Calcio: Seconda Categoria, 18ma giornata gir. D, Tor Sapienza-Rea 11-2

Calcio: Seconda Categoria, 18ma giornata gir. D, Tor Sapienza-Rea 11-2

1 Aprile 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 365 volte!

Di Giorgio Zanirato

TOR SAPIENZA: Pierguidi, Tauro, Santini (18’st’ Finocchi), Consorzio, Masciotta, Fioravanti, Mari, M. Bottone (18’st Glenowski), De Angelis (21’st E. Bottone), Attini (10’st Pisani), Buonanno (10’st Ciotti). A disp: Barbaro, Pulsinelli, Franceschilli. All. Fabio Palmucci

REA: Proietti (39’pt Mar. Napoleoni), Alfani, De Angelis (1’st Brugiotti), An. Pulcini, Tatananni, Guerra, Dicensi, Barba (11’st Al. Pulcini), D’Ulizia (5’st Tacchia), Di Censi, Barone. A disp: Folgori, Mat. Napoleoni, Mar. Napoleoni, Battisti, Viti. All. Manolo Frani

ARBITRO: De Pascale di Roma2

MARCATORI: 15’pt, 4’st Attini (T); 29’pt M. Bottone (T); 35’pt, 38’pt De Angelis (T); 42’pt, 9’st rig. Di Censi (R); 2’st, 43’st Fioravanti (T); 23’st, 31’st E. Bottone (T); 36’st Pisani (T); 40’st Finocchi (T)

NOTE: Spettatori 50 circa. Espulso: Masciotta (T) al 13’st per somma di ammonizioni. Ammoniti: An. Pulcini, Tauro, Santini, Mari, Brugiotti, Di Censi. Angoli: 3-1. Recupero: 2’pt; 0’st

Non molto tempo dopo aver chiuso la stagione Juniores (sebbene gli impegni agonistici ufficiali non dovrebbero essere terminati del tutto) il Tor Sapienza si rituffa nel campionato della prima squadra, con l’ultimo turno pre pasquale di Seconda Categoria: a Via degli Alberini arriva il Rea (o V. Rea se più vi piace), sesto in classifica. Una gara assolutamente da vincere per trascorrere una Felice Pasqua e prepararsi al meglio per il duplice appuntamento di Coppa Lazio, contro la V. Campo di Carne.

La gara appare fin da subito decisamente indirizzata: al 6′ ci prova M. Bottone, servito in area da Mari; il tiro del n°8 scheggia il palo nonostante Proietti fosse sulla traiettoria. La rete del vantaggio è, tuttavia, posticipata di appena nove minuti: assist di Buonanno per Attini che entra in area e supera il portiere in uscita, con un delizioso piatto sinistro all’angolino. Il Tor Sapienza sembra davvero poter fare ciò che vuole in questa partita, con gli avversari che non riescono ad opporre le giuste contromisure: al 18′ Attini crossa a centro area per De Angelis, il cui colpo di testa termina inspiegabilmente alto. Passano due minuti e la squadra di Palmucci va ad un passo dal 2-0: lob delizioso di M. Bottone per Attini, che tocca quel tanto che basta per girare verso la porta, dove trova però un Proietti reattivo e abile nel respingere con i pugni. I padroni di casa insistono, al 22′ è ancora Attini a creare grattacapi sugli sviluppi di un calcio piazzato, con palla che scheggia la traversa ed esce.

