Calcio: Eccellenza, il punto

Calcio: Eccellenza, il punto

17 Ottobre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 154 volte!

Di Giorgio Zanirato

Come ogni lunedì facciamo il punto della situazione nel massimo campionato regionale, ovvero l’Eccellenza, nei due gironi

Iniziamo dal girone A, dove prosegue la marcia in vetta alla classifica l’Aurelianticaurelio di Mastrodonato: la matricola di Primavalle batte anche uno dei due fanalini di coda, ovvero il Falaschelavinio di Catanzani (3-1) e consolida il primato, sempre tallonato dal C. S. Primavera, che ha battuto in casa il C. Eur. A due lunghezze dalla vetta troviamo un terzetto, formato da Civitavecchia, Nettuno (entrambe vittoriose in trasferta, rispettivamente contro Fiano Romano e Cimini) a cui si aggiunge adesso anche l’Anzio che accuisce la crisi dell’Unipomezia di Scudieri, data inizialmente da tutti per favorita del girone e che attualmente patisce un ritardo di cinque punti dal primo posto. La rete decisiva dei portodanzesi porta la firma di Giordani. In un campionato ancora senza un vero padrone, spicca anche il successo dell’Astrea di Zappavigna, che rimane a -3 dalla vetta grazie al successo britannico ai danni del Quarto Municipio, griffato Corbo e Castro. A quota 10 si sistema il Sezze, grazie al colpo esterno sul campo di un Cerveteri che deve ancora recuperare una partita, ma che anche quest’anno sembra sia destinato ad un campionato di alta sofferenza. Chiudono il turno i due pareggi a reti bianche fra Indomita Pomezia e Ladispoli da un lato e W3 Maccarese e Boreale dall’altro. 

 

Passiamo al girone B, dove continua a braccetto la corsa delle capolista Sora e Gaeta: i bianconeri hanno battuto l’Audace di Gerli, grazie alla doppietta di Origlia; i biancorossi del golfo, invece, hanno conquistato l’intera posta in palio al “Caslini”, contro un Colleferro partito in estate fra l’entusiasmo generale per una campagna acquisti di assoluto prestigio, ma che il campo ha relegato ad un passo dalla zona calda: non è la prima volta che accade ai rossoneri (già qualche stagione fa infatti il grande mercato estivo si rivelò poi nefasto, con tanto di retrocessione in Promozione). Ovviamente la speranza è che il team di Baiocco possa tornare a competere per le posizioni che merita. Sale al secondo posto (se si considera l’ex aequo in vetta) il Tor Sapienza di Anselmi, corsaro nel derby di zona con il Certosa. Un goal di Le Rose lancia la Luiss nel match contro il Villalba e permette agli universitari di tornare nelle zone nobili della graduatoria. Importante successo, in chiave salvezza, quello ottenuto dall’Itri contro il fanalino di coda Vigor Perconti; la squadra di Bellinati resta da sola in fondo alla classifica; il Vicovaro impatta 1-1 sul campo dell’Anagni, mentre quella appena trascorsa sembra essere la giornata del rilancio di F. Meravigliosa e Torrenova, che salgono a quota 7, ad un passo dalla “salvezza diretta”, grazie ai successi maturati contro Terracina e M. S. Biagio. Chiude il conto della giornata il pareggio nel derby ciociaro fra il Formia ed il Ferentino.