Ciclismo: Latina, la prima Randonnèe dell’Agro Pontino

Ciclismo: Latina, la prima Randonnèe dell’Agro Pontino

3 Maggio 2024 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 98 volte!

Domenica 5 maggio in provincia di Latina la prima edizione promossa dall’Osservatorio per lo Sport e per il Turismo Sportivo

Pedalare per 200 km in sella alla bici, in un percorso misto con dislivello di 1450 metri, da coprire entro 13 ore mezzo. Ecco i numeri della prima Randonnèe dell’Agro Pontino di domenica 5 maggio, promossa dall’Osservatorio per lo Sport e per il Turismo Sportivo, la community Latina Ciclismo, con il patrocinio del Comune di Latina e di Sport e Salute.
Partenza alla “francese”, tra le 7 e le 8, dal Premier Sporting Club (partenza e arrivo) sulla Statale Pontina, per un prova di forza e resistenza che si snoderà lungo la provincia di Latina, toccando punti di rilievo storico, culturale e paesaggistico: Latina Centro Storico, Giardini di Ninfa, Sermoneta, Sezze, Abbazia di Valvisciolo, Appia Antica (tra Fossanova e Terracina), Terracina Centro Storico (Appia antica, teatro romano, basalto romano), Borgo San Felice Circeo, Torre Paola (Canale Romano Villa di Domiziano), Sabaudia, Parco Nazionale del Circeo laghi costieri (bonifica pontina), Capoportiere – Foceverde – Borgo Sabotino – Ponte di Passo Genovese – Borgo Santa Maria – Borgo Podgora – Borgo Carso – Chiesuola – Borgo Piave – Premiere Sporting Club. Saranno oltre 60 i partecipanti (12 donne), numero che per le Randonnèe è notevole, a maggior ragione trattandosi della prima edizione da queste parti. Chiuse le iscrizioni online, ma sarà possibile partecipare iscrivendosi anche il giorno della gara (info pagina facebook Randonnèe dell’Agro Pontino e Osservato per lo Sport e il Turismo Sportivo. Atleti dal Lazio, Campania, Emilia Romagna.

Il profilo è quello dell’ultracyclist e del randonneur, che vive la bici come mezzo privilegiato di viaggio, al quale si unisce la passione per lo sport e il rispetto del codice stradale, poiché non ci sono chiusure al traffico. Sono 5 i punti di controlli lungo il percorso, che attraverso un QR code collegato alla piattaforma ICRON, consente di inviare su whatsapp all’organizzazione i reali spostamenti.
La prima Randonnèe dell’Agro Pontino fa parte degli eventi dell’ AUDAX Radonneur Italia, circuito che consente di conseguire il primo brevetto (200 km), per partecipare ad eventi di lunghezza maggiore (300, 400, 600, 800) fino ai 1200 km in 90 ore della Parigi – Brest – Parigi, la Randonnèe più famosa e ambita al mondo. Curiosità, la prima cicloturistica “audace” in Italia, passò nel Lazio e molto probabilmente in provincia di Latina. Era il 1897, percorso di 230 km tra Roma e Napoli.
Uniamo sport e cultura, da promuovere in un questo territorio. La prima risposta è stata molto importante, l’obiettivo è rendere la Randonnèe dell’Agro Pontino una tradizione nel territorio”. Questo il pensiero unanime espresso nella conferenza stampa di presentazione al Premiere Sporting Club, dal presidente dell’Osservatorio per lo Sport e il Turismo Gianluca Marchionne, il responsabile ciclismo dell’Osservatorio Massimiliano Ramoni, il consigliere nazionale di Sport e Salute Fabio Caiazzo, il presidente provinciale di Libertas Michele Cioffi e il titolare del Premier Sporting Club Salvatore Bianchi.
Partner dell’evento Premier Sporting Club, Riccio Centro Bici, Linea Oro Sport Latina, Circeo Be Wild, Hammer Sport, LBW Level Bike World, La Storta Unconventional – Pizza, East Side Italian Craft Beer, Nonsolomiele.

 

Pasquale Cangianiello