Il Capitano della Juniores ci riprova al 26′, ma anche questa volta senza tanta fortuna. Pochi secondi più tardi, Attini serve sulla corsa M. Bottone; il giocatore entra in area, prende la mira e calcia ma il suo diagonale termina sul fondo.  Dopo aver fallito diverse occasioni, più o meno importanti, il Tor Sapienza raddoppia al 29′ sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da M. Bottone sulla cui traiettoria a giro è, però, fondamentale la deviazione di testa di Barone, che spiazza Proietti e devìa sostanzialmente alle spalle del proprio portiere. Rete comunque da assegnare al n°8 gialloverde, perché giusto così e squadra di casa sul doppio vantaggio. Il Rea si fa vedere in avanti al 31′, con la combinazione fra Dicensi e Barone, che porta al tiro di quest’ultimo; palla a fondo campo senza grossi problemi per Pierguidi. La formazione di casa mette una seria e chiara ipoteca sul match fra il 35′ ed il 38′, con le reti del tre e quattro a zero griffate da De Angelis: prima su assist di M. Bottone, con l’attaccante che evita il portiere e deposita in rete a porta vuota; la seconda realizzazione è un tap-in facile facile su assist di Attini. In chiusura di frazione, arriva il goal della bandiera per gli ospiti: a realizzarlo è Di Censi su calcio di punizione ingenuamente regalato da Tafuro al limite dell’area; la palla passa sotto alla barriera e beffa Pierguidi. Al secondo minuto di recupero, l’arbitro ferma erroneamente De Angelis per una posizione di fuorigioco: decisione sbagliata perché l’attaccante era in linea con due difensori in maglia celeste, ma sul parziale di 4-1 in pieno orario di cena (si è cominciato con 40′ di ritardo), diciamo che va bene così. 

Al rientro dagli spogliatoi, la forbice del punteggio si allarga ulteriormente già al 2′, grazie alla caparbia azione personale di Fioravanti che realizza il pokerissimo e entra nel tabellino dei marcatori: 5-1 per il Tor Sapienza e tre punti in ghiaccio. Pochi istanti più tardi è M. Bottone a cercare la gioia personale (3′), ma il pallone finisce sull’esterno della rete. In realtà, però, il sesto goal dei gialloverdi arriva poco dopo, con M. Bottone che serve Fioravanti; il calciatore entra in area, evita il neo entrato Napoleoni ma poi sul pallone si avventa come un falco Attini, che realizza così la sua personale doppietta: 6-1. Su questo risultato, Santini e Masciotta commettono due disattenzioni difensive che costano prima il rigore del 6-2 realizzato da Di Censi al 9′ e, quattro minuti più tardi, il Capitano lascia i suoi in inferiorità numerica per più di mezz’ora a causa di un secondo giallo probabilmente evitabile, non fosse altro per il largo punteggio e per una situazione di pieno controllo della partita da parte del Tor Sapienza. Padroni di casa che segnano ancora fra il 23′ ed il 31′, con la doppietta di E. Bottone, sempre su assist di Pisani. Ma non è finita qui: al 36′ è il turno dello stesso esterno classe 2004, che lancia se stesso in profondità e supera Napoleoni in uscita. Quattro minuti più tardi è il turno di Finocchi, che chiede ed ottiene l’uno-due a Pisani e calcia successivamente in porta per la rete del 10-2. Infine, ad arrotondare ancora di più il punteggio ci pensa Fioravanti, al secondo sigillo personale in questa sfida (43′), proprio mentre l’arbitro dichiarava la fine delle ostilità, senza neanche attendere il 45′. 

Una Virtus Rea uscita dal campo per k.o. tecnico, aldilà del risultato finale eclatante la squadra ospite non è mai stata davvero in partita, al contrario dei giovani irresistibili di Palmucci che hanno veramente avuto modo di spaziare in lungo ed in largo per tutto il campo. Un successo roboante, che fa rumore ma che vale comunque sempre tre preziosissimi ed importantissimi punti in chiave salvezza per una squadra che, calendario alla mano, dopo la sosta pasquale dovrà affrontare quattro gare in quattordici giorni, fra l’andata ed il ritorno con la V. Campo di Carne in Coppa e le sfide contro Cineto e Lunghezza (rispettivamente in trasferta e in casa) in campionato. La stagione è ancora lunghissima (il campionato di Seconda Categoria chiuderà l’11 Giugno) ma le possibilità di terminare a dovere ci sono tutte, ora la salvezza in campionato non è più un miraggio e in Coppa si può provare ad arrivare alle semifinali, ma in ogni caso servirà anche la testa oltre al cuore per superare gli ostacoli. Ciò che è innegabile è il fatto che questi ragazzi in campo si divertono, si conoscono e giocano a memoria: tutto questo è anche frutto del grande lavoro svolto dal tecnico Palmucci e dal suo staff e i risultati lo testimoniano: gli obiettivi stagionali si possono ampiamente raggiungere.

 

Il servizio: