Calcio: Serie D, il punto della situazione

Calcio: Serie D, il punto della situazione

17 Ottobre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 172 volte!

Di Giorgio Zanirato

Il commento alla giornata appena trascorsa nel massimo torneo dilettantistico, ovvero la serie D nei gironi delle nostre formazioni.

Iniziamo dal girone E, dove troviamo l’unica vittoria nel match del “Madami” e non è un successo qualunque: i rossoblù di Nofri Onofri hanno battuto, seppur di misura, la Pianese seconda in classifica grazie al goal di Cruz. I civitonici tornano in piena lotta playoff, mentre i bianconeri di Piancastagnaio rimangono nella piazza d’onore, ma scivolano da -2 a -3 dall’Arezzo, a causa del pari a reti bianche materializzatosi nel match contro il Ghiviborgo di Maccarone. Si tratta della prima X stagionale per gli amaranto aretini. Cade per la quarta volta in campionato il Montespaccato di Campolo, uscito battuto all’inglese dal campo del Ponsacco, mentre a Camaiore contro il Seravezza Pozzi l’Ostia Mare conquista un punticino preziosissimo per cercare di tenersi agganciato al treno salvezza. 

Per quanto riguarda le altre di questo raggruppamento, continua a volare il C. di Castello, giunto al gradino più basso del podio in seguito alla vittoria interna nello scontro diretto con il Livorno. Il Trestina fa suo il derby umbro contro l’Orvietana del neo vice Presidente Totò Di Natale, mentre muove la propria classifica il Grosseto di Liguori, che tuttavia non va oltre lo 0-0 interno nel derb maremmano contro il Gavorrano di Marcheggiani e Lorusso. Sangiovannese e Poggibonsi non si fanno del male, chiudendo la partita sull’1-1, mentre sono tre punti davvero importantissimi quelli ottenuti dal Terranuova Traiana contro il Tau Altopascio nel derby fra matricole in categoria. 

 

Passiamo al girone F, dove registriamo il successo nel derby laziale della N. Florida di Del Grosso contro la CynthiAlbalonga di D’Antoni, in un campionato comunque ancora molto avvincente e con una classifica cortissima. Vince anche il Trastevere (3-2 con la V. Senigallia, come nell’ultimo turno interno con il Matese), mentre continua a perdere la Roma City, sempre penultima ed attualmente retrocessa in Eccellenza: a far festa a Capena questa volta è la formazione campana guidata dall’ex Cassino Corrado Urbano, che sta riuscendo nell’impresa di risollevare le sorti dei biancoverdi dopo un inizio disastroso con Perrotti allenatore. Per quanto riguarda le altre, Fano e Pineto riescono ad affiancare in vetta l’Avezzano di Scorsini (al sesto risultato utile consecutivo sulla panchina dei marsicani), grazie alle vittorie ai danni di Vastese e Montegiorgio. Il Vastogirardi non va oltre lo 0-0 sul campo del “Riviera delle Palme”, con il P. D’Ascoli; tornano, infine, al successo (per di più in trasferta) Chieti e Samb, che rilanciano le proprie classifiche dopo un periodo decisamente poco fortunato. 

 

Passiamo al girone G, dove non accenna a fermarsi il Sorrento: la capolista batte sonoramente il Pomezia (3-0) e stacca di quattro lunghezze le più immediate rivali, che sono ora Palmese ed Ilvamaddalena: i campani, dopo aver fatto risultato con la Paganese, battono il Nola nel secondo derby regionale consecutivo; i sardi di Gardini, invece, espugnano il Quinto Ricci, casa di un’Aprilia colpita dall’ex Lupa Roma (ma che ha indossato anche la maglia del Montespaccato) Ansini. Tempi duri per Centioni e per il neo Ds Pagliaroli, in quel della Via Pontina. Trasferta sarda positiva per Tivoli e Cassino: i tiburtini impattano 2-2 al “Pirina” con il team dell’ex calciatore di Genoa ed Atalanta Marco Nappi, mentre i ciociari espugnano il terreno dell’Atletico Uri, rilanciando le proprie carte in ottica playoff. Va all’Artena il derby laziale con il R. Monterotondo in netto calo, battuto 2-1 dai ragazzi di Maurizi che abbandonano così l’ultimo posto in classifica. In ascesa anche le quotazioni della Lupa Frascati di Chiappara, corsara a Caserta grazie alla rete di Frosali. Chiude il programma il pareggio (1-1) nel derby campano fra il Portici e la Paganese.