Basket: Serie C Gold, Palestrina doma anche Viterbo

Basket: Serie C Gold, Palestrina doma anche Viterbo

26 Febbraio 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 52

Questo articolo è già stato letto 184 volte!

IOBUS PALESTRINA: Rischia 15, Aimaretti 10, Greco, Serino 6, Mastropietro ne, Colagrossi 2, Balboni 5, G.Rossi 13, F.Rossi 3, Mattarelli ne, Cara 20. All. Cecconi-Chiapparelli

ORTOETRURIA WECOM VITERBO: Price 2, Cittadini 9, Rogani 3, Navarra ne, Cecchini ne, Taurchini ne, Pebole 10, Meroi, Rovere 25, Rubinetti 15, Piazzolla ne, Casanova 8. All. Fanciullo
Parziali: 24-16, 41-37, 51-54

Tutti gli occhi del girone B sono rivolti al PalaIaia per testare le capacità di Palestrina di ripetere la prestazione già offerta in casa della capolista.
Subito Cara per Rischia che poi ricambia il favore (4-0), Aimaretti tiene avanti Palestrina con due pregevoli avvicinamenti a canestro (8-5). Colagrossi lo imita e carica i compagni, il primo quarto si accende improvvisamente dopo la nuova parità colta da Viterbo, con le giocate di Rischia e le prime bombe della serata (Cara e G.Rossi). Il 24-16 premia gli arancio verdi alla sirena. Anche Rischia si iscrive alla gara da tre e col 1/2 di Balboni si arriva sul 28-16, ma Viterbo ha ancora la carta Rovere e la forte ala scalda la mano riportando pian piano sotto i suoi. Il tabellone a metà frazione segna 30-26 quando Balboni colpisce da posizione non facile con l’aiuto del vetro il +7. I lunghi di casa Cara-Serino-Aimaretti combattono sotto i ferri e nonostante gli sforzi di Rovere è la Iobus a condurre all’intervallo: 41-37.

Il terzo quarto è di quelli ormai “classici” per Palestrina, brutto e di sofferenza, con appena dieci punti messi a referto (in gran parte grazie a Cara) e una Viterbo che ne approfitta rilanciata prima da Casanova e poi dal solito Rovere, sorpasso e terza sirena della serata che strizza l’occhio agli ospiti capaci di spingersi sul 51-54. Palestrina chiama e G.Rossi risponde, il folletto di casa decide di aumentare i giri del motore e tutto l’attacco ne risente. Sette punti che consentono di rimettere la freccia del sorpasso, Viterbo trova punti pesanti con Rubinetti e Rogani riuscendo a restare ancorata alla Iobus. Il finale è da raccontare passo passo, con Rischia che offre un saggio delle sue qualità con un arresto e tiro completato con successo (67-63), poi al canestro di Pebole risponde con la giocata del match G.Rossi: tiro da tre che scatena il PalaIaia. Palestrina può gestire meglio e Cittadini la aiuta facendo 1/2 in lunetta, F.Rossi mette il risultato in ghiaccio risolvendo un’azione contorta sparando dall’arco (73-66). Viterbo ha ancora energie per provare a rientrare ma in 1 minuto riesce a portarsi solamente a -3, infine Cara sigilla il successo a pochi secondi dalla fine (74-70) e l’ottimo Rovere accorcia le distanze allo scadere.

Fabio Ilardi