Basket: Serie C Gold, Palestrina-Pass 84-81

Basket: Serie C Gold, Palestrina-Pass 84-81

14 Febbraio 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 34

Questo articolo è già stato letto 161 volte!

IOBUS PALESTRINA: Rischia 20, Aimaretti 16, Greco 3, Serino 16, Molinari 7, Mastropietro ne, Colagrossi, Moretti, Balboni 5, Rossi 6, Mattarelli, Cara 11. All. Cecconi-Chiapparelli

PASS: Franceschina 4, Procaccio 11, Butteroni 1, Lo Basso 6, Argenti 13, Martino 33, Petrangeli ne, De Santis ne, Cianci 6, Parlato 7. All. Casadio
Parziali: 26-20, 46-40, 56-63

Pirotecnica gara al PalaIaia, Palestrina e Pass non deludono le aspettative ma alla fine ad esultare è la squadra di casa che mantiene una fondamentale imbattibilità interna. Il primo tempo pende dalla parte di Palestrina, autrice di uno spartito molto soddisfacente per la panchina, eccetto alcuni passaggi a vuoto non nuovi in questo inizio di campionato. Nel primo quarto la coralità di gioco si esprime con ben sei elementi mandati a bersaglio, Serino ha un ottimo impatto in attacco segnando ben 12 punti a cavallo dei primi due periodi. Nel mezzo la tripla di Greco, intanto la Pass segue a minima distanza in gran parte per merito di Martino. Il più sei maturato alla prima sirena viene di fatto confermato fino al ventesimo minuto, quando Palestrina va all’intervallo sul punteggio di 46-40. L’errore alla ripresa è di perdere di vista il piano gara lasciandosi trascinare sul piano emotivo del match, distrazioni fatali con una difesa che non riesce ad arginare la fisicità degli esperti avversari. Palestrina realizza la miseria di cinque canestri nell’intero quarto, Pass travolge gli arancio verdi con tre triple a cavallo fra terzo e quarto periodo. Il campanello d’allarme per i locali suona per diversi minuti, Rischia tenta di prendersi sulle spalle i compagni per chiamarli alla reazione ma Argenti e Martino continuano a colpire fino al 68-77. Con appena quattro minuti a disposizione il riscatto passa anche per la verve difensiva di Molinari e a ruota di tutta la squadra, il numero 9 ha ora un peso specifico evidente anche in attacco e il pubblico inizia a credere nel recupero lampo. Dopo altri due punti di Procaccio ci vogliono due invenzioni dalla lunga distanza di Molinari e Aimaretti per incendiare la gara e siglare il 79 pari. Gli ultimi novanta secondi sono al cardiopalma, si gioca in gran parte dalla linea della carità con Molinari e Rischia che portano avanti di un possesso la Iobus. Pass che ha tre secondi per tentare l’ultimo disperato assalto, ma senza acciuffare il supplementare: 84-81 per Palestrina che aggancia in classifica al secondo posto Pass e Grottaferrata, vedendo ormai vicina la qualificazione.

Fabio Ilardi