. Angoli: 6-7. Recupero: 0’pt; 3’st

 

Tor Sapienza e Mar.Na si affrontano al “Bernardini”, nella penultima giornata del girone D della Seconda Categoria laziale. Entrambe le formazioni scendono in campo con organici ristrettissimi: 15 i giocatori disponibili nei padroni di casa; 16 quelli ospiti. Anche gli obiettivi sono differenti, con il Mar.Na all’ultima spiaggia, ovvero l’ultima possibilità di restare in categoria ed un Tor Sapienza già sicuro della salvezza, ottenuta la scorsa settimana grazie al successo di prestigio ottenuto contro il Gemini. Questione di motivazioni che, nel calcio odierno, contano ancora moltissimo. 

La prima emozione del match arriva all’11’ con le timide proteste dei padroni di casa, per un possibile tocco con il braccio in area di Mariani Topino; il difensore però ha l’arto attaccatissimo al corpo e quindi il rigore non ha motivo di essere discusso. Passano tre minuti ed il Tor Sapienza risponde: assist del solito, inesauribile, Attini per lo scatto in profondità di Mari, che calcia da posizione impossibile; Andreozzi blocca in due tempi. Il goal è nell’aria e si concretizza al 23′, grazie ad un invenzione balistica di Finocchi, su azione d’angolo. Una rete da vedere e rivedere più volte. Patito il goal, i gialloblù iniziano a caricare a testa bassa: al 27′ Cristofari batte una punizione, scodellando il pallone in area, trovando il colpo di testa di Ferrante, che manda a lato di pochissimo. Passano sei minuti ed il Mar.Na trova il pareggio grazie a Napoleoni, che in spaccata sul secondo palo finalizza un cross di Garufi. I padroni di casa sfiorano già il 2-1 al 42′, con Cristofari che incredibilmente non riesce a depositare in porta (finendoci invece lui stesso) un bel cross dalla destra di M. Capostagno. Tor Sapienza un pò in difficoltà, per il caldo umido e per gli avversari, che non meritano di certo la penultima piazza in classifica. Il primo tempo, però, si chiude sul punteggio di parità. 

Nella ripresa il tecnico Buonafine, considerando la situazione in campo e gli obiettivi di classifica già raggiunti, decide di mandare in campo tutti i componenti della panchina; tutti ragazzi che durante il campionato hanno giocato poco, per diversi fattori. Il Mar.Na sembra aver ricominciato da dove aveva finito, ovvero all’attacco: all’11’ è Garufi a calciare in porta da ottima posizione, ma Rinaldi blocca a terra. Due minuti più tardi si rivede il Tor Sapienza: Mari cerca la percussione centrale, arriva fino al limite dell’area e calcia; conclusione sicuramente non alla sua altezza, ma ci può stare dopo un simile sforzo. I padroni di casa ribaltano il punteggio al 13′, con Garufi servito sulla corsa da Tumatis; questa volta per l’estremo difensore gialloverde non c’è scampo ed il Mar.Na si porta sul 2-1. In due minuti la formazione di Coppotelli chiude i conti: Garufi semina il panico in area, mette al centro un pallone sporcato da Finocchi, ma che arriva comunque a Cristofari, il cui piatto destro è letale per Rinaldi (15′). Al 34′ è ancora una volta Finocchi a scuotere i suoi, su assist di Fioravanti, ma questa volta la conclusione da fuori termina a fondo campo. Gli ospiti sembrano aver metabolizzato il momento peggiore e nel finale tornano a rendersi minacciosi dalle parti di Andreozzi, con il tiro cross di Paradiso che si stampa sulla traversa (44′). In pieno recupero, però, arriva il sigillo finale del neo entrato Luzzi, che fissa il punteggio sul definitivo 4-1 per i gialloblù (48′). 

Giornata storta quella odierna per il Tor Sapienza, al primo dei due match senza grosso significato a livello numerico di classifica, sebbene l’occasione di agganciare il 5° posto sarebbe stata di quelle prestigiose. Non piace mai a nessuno perdere, né tantomeno prendendo così tanti goal. Ma oggi e sabato prossimo il risultato conta relativamente: il vero obiettivo è arrivare preparati all’esame di maturità, o di laurea se preferite: l’appuntamento con la storia è fissato per il 18 giugno per i gialloverdi di Palmucci; in palio la Coppa Lazio (ovvero la Coppa Italia di categoria, che in caso di vittoria consente di inserirsi in ottima posizione nell’ottica dei ripescaggi estivi in Prima Categoria) e l’avversario non è certamente di quelli più morbidi, ma di sicuro più affascinanti. A contendere il trofeo ai ragazzi di Colli Aniene sarà infatti il Gaeta, società rifondata nel 2021, dopo lo scioglimento avvenuto tre anni prima, con tantissimi campionati di Eccellenza e Promozione alle spalle e che dal 2008 al 2012 ha militato ininterrottamente in serie D, perdendo anche una finale playoff con il Pomigliano. Anche il Tor Sapienza ad inizio anni 2000 è stato grande protagonista dei due massimi tornei regionali e l’obiettivo della Società di Luigi Santamaria è, un giorno, poter riassaporare determinate categorie. Lo ribadiamo, non piace a nessuno perdere ma oggi va bene così, sicuramente in settimana il tecnico ritroverà l’organico al completo e potrà preparare al meglio la prossima sfida contro l’A. Diritti, vera prova generale in vista della domenica successiva.  

Quanto al Mar.Na, oggi la squadra di Coppotelli si è regalata una chiara opportunità di restare “vivi”: mette pressione a Tivoli e Gallicano e rimanda ogni discorso agli ultimi, palpitanti, 90° minuti della stagione: nell’ultima giornata, i gialloblù saranno ospiti di un Gemini falcidiato dalle assenze, mentre a Gallicano si sfideranno i padroni di casa e la formazione tiburtina nello scontro diretto che può significare moltissimo: tre squadre in pochissimi punti per due posti in “paradiso”. E’ un finale thrilling ma allo stesso tempo molto avvincente. 

 

 

Il servizio